Saggio breve sul caso Parmalat

Materie:Altro
Categoria:Economia

Voto:

2 (2)
Download:987
Data:26.05.2005
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
saggio-breve-caso-parmalat_1.zip (Dimensione: 130.75 Kb)
trucheck.it_saggio-breve-sul-caso-parmalat.doc     179.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ELENA ORTOLANI 2°D
SAGGIO BREVE SULLA QUESTIONE DELLA PARMALAT.
ACCENNI DI STORIA DAL 1938 FINO AD OGGI
La famiglia Tanzi nel 1938, a Collecchio vicino a Parma, gestiva la “Tanzi Calisto e Figli”, vecchia azienda di famiglia che produceva conserve di pomodoro e salumi.
Alla morte del padre, Calisto interruppe gli studi ed entrò in società con lo zio. Successivamente si divisero e divisero anche l’azienda: a Calisto rimase la produzione dei salumi. Successivamente ebbe l’idea di fondare il 15/04/61 la DETELAT1 che l’anno successivo, fu ribattezzata e prese il nome di Parmalat.
Negli anni ’60 grazie alle tecnologia svedese HHT2, riuscì ad allungare i tempi di conservazione del latte ed a favorire così la sua grande distribuzione. Il fatturato3 cresceva di anno in anno, del 50% e nel 1971 iniziò ad allargare le attività con altre produzioni come lo yogurt ed altri prodotti freschi. La grande crescita dell’azienda portò nel 1974 ad investire nel Sud America facendo una Joint Venture4 con la Mococa. Inizia grandi campagne pubblicitarie e sponsorizzazioni (F1, baseball, sci e squadre di calcio in Italia ed all’estero).
Tra il 1985 e 1986, continuò la sua espansione in Italia e soprattutto all’estero. I primi segnali negativi, si ebbero a metà 1986 a causa del disastro di Chernobil5 che compromise il commercio per le scorie radioattive presenti nel territorio. Superato questo periodo dal 1987, riprese l’espansione fono ad arrivare ad oggi con l’attuale crisi. Adesso la Pramalat, è presente in tutto il mondo e ad avere 1100 dipendenti propri e quasi 2000 nella altre aziende da lei controllate o con la quale collabora.
COSA PRODUCEVA & COSA PRODUCE
La Parmalat, inizialmente produceva solo salumi e pomodoro, andandoo avanti quando si divisero Tanzi produceva salumi. In seguito, l’azienda cambiò tipo di produzione, e cominciò a produrre latte e solo dopo dieci anni di attività, cominciò a produrre anche altri prodotti come yogurt e prodotti freschi.
Adesso il gruppo Parmalat, ormai diffuso in tutto il modo, produce:
- LATTE BASE UHT
- LATTE AROMATIZZATO UHT
- LATTE SPECIALE UHT
- YOGURT
- MERENDE FRESCHE
- BISCOTTI
- DESSERT
- BURRO
- FORMAGGI
- PASTICCERIA
- POLPA DI POMODORO
- PASSATO DI POMODORO
- BESCIAMELLA
- SUCCHI FRESCHI
- SUCCHI E NETTARI UHT
- SANTAL TOP
- SANTAL ACTIVE DRINK
- ACQUA
- PRODOTTI DA FORNO
- DERIVATI DEL LATTE
- SALSE
- BEVANDE DI SOIA.
LE AZIENDE CONSOCIATE (aziende che controlla in un modo parziale)
Le aziende consociate al gruppo Parmalat, sono molte. Queste sono sparse in tutto il mondo e sono:
ITALIA ESTERO
Boschi Parmalt partecip do Brasil
Eurolat (gestiva il mercato nel Sud America)
Lactis Parmalat Canada L.t.d.
Solac (gestiva Canada e Stati Uniti)
E.G. Parmalat Australia L.t.d
Latte sole (gestiva il resto del mondo)
Nusco
Parmalat di Atella
Centrale del latte fresco di Genova
“ ” Torviscosa

