I flip-flop

Materie:Appunti
Categoria:Elettronica
Download:218
Data:06.11.2000
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
flip-flop_1.zip (Dimensione: 6.75 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_i-flip-flop.doc     37.5 Kb



Testo

RELAZIONE FLIP - FLOP
Nell’elettronica digitale è spesso necessario disporre di sistemi logici variamente complessi, che chiameremo Reti Sequenziali, in grado di fornire una o più uscite aventi gli stati dipendenti sia dagli stati logici attuali che quelli precedenti acqusiti dagli ingressi. Esso deve quindi ricordare lo stato precedente che deve quindi essere mantenuto. Da ciò deriva che una rete sequenziale è anche un circuito di memoria in esso la configuraziona assunta dall’uscita dipende dagli ingressi ma anche dall’informazione degli stati precdenti. Ne consegue che i circuiti sequenziali dovranno essere provvisti di una rete di retroazione, si tratta perciò di circuiti ad anello chiuso.
Schema logico di un dispositivo sequenziale:

I due ingressi sono detti:
set (S) = attivazione;
reset (R) = disattivazione.
Le due uscite del dispositivo possono assumere soltanto stati complementari, cioè Q lo stato negato di Q. Per questo motivo è sufficiente fornire l’indicazione dello stato presente su un’uscita, normalmente Q, per sapere di conseguenza quello dell’altra uscita.
Il funzionamento topico di questo bloccologico sequenziale è il seguente:
a) operando su S (set) il blocco si attiva e rimane attivato qualsiasi stato assume S successivamente. Ciò significa:
- che a dispositivo attivato il comando di set è inoperante.
- che il dispositivo conserva, conseguentemente, memoria del comando di set precedente.
b) operando su R (reset) il blocco si disattiva, e rimane disattivato qualsiasi stato assume R successivamente. Ciò significa:
- che a dispositivo disattivato il comando di reset è inoperante.
- che il dispositivo conserva, conseguentemente, memoria del comando di reset precedente.
Il blocco logico analizzato è anche un elemento di memoria ad un Bit.

Schema logico di un dispositivo sequenziale con linee di retroazione.

Ci sono vari tipi di Flip Flop:
- Flip-Flop tipo SR.
- Flip-Flop SR a porte NOR e NAND.
- Filp-Flop SR con comando di clock.
- Flip-Flop tipo J K.
- Flip-Flop tipo D.
- Flip-Flop tipo T.

Flip-Flop tipo SR.

Il Flip-Flop SR (set-reset) è un circuito elementare con deu ingressi, indicati con S eR, e due uscite, indicate con Q e Q.
Esso può essre realizzato impiegando due porte logiche NOR oppure NAND.
Flip-Flop SR a porte NOR.

Si impiegano due porte NOR a due ingressi, uno per il segnale di commutazione e l’altro per il segnale di retroazione incrociata, che è quindi collegato all’uscita dell’altra porta.
Schema circuitale di SR a porte NOR.

Flip-Flop SR a porte NAND (.chattown.com/home/adults/dating/youngcel)

Per realizzare un FF di questo tipo si usano due porte NAND a due ingressi.

S
O Q

O Q
R

Esempio



  



Come usare