Relazione Di Elettronica Laboratorio

Materie:Appunti
Categoria:Elettronica

Voto:

1 (2)
Download:179
Data:26.09.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
relazione-elettronica-laboratorio_2.zip (Dimensione: 27.23 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_relazione-di-elettronica-laboratorio.doc     395.5 Kb



Testo

Nome:
Pasqualini Luca
Data:
10/04/2001
Relazione Di Elettronica Laboratorio
Classe:
3°B
Titolo:
Verifica del funzionamento di un contatore sincrono modulo 3 costruito con flip-flop JK
Scopo:
Attraverso la realizzazione di un circuito comprendere il funzionamento di un contatore sincrono modulo 3 costruito mediante l’uso di due flip-flop JK.
Materiale Utilizzato:
2 Circuiti Intergrati (7476);
fili di rame per collegamento;
generatore;
logic designer.
Descrizione:
L’esperienza è stata divisa in varie parti, la prima dove si descriveva a parole il funzionamento dell’integrato, la seconda la stesura della tabella della verità e delle mappe, la terza la progettazione grafica e la realizzazione del circuito. Il circuito e stato montato collegando l’ingresso CKA e CKB al clock del logic A J abbiniamo collegato l’uscita del secondo flip flop, mentre J1 è stato collegato all’uscita complimentata del primo f.f.. K e K1 le abbiamo collegate a +Vcc. Le uscite da O0 e O1 le abbiamo trasferite sui led in modo da poter ottenere una visualizzazione pratica dell’operato del contatore anche se ci siamo resi conto della comodità della presenza di decoder driver con relativo display per visualizzare il tutto numericamente.
Schema di montaggio:
2 x 7476

Schema Circuitale

Tabelle delle Verità:
O2 t
O1 (i+t)
J
K

X

1
1
X
1

X
1
1
1
X

FFO

1

1
1
X
X
J = O2
FF1

1

1
X
1

X
J1 = O1

FFO

1

X
X
1
1
X
K = 1
FF1

1

X
1
1
X
X
K1 = 1

Conclusioni :
Con la costruzione di questo circuito, abbiamo ottenuto un circuito capace di contare da 0 a 2 numericamente. Al termine dell’esperienza abbiamo usato lo stesso procedimento per far contare i due flip-flop a 321 e 123 mettendo nel primo caso J=1 , J1 =1, K= O2 , K1 = O1 e nel secondo J=1 , J1 =1, K= O1 , K1 = O0

1

Esempio



  



Come usare