I RAPPORTI CON I POLITICI.
Nello scandalo Parmalat, sembrano entrarci, anche alcuni politici come L’ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, l’ex ministro democristiano Calogero Mannino, l’ex deputato di area di Democrazia Cristiana Franco Bonferroni e la moglie di Lamberto Dini, Donatella Zingone. Queste sono alcune delle figure politiche al quale Calisto Tanzi sembra abbia fatto dei piaceri/favori personali. Quando andranno avanti le indagini, ne usciranno altri di nomi da aggiungere a questo piccolo elenco, perché questo è solo l’inizio.
LE AZIENDE DI FAMIGLIA
Le aziende di famiglia, sono tutte quelle aziende controllate, da dei componenti della Famigli Tanzi. Queste sono:
• Parmalat
• Parma Calcio (prima da Stefano Tanzi)
• Coloniale SRL
• Parma Tour (prima della Figlia)
• Bonlat e Bonlat Finacing (per produrre ma cercava di scaricare di debiti cioè per far saltare casomai questa società ma non la Parmalat)
• Soparfi [finanziaria (per distribuire soldi)]
• Parmalat Trading
• Parmalat Capital Finance [finanziaria (per distribuire soldi)]
Tanzi creò tutte queste aziende per far si che essendo molte aziende, si poteva non riuscire ad arrivare alla azienda madre.
IL PARMA CALCIO
Dopo aver sponsorizzato automobili, baseball, ecc…….., Tanzi pensò di entrare anche nel calcio. Infatti nel 1990, rilevò dalla famiglia Ceresini il pacchetto della Parma Calcio, in occasione della sua entrata in serie A, ottenendo il 92% dell’azienda.
Nei primi anni Tanzi riuscì non ottenne buoni risultai dal Parma ma quando il comando della squadra di calcio va nelle mani si Stefano Tanzi, figlio di Calisto, la società calcistica si solleva. Però andando avanti le cose non andavano poi così bene e la società si era creata un gran numero di debiti e perdendo molti soldi. Tanzi tentò di vendere il pacchetto della Parma Calcio per cercare di risolvere il problema, ma non ci riuscì; cosi adesso, da quando è scoppiato lo scandalo è cambiati gli amministratori, il giocatore Adriano è stato venduto all’Inter e si sono cercate di coprire le perdite.
BILANCIO PARMALAT (gennaio – settembre 2003)6
RICAVI (ciò che si incassa)
€ 5.376
MARGINE OPERATIVO LORDO
(ciò che si guadagna)
€ 651
INDEBITAMENTO NETTO (debiti che rimangono da pagare nonostante ciò che si ricava)
€ 1.818
COMMENTO AL BILANCIO
Dal bilancio ci possiamo rendere conto della situazione molto preoccupante visto che nonostante le entrate piuttosto alte, non c’è la fanno a sanate totalmente tutti i debiti.
I FALSI TRUCCHI CONTABILI.
La Parmalt per mascherare la sua drastica situazione finanziaria, ha falsificato documenti di contabilità.
All’inizio, sembra che i trucchi che utilizzavano per falsificare bilanci ed esportare soldi all’estero nei paradisi fiscali in maniera illegale, erano cose molto sofisticate ed era difficile che si potessero rendere conto della truffa. Ma in seguito, i trucchi utilizzati, erano facili da smascherare perché sembra che utilizzassero fotocopie di vecchi documenti ed altre cose molto evidenti. Insomma i controllo sono stati fatti ad occhi chiusi.
PARADISI FISCALI.
I paradisi fiscali, sono quelle nazioni che permettono di depositare dei capitali senza che questi possono essere scoperti, depositando in una banca di uno di questi paesi delle forti somme di denaro, si possono fare delle operazioni che in Italia e nel resto del mondo non sarebbero permesse.
Nel caso Parmalt i paradisi fiscali, hanno una grande importanza perché sono quelle nazioni nelle quali Tanzi è riuscito a nascondere il suo tesoro senza che nessuno lo trovasse ed ancora non ne sappiano quasi niente.
I paradisi fiscali che Tanzi ha sfruttato e si sono riusciti a scoprire sono:
• Lussenburgo (Paesi Bassi)
• Malta (Europa)
• Isole Caynan [Gorge Toon, Grande Cayman, Brithish West Indies] (Carabi)
SINDACI REVISORI & SOCIETA’ DI REVISIONE.
I sindaci revisori e la società di revisione sono gruppi delle persone, il cui compito, è quello di controllo dei bilanci. Devono controllare che siano fatti in norma di legge e che non ci siano imbrogli. La cosa che risulta molto strana in tutto ciò, è che questi, non si siano resi conto della grande truffa fatta dall’azienda Parmalat. I sindaci revisori e le società di revisione, sono state accusate di avere svolto male il loro lavoro. Queste devono rispondere davanti al tribunale su di ciò che hanno fatto.
CONSOB
