Apologia di Socrate

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia
Download:303
Data:17.11.2000
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
apologia-socrate_2.zip (Dimensione: 3.41 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_apologia-di-socrate.doc     11 Kb



Testo

Introduzione all’ Apologia di Socrate

L’apologia di Socrate sono i dialoghi di Platone sul processo che vide imputato e condannto Socrate.
E’ quindi una una rievocazione della difesa durante il processo.
Accanto a questa, l’Apologia assume importanza perchи и allo stesso tempo una testimonianza della vita e del pensiero filosofico di Socrate, maestro di Platone.
La datazione di quest’opera и da collocarsi intorno al 399a.C., ossia due anni dopo il processo; и quindi una delle opere giovanili di Platone.
Il problema fondamentale riguardo all’Apologia и quello di stabilire se sia o meno un resoconto attendibile dei discorsi che tenne Socrate durante il processo. Infatti potrebbe essere una difesa costruita da platone per scagionare il maestro.
Molti studiosi presero una posizione a favore di una delle due tesi opposte.
Coloro che sostengono la veridicitа dell’Apologia ritengono che l’intento di Platone era quello di difendere il maestro e che se avesse mentito su alcune cose coloro che avevano partecipato al processo e che erano ancora vivi avrebbero sicuramente protestato. Inoltre fanno notare che Platone si и nominato due volte all’interno dell’Apologia, come se sottolineasse la sua presenza come testimone.
di fronte perт a queste due tesi opposte ne nasce un’altra che sostiene che l’opera di Platone non sia una totale finzione, ma neanche una reale testimonianza, ma l’interpretazione che Platone ha dato alla base dei fatti.
un’altro problema и quello di distinguere le posizioni di Socrate con quelle dell’autore che spesso si confondono.
Il problema diviene ancora piщ difficile in quanto Socrate non scrisse nulla, per cui bisogna ancorarsi alle testimonianze tenute da altri; quali Platone,Senofonte,Aristofane e Aristotele.
Il resoconto fornito da queste fonti non и omogeneo, ma molti ritengono che sia l’uno il completamento dell’altro. Non sono ognuno una fedele immagine del filosofo, ma immagini parziali che insieme si completano.

Platone: Oltre all’Apologi a ha scritto il Critone.
Platone essendo anche un grande filosofo riesce a capire profondamente il pensiero di Socrate e quindi corre il rischio di sovrapporre ad esso la sua propria dottrina.

Senofonte: Anch’egli fu discepolo di Socrate, perт non prese parte al processo, per cui dovette raccogliere le informazioni da altri.
Non fu perт un grande filosofo e pensatore e dalla sua testimonianza emerge un ritratto dal basso contenuto filosofico.
Egli preferм enfatizzare le caratteristiche di uomo audace e sprezzante del pericolo.
un confronto con Platone ci fa capire che alcuni avvenimenti sono accaduti realmente.

Aristofane: Fu un commediografo che di Socrate fece una caricatura sarcastica.
Ad esempio lo descrisse come un naturalista, cosa che Platone gli attribuisce solo in giovinezza, ma che poi abbia abbandonato.
Lo descrisse poi come un sofista, ossia uno che cercava di far valere l’idea del piщ debole.
Vuole farlo sembrare l’esponente di una classe che causт la decadenza degli antichi ideali.

Aristotele: Per motivi cronologici non conobbe direttamente Socrate.
Aristotele fu un grande filosofo e si basт sopratutto su Platone, con cui aveva una conoscenza diretta. Questo fatto aiuta a capire che Conoscendo il pensiero di Platone abbia potuto giudicare quali fossero le idee di Socrate e quali quelle del suo maestro.

Esempio