La morte di Sarpedone

Materie:Versione
Categoria:Epica
Download:216
Data:27.03.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
morte-sarpedone_1.zip (Dimensione: 4.94 Kb)
trucheck.it_la-morte-di-sarpedone.doc     30 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

LA MORTE DI SARPEDONE

QUANDO SARPEDONE VIDE I SUOI ALLEATI
MORTI PER MAMO DI PATROCLO MENEZIADE,
SI RIVOLSE AI LICI COME AGLI DEI DICENDO:
“ABBIATE VERGOGNA DOVE FUGGITE?ORA DOVETE ESSERE CORAGGIOSI.
IO COMBATTERO’ QUEST ’UOMO
CHE DICE DI ESSERE TANTO FORTE,CHE HA PROVOCATO MOLTI MALI
AI TROIANI, POICHE’ HA UCCISO DIVERSI VALOROSI GUERRIERI”.
POI SCESE CON LE ARMI PER AFFRONTARLO.
PATROCLO DALL’ALTRA PARTE LO VIDE, E SI PREPARO ANCHE LUI
E COME DUE AVVOLTOI ARTIGLI ADUNCHI,BECCO RICURVO,
SOPRA UN ALTO ROCCIONE STRIDENDO COMBATTONO,
COSI ESSI BALZARONO L’UNO CONTRO L’ALTRO GRIDANDO.
DALL’ALTRA PARTE ZEUS GLI VEDEVA PENSIEROSO,
E DISSE AD ERA, SUA SORELLA E SPOSA:
“OHIME’ CHE IL MIO SARPEDONE,IL PIU’ CARO FRA GLI UOMINI,
E’ DESTINO CHE MUOIA PER MANO DI PATROCLO MENEZIADE.
E NEL MIO CUORE CI SONO DUE PENSIERI:
O VIVO,LONTANO DALLA TRISTE BATTAGLIA
LO RAPISCO E LO PORTO NEL GRASSO PAESE DI LICIA,
O LO UCCIDO IO SENZA SOFFERENZA SOTTO IL BRACCIO DI PATROCLO”
E GLI RISPOSE ERA GRANDI OCCHI:
ERA AUGUSTA CHE COSA DICI.
VORRESTI STRAPPARE LA MORTE AD UN UOMO
CHE DEVE MORIRE PER DESTINO?
FA’ PURE,TANTO NN TUTTI I DEI TI LODERANNO.
E TI DIRO’ UN'ALTRA COSA,TU METTILA NELLA TUA MENTE:
SE RIMANDI SARPEDONE VIVO A CASA SUA,
DEVI BADARE CHE QUALCUN’ ALTRO DEGLI DEI
NON VOGLIA SALVARE IL FIGLIO DALLA MISCHIA TERRIBILE,
POICHE’ MOLTI LOTTANO INTORNO ALLA GRANDE ROCCA DI PRIAMO
FIGLI DI DEI IMMORTALI,DI CUI LA TUA CONDOTTA PROVOCHEREBBE IRA.
MA SE TI E’ CARO, IL TUO CUORE PIANGE,
LASCIALO NELLA MISCHIA TERRIBILE
SOTTO LE MANI DI PATROCLO;
E APPENA IL RESPIRO LO HA LASCIATO,
MANDO A PRENDERLO LA SUA MORTE SOAVE,
E QUINDI L’ONORERANNO I FRATELLI E COMPAGNI
DI TOMBA UNA LASTRA DI PIETRA FUNERARIA
CON ISCRIZIONE QUESTO E’ L’ONORE DEI MORTI!”
COSI PARLO ERA, E PADRE DEGLI DEI DEGLI UOMINI FU PERSUASO:
GOCCE SANGUIGNE VERSO’ SOPRA LA TERRA
ONORANDO SUO FIGLIO,CHE PATROCLODOVEVA
UCCIDERE A TROIA,LONTANO DALLA PATRIA.
QUANDO FURONO UNO CONTRO L’ALTRO ,
ECCO CHE PATROCLO MENEZIADE CHE COLPI
AL BASSO VENTRE LO SCUDIERO DI SERPEDONE SBAGLIANDO.
SARPEDONE A SUA VOLTA SBAGLIO NN PRESE PATROCLO DALL’ASTA LUCENTE,
E UCCISE IL CAVALLO PEDASO
IL CAVALLO NITRI ,MORENDO
CADDE A TERRA E MORI’.
GLI ALTRI CAVALLI STAVANO CADENDO E IL SERVO TAGLIO
LA CORDA E NON CADDERO,POICHE’ IL TERZO CAVALLO GIACEVA.
E ANCORA SARPEDONE SBAGLIO’ COLPO CON L’ASTA LUCENTE,
PASSO SULLA SPALLA DI PATROCLO
E NN LO COLPI: E PATROCLO BALZO’ LANCIANDO L’ASTA
E COLPI SUL PETTO SARPEDONE
W CADDE COME UNA QUERCIA O UN PIOPPO
O UN PINOALTO CHE I FALEGNAMI SUI MONTI
TAGLIANO CON SCURI AFFILATE PER FARNE CHIGLIA DI NAVE:
COSI MORI DISTESO DAVANTI AL CARRO DEI CAVALLI,
STRINGENDOTRA LE MANI LA POLVERE SANGUIGNA.
COME UN LEONE IN MEZZO ALLA MANDRIA UCCIDE UN TORO
FULVO,MAGNANIMO,FRA LE VACCHE GAMBE ARCUATE,
E QUELLO MUORE SOTTO MUGGENDO SOTTO LE MASCELLE DEL LEONE,
COSI IL RE ARMATO DI SCUDO,MORI
AMMAZZATO DA PATROCLO,MENTRE STAVA MORENDO INVOCO UN SUO AMICO:
“GLAUDOGUERRIERO VALOROSO, ORA E’ NECESSARIO
CHE TU COMBATTA PER ME
ORA DEVI FARE LA CATTIVA GUERRA, SE SEI CORAGGIOSO.
INCITA PRIMA TUTTI I CAPI DEI TROIANI
CORRENDO DA PER TUTTO,A BATTERSI PER ME,
E POI TU STESSO LOTTA CN IL BRINZO DELLA TUA SPADA PER ME.
IO SARO’ SEMPRE UN MOTIVO DI DISONORE
SE I GRECI RIUSCIRANNO A PRENDERE LE MIE ARMI
DOPO ESSERE CADUTO NELLA BATTAGLIA DELLE NAVI.
MOSTRATI CORAGGIOSO,SPRONA TUTTO L’ESERCITO”.
MENTRE LA MORTE L’AVVOLSE
SUGLI OCCHI,SUL NASO:PATROCLO COL PIEDE SUL PETTO
TOLSE L’ASTA DAL CORPO,SEGUITA DAL PERICARDIO:
COSI STRAPPO’ INSIEME LA VITA E LA PUNTA DELL’ASTA.

Esempio



  



Come usare