Le operazioni di smobilizzo dei valori mobiliari

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1 (2)
Download:422
Data:07.04.2008
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
operazioni-smobilizzo-valori-mobiliari_1.zip (Dimensione: 4.8 Kb)
trucheck.it_le-operazioni-di-smobilizzo-dei-valori-mobiliari.doc     28.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

OPERAZIONI DI SMOBILIZZO CREDITI COMMERICIALI
Crediti dalle vendite il cui regolamento è dilazionato o differito. Crediti commerciali anche detti di regolamento. L’azienda può acquistare senza denaro. Qst crediti favoriscono al compravendita xkè il venditore che li concede può smobilizzarli = x un’azienda, ottenere LIQUIDITÀ IMMEDIATE; x la banca, OPERAZIONE D’IMPIEGO autoliquidante (le somme anticipate sono rimborsate alla scadenza (es. rimborso cambiali alla riscossione). Gli strumenti che possono rappresentare i crediti sono:
- Le CAMBIALI → forma di smobilizzo → SCONTO CAMBIARIO
- Le RICEVUTE BANCARIE → forma di smobilizzo → PORTAFOGLIO SBF
- I BONIFICI → forma di smobilizzo → ANTICIPI SU FATTURE
- X TUTTI → forma di smobilizzo → FACTORING
Operazione di sconto → diffusa in passato, ora meno x ricevute bancarie e bonifici (con VANTAGGI FISCALI). Un soggetto chiede sconto e deve ottenere un fido. Lo sconto cambiario è una forma di utilizzo del fido. Cmq l’operazione avviene in 3 fasi:
- PRIMA FASE: compilaz di un docum (DISTINTA DI PRESENTAZIONE) cn: numero cambiali; nome dei debitori; piazza (luogo) debitore; scadenza effetti. Sono poi allegete le cambiali. Doc presentato all’ufficio fidi che poi lo esaminerà.
- SECONDA FASE: si esamina se ci sono i REQUISITI DI BANCABILITÀ: la natura commerciale (devono derivare da una compravendita); scadenza non superiore ai 4 mesi; devono avere firme di persone SOLVIBILI.
- TERZA FASE: se hanno i requisiti sn ammesse allo sconto, si calcola il netto ricavo = valore nominale – oneri bancari (commissioni + sconto) che viene poi accreditato in c/c cn valuta il giorno successivo al giorno alla data di ammissione con condizione SBF, se alla scadenza la banca nn riscuote l’importo il debitore dovrà pagarlo + le spese di protesto. Tasso effettivo di sconto è il vero costo + commissioni + giorni banca.
Portafoglio Salvo buon fine → operazione x le ricevute bancarie, usate nelle compravendite, offrono un vantaggio fiscale. Le ricevute sono DOCUMENTI DI QUIETANZA = testimoniano che il debito è stato estinto. SBF = con rivalsa → banca anticipa l’importo di un credito a condizione SBF, cioè in caso di insolvenza la banca addebita al debitore l’imp. Qst operazione può essere contabilizzata in 2 modi:
- accredit diretto su c/c di corrispondenza = somma accreditata in c/c cn valuta adeguata (data intermedia tra le scadenze delle ricevute bancarie. Svantaggio → x la banca, forma nn gradita xkè calcola gli interessi solo qnd il cliente preleva prima che le scadenze aduegate maturino.
- Accredit in c/c speciale (detto anticipi) con trasferimento contestuale nel c/c ordinario. L’accreditamento nel c/c ordinario avviene con valuta adeguata, il traseferimento al c/c ordinario con valuta in giornata.
Anticipi su fattura → operazione x i bonifici. Il credito risulta dalla fattura, su cui viene messa la dicitura “da regolare con bonifico a nostro favore presso la banca...”. La banca x cautelare i rischi (insolvenza, ritardi) può chiedere la CESSIONE DEL CREDITO = mandato irrevocabile d’incasso, con cui il cedente la autorizza a riscuotere le fatture su determinato soggetto e a trattenere parte delle somme riscosse x eventuali insoluti. La banca calcola SCARTO DEL 20 % → anticipa l’importo totale delle fatture ma qlla %. La contabilizzazione di qst operaz si fa addebitando con scarto 80 % o 100% e accreditamento in c/c con valuta in giornata.
Factoring → x qualsiasi strumento di credito, effettuato dalle SOCIETÀ DI FACTORING. Rispetto al momento in cui qste mettono a disposizione del cedente l’importo dei crediti:
- Factoring con accred anticipato = anticipazioni concesse prima della scadenza anche 80% dei crediti. Lo smobilizzo si attua cn qst forma.
- Factoring con accred alla scadenza = no anticipazioni, importo dei crediti sl alla scadenza.
Nel contratto di factoring ci possono essere:
- Clausola prosoluto si garantisce il buon fine
- Clausola prosolvente nn si garantisce buon fine (x mancata riscossione ci rimette il cedente)
Le società di factoring svolgono i seguenti servizi:
- SERVIZIO FINANZIARIO → fact cn accred anticip. Concesso un finanziamento
- SERVIZIO DI GARANZIA → contratto + clausola prosoluto
- SERVIZIO AMMINISTRATIVO → le società gestiscono la contabilità dei clienti
Il costo del factoring è dato da:
- Commissione di factoring cn percentuale dal 0,50% al 3% sui crediti.
- Interessi – se l’accredit è anticipato si fanno pagare
- Spese di registrazione delle fatture – qnd tiene la contabilità
Il totale di questi costi = COSTO APPARENTE ke è > del costo effettivo

Esempio