Il mercantilismo

Materie:Appunti
Categoria:Economia
Download:277
Data:08.01.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
mercantilismo_1.zip (Dimensione: 4.85 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-mercantilismo.doc     23 Kb



Testo

MERCANTILISMO → fa nascere l’esigenza di ampliare il mercato nazionale, operando con gli altri Paesi. La moneta rappresentava la fonte di ricchezza di uno Stato: più un Paese era ricco più era potente. Inoltre lo Stato doveva vigilare il mercato, favorendo le esportazioni e frenando le importazioni; quindi doveva garantire una bilancia commerciale in perenne attivo (principio della bilancia commerciale favorevole).
HUME → smonta le idee mercantiliste circa l’accumulo di ricchezza: la bilancia commerciale sempre attiva comporta un continuo afflusso di denaro. Di conseguenza la quantità di denaro in circolazione comporta un aumento dei prezzi (inflazione) e lo svilimento del valore della moneta.
SMITH → analizza il vantaggio ad importare un prodotto ad un prezzo minore di quanto lo si sarebbe pagato per produrlo nel mercato interno. Ciò comporta la specializzazione (divisione del lavoro) di un Paese nella produzione dei prodotti più vantaggiosi e con un guadagno maggiore, importando gli altri (teorema del vantaggio assoluto).
RICARDO → sottolinea la debolezza del pensiero smithiano in quanto un paese povero si sarebbe trovato svantaggiato in tutte le produzioni. Questo avrebbe accresciuto il divario Paesi ricchi – Paesi poveri. Risolverà il problema confrontando non i costi assoluti, bensì i costi delle varie produzioni all’interno di un paese.
TEORIA DEL CICLO DEL PRODOTTO → evidenzia 3 fasi nella storia della produzione: 1) NASCITA, forte impiego di manodopera e vendita rivolta al mercato interno. 2) SVILUPPO, aumento produzione e profitto, si cercherà di espandersi nei mercati internazionali. 3) MATURITÀ, la stabilità conseguita indurrà lo spostamento della produzione dove i fattori costano meno (Paesi in via di sviluppo e privi di manodopera specializzata). La specializzazione internazionale delle produzioni è dovuta ad un complesso di fattori, ed in particolare al grado di sviluppo dei diversi Paesi.

ITALIA → dopo l’unità si scelse la strada del liberismo (il Nord si sviluppava, mentre il Sud non stava al passo). Alla fine dell’800 la sinistra storica, a seguito di continue pressioni, introdusse una politica di protezionismo per salvaguardare la nascente industria e le prime tariffe doganali. Col fascismo dapprima si puntò sul libero scambio, ma poi si scelse una chiusura economica stretta (autarchia). IMPORT: prodotti energetici, minerali, prodotti chimici EXPORT: prodotti metalmeccanici, prodotti alimentari, prodotti tessili, prodotti di cellulosa.
LIBERISMO → è la scelta economica più apprezzata. Bisogna però osservare anche i rischi di un rapido passaggio da un’economia protezionista a quella liberista: difatti il brusco abbattimento dei dazi, introducendo nel mercato interno i prodotti stranieri a minor prezzo, può compromettere l’industria locale. Il libero scambio è diventato una sfida in cui il più forte farà la parte del leone.
PROTEZIONISMO → attuato dai mercantilisti per le importazioni, mentre per le esportazioni si seguiva la logica liberista.
VANTAGGI: 1) maggiori entrate dai dazi doganali 2) salvaguardare le condizioni economiche del paese 3) capacità di reagire a politiche economiche aggressive degli altri Paesi (dumping, …).
SVANTAGGI: 1) frena l’innovazione e la tecnologia 2) progressiva diminuzione del volume del reddito 3) equivalente di una “dichiarazione di guerra” economica con gli altri Paesi.
BILANCIA DEI PAGAMENTI = documento contabile che registra il complesso delle transazioni economiche realizzate da un paese nei confronti del RdM in un dato periodo.
MOVIMENTI DI MERCI O PARTITE CORRENTI
MOVIMENTI DI CAPITALI
PARTITE INVISIBILI
BIL COMM O PART VISIB
Turismo, interessi, assicurazioni, rimesse degli emigrati
Import Export merci
Investimenti, prestiti
BILANCIA DEI PAGAMENTI (O ECONOMICA) = riguarda l’aspetto finanziario (es. merci al passaggio in dogana)
BILANCