Il sistema creditizio, la banca centrale e la politica monetaria.

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1.7 (3)
Download:505
Data:30.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sistema-creditizio-banca-centrale-politica-monetaria_1.zip (Dimensione: 4 Kb)
trucheck.it_il-sistema-creditizio,-la-banca-centrale-e-la-politica-monetaria.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL SISTEMA CREDITIZIO, LA BANCA CENTRALE, LA POLITICA MONETARIA
Funzione della Banca nel sistema economico.

Le banche sono istituzioni monetarie e di intermediazioni finanziaria per le funzioni creditizie esercitate attraverso gli impieghi di depositi.
Funzioni delle banche:
a)La funzione monetaria, in quanto alla banca centrale è concesso dallo stato il potere di emettere banconote aventi valore di moneta legale;
b)La funzione creditizia consistente nella concessione di prestiti agli operatori i quali possono disporre di somme ed effettuare pagamenti mediante titoli di credito(assegni).
Si vanno così distinguendo le banche specializzate in prestiti di breve durata come sconto di cambiali o anticipazioni su titoli(banche commerciali)e banche che si impegnano nel sostenere iniziative economiche con finanziamenti di lunga durata(banche di affari).
La banca centrale(banca d'emissione)oltre alla funzione d'istituto d'emissione di banconote a cui lo stato attribuisce valore di moneta legale, ha assunto l'altra importante funzione di organo di vigilanza dell'intero sistema bancario di un paese.
Alle banche è riservato per legge l'esercizio dell'attività bancaria, oltre a questa le banche esercitano ogni altra attività finanziaria, nonché attività connesse e strumentali.
Le banche rendono dei servizi finanziari.
La Banca Centrale
La Banca Centrale svolge la funzione di istituto di emissione della moneta, cioè delle banconote aventi corso legale.
La Banca Centrale esercita la funzione di suprema autorità monetaria, assoggettando alla propria vigilanza l'intero sistema bancario.
Nel nostro Paese la banca d'Italia svolge la funzione di istituto di emissione e di banca centrale.
La banca d'Italia non concede credito, l'uso della moneta direttamente alle persone fisiche e alle imprese.
Il canale delle banche
Un altro canale di creazione della moneta è rappresentato da alcune operazioni tra la banca d'Italia e le banche.
Il Risconto Bancario è l'operazione con la quale una banca sconta presso la banca centrale i titoli cambiari al fine di procurarsi fondi liquidi.
Il Tasso Ufficiale di Sconto è il tasso d'interesse fissato dalla banca d'Italia sulle operazioni di risconto per concedere moneta liquida alle banche.
Un'altra operazione con cui la Banca d'Italia può immettere moneta nel sistema bancario consiste nell'anticipazione nelle banche.
Le anticipazioni sono somme accreditate alle banche a fronte di titoli stanziabili prestati in garanzia.
Il credito e l'intermediazione finanziaria delle banche.
Per credito si intende "ogni specie di scambio tra una prestazione attuale e la promessa di una prestazione futura.
Il credito è sostanzialmente la temporanea cessione dell'uso del risparmio.
Il presupposto del credito è la fiducia che il creditore nutre nei confronti del debitore, fiducia che può essere rafforzata mediante la concessione di garanzie reali (pegno,ipoteca)o personali(fideussione, avallo).
Si parla di credito alla produzione quando chi se ne serve sono le imprese agricole, industriali, commerciali.
Infatti, le imprese hanno bisogno di capitali finanziari, sia che provengano da prestiti privati sia da appositi istituti(banche), per esercitare la loro attività produttiva.
Oltre ai produttori si servono del credito anche i consumatori(credito al consumo)mediante acquisti a rete di appartamenti e di beni durevoli, come automobili.
L'Esercizio di Credito si fonda sulla intermediazione finanziaria delle banche che raccolgono il risparmio tra il pubblico e impiegano i fondi disponibili nell'esercizio del credito.
Le banche sono imprese che operano nel settore terziario svolgendo un servizio di intermediazione finanziaria.
Le banche fanno parte della categoria generale degli intermediari finanziari in quanto agevolano il passaggio dei fondi monetari da operatori che li detengono in quantità superiore alle necessità di spesa del momento ad altri operatori che si trovano nella condizione opposta.

Esempio