Appunti sulle origini della filosofia dalla creazione alle religioni orfiche e pubbliche

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia
Download:133
Data:30.06.2000
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
appunti-origini-filosofia-creazione-religioni-orfiche-pubbliche_1.zip (Dimensione: 3.73 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_appunti-sulle-origini-della-filosofia-dalla-creazione-alle-religioni-orfiche-e-pubbliche.doc     25 Kb



Testo

Le origini della filosofia (parte prima)
-Filosofia come creazione greca
La filosofia è considerata una creazione dei Greci. Mentre nelle altre componenti della civiltà greca
troviamo un corrispettivo presso l'oriente (credenze religiose, eventi artistici, organizzazioni militari, istituzioni politiche ecc..........) ed è un fenomeno che non ha nulla di analogo.
Da questo punto di vista si può dire che la superiorità dei greci è di carattere qualitativa, in cui crearono istituendo la filosofia. Gli orientali vollero beneficiare della scienza occidentale ma dovevano far proprie alcune categorie della logica occidentale.
Infatti la scienza non è possibile in ogni cultura, ci sono idee che la rendono impossibile o la proibiscono addirittura. Tutto sommato la filosofia rese possibile la nascita della scienza e a generarla, per merito dei Greci
-Impossibilità di una derivazione dall'oriente
Non mancarono tentativi di far arrivare la filosofia dall' Oriente, ma nessuno ci riuscì, ed esistono 3 tipi di prove contro tutto questo.
1-Nessuno dei filosofi afferma una derivazione dall'oriente
2-I popoli orientali possedevano già una "sapienza"di convinzioni religiose e miti teologici, ma non basata sul "Logos" (Ragione)
3-Prima di Alessandro in Grecia non giunsero dottrine degli Oreintali, e non si capirono a vicenda.
-Cognizioni egiaziane e caldaiche e la trasformazione di esse dei Greci
Dagli Orientali i Greci presero alcune conoscenze scientifiche.
dagli Egiziani presero conoscenze matematico-geometriche, mentre ai Babilonesi conoscenze astronomiche.
La matematica egiziana consisteva nelle operazioni di calcolo aritmetico, per misurare derrate alimentari, dividere determinate cose ecc...... Invece la geometria aveva carattere pratico e consisteva nel misurare campi dopo le inondazioni del Nilo o per la costruzione delle piramidi. Ma i greci grazie a Pitagora trasformarono le loro nozioni in una teoria generale e sistematica.
Invece i Babilonesi usavano l'astronomia per elaborare oroscopi e predizioni; i Greci le purificarono e le colivarono a fini conoscitivi.
- Religione pubblica e misteri orfici
La seconda componente in cui bisogna fare riferimento alla filosofia è la religione.
In Grecia la religione si distingue in religione pubblica e religione orfica.

-Religione pubblica (forma di naturalismo)
Per Omero e per Esiodo tutto quanto è divino, e tutto ciò che accade viene spiegato con l'intervento degli Dei. Tuoni e fulmini sono scagliati da Zeus, i flutti del mare sono scagliati da Poseidone, il sole è portato dal carro di Apollo ecc........
Anche le guerre e le paci sono collegate agli Dei che sono forze naturali idealizzate.
-Religione Orfica
L'Orfismo e gli Orfici derivano dal poeta-fondatore Orfeo
L'Orfismo è una nuova credenza e proclama il dualismo e l'immortalità dell'anima.
Il nucleo delle credenze è riassunto
1-Nell'uomo c'è un principio divino, un demone
2-Questo demone si reincarna in corpi successivi
3-La vita orfica porge fine alle reincarnazioni e libera l'anima
4-Chi si è purificato nell'al di là vi è un premio

Esempio