"Menone"

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia
Download:198
Data:11.04.2001
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
menone_1.zip (Dimensione: 2.62 Kb)
trucheck.it_menone-.doc     20 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Menone

Nel Menone Platone espone per la prima volta la sua teoria delle idee, sottolineando come ogni filosofo debba "innalzare il suo sguardo dalla molteplicità delle cose sensibili all'unità essenziale delle idee".

Socrate affronta in una discussione incalzante Menone, un allievo di Gorgia, affrontando il tema dell'"origine della virtù"; inevitabilmente però, Socrate esige che prima di addentrarsi in una simile trattazione lui e il suo interlocutore si trovino d’accordo almeno sulla definizione di Virtù.

Virtù: comportamento e atteggiamento virile, retto, morigerato, coraggioso.

Il dibattito allora si incentra su questa nuova questione, alla ricerca dell'Idea di virtù: Socrate cerca di condurre Menone a identificare quelle particolarità che identificano certi comportamenti e atteggiamenti come "virtuosi".

Platone sfrutta questo confronte per porre a confronto due diversi modi di intendere la conoscenza: quello del "filosofo" Socrate, il quale dedica la propria esistenza a cercare la natura ultima della virtù, quella unica e stabile, mentre il retore Sofista, cioè Menone, non riesce a discostarsi dalla molteplicità delle virtù, dalla suddivisione di essa nei suoi vari esempi, per giungere a una definizione unica e immutabile.

Intelletualismo di Socrate

_ Se conosco il bene non posso che fare il bene.
_ Ignoranza = ignorare il bene.

Ricerca eristica

_ Ricerca della verità fine a sé stessa, quella utile materialmente sul momento, non la verità ultima e assoluta.

Esempio