La consob7 è autorità che deve controllare e dare il permesso ad un’azienda ad entrare in borsa controllando che lavori nel giusto modo.
Nel caso della Parmalt inizialmente aveva tutte le carte in regola per entrare in borsa e la consob gli diede il permesso. In seguito quando questa ha cominciato ad avere delle filiali all’estero, la consob non ha più controllato l’operato della Parmalt. Adesso è stata accusata perché se avesse fatto i dovuti controlli forse avrebbe potuto bloccare la situazione e salvare molti risparmiatori.
BANCA D’ITALIA
Azioni & comportamento verso i clienti.
La Banca d’Italia, non ha rispettato i compiti a lei assegnati. Infatti ad essa, è affidato il compito di vigilare la correttezza di tutte le banche, la lealtà delle aziende e la lealtà degli intermediari finanziari8 però questo non ha fatto. Infatti non ha fermato le banche che per riuscire a riprendere i soldi prestati alla Parmalt mai restituiti, hanno alzato il valore delle azioni Parmalt facendole comprare a moltissime facendoli credere che andava tutto bene. In questo modo, molti risparmiatori ci hanno rimesso buona parte dei loro risparmi.
AZIONI PARMALAT
Obbligazioni gruppo Parmalat Emissione
(milioni di euro) Rimborso Importo
Parmalat Finanziaria spa 1997/2007 103,2
Parmalat Finanziaria spa II^ emissione" 1997/2007 103,2
Parmalat Finanziaria spa 1998/2010 51,6
Parmalat Capital Netherlands bv (convertibili in azioni ordinarie Parmalat Finanziaria) 1998/2005 281,2
Parmalat Capital Netherlands bv (convertibili in azioni ordinarie Parmalat Finanziaria) 2001/2021 350,0
Parmalat Soparfi Sa (convertibili in azioni ordinarie Parmalat Finanziaria) 2002/2032 306,8
Parmalat Soparfi Sa Zero Coupon Equity Linked (Indicizzate) 2002/2022246,4
Totale 1.442,4
LE BANCHE COINVOLTE
Italiane ed estere.
Le banche che si credono coinvolte nella questione della Parmalat sono: Bank of America, Citibank, Nextra e Morgan Stanley, Deutsche Bank, Capitalia, San Paolo –Imi, Banca popolare di Lodi, Standard & Poor’s, Banca Intesa e Monte Parma.
GLI ACCUSATI
Gli accusati nel caso Parmalt sono veramente moltissime persone. Io cercherò di citare qualche nome e titolo dei più importanti:
• Calisto Tanzi
• L’ex direttore finanziario Tonna (gestiva i soldi)
• Stefano Tanzi (figlio)
• Tre ex direttori finanziari del gruppo
• Ex contabili
• Componenti del consiglio di amministrazione (insieme delle persone che hanno il compito di dirigere l’azienda)
• Sindaci revisori
• Società di revisione
• Presidenti delle banche
I DANNI
Le persone che ne hanno risentito molto di questa crisi sono veramente molti. Questi sono:
• Consumatori
• Investitori
• Fornitori che rischiano di chiudere (coloro che davano il materiale per produrre i prodotti del gruppo Parmalat)
• Banche
SITUAZIONE ATTUALE & COSA ACCADRÀ NEL FUTURO?
Attualmente il Tribunale, ha incaricato Bondi9 di amministrare l’azienda Parmalt. Per i fornitori è stato deciso di andare avanti a rifornire l’azienda garantendo di pagare subito ciò che viene dato; in quanto ai debito del passato, momentaneamente, sono stati accantonati promettendo che se in futuro troveranno il tesoro nascosto gli verranno almeno in parte risanati.
L’azienda come ho già detto, nella mani di Bondi va avanti però solo nella produzione del latte e dei suoi derivati lasciando da parte tutti gli altri prodotto.
Per i risparmiatori, speriamo che in qualche modo almeno nel futuro si riesca in qualche modo a risarcirli dei danni creati visto che si cominciano già ad ottenere dei risultati verso coloro che hanno fatto causa alle banche.
1 DETELAT: azienda per la produzione ed il commercio del latte.
2 HHT: sigla inglese che vuol dire ultra high temperature
3 FATTURATO: somma delle vendite

4 JOINT VENTURE: alleanza
5 CHERNOBIL: scoppio della centrale nucleare in Russia
6 BILANCIO: espresso in milioni di euro
7 CONSOB: sigla che vuol dire: commissione nazionale società e borsa
8 INTERMEDIARI FINANZIARI: sono società il cui compito è di guidare i risparmiatori s come investire nel miglior modo il proprio denaro
14BONDI: commissario straordinario (amministratore esterno), di grande esperienza che è riuscito a risolvere anche altre situazioni molto difficili perciò ha una grande abilità nello svolgere questo compito.
---------------
------------------------------------------------------------
---------------
------------------------------------------------------------

1

Esempio



  



Come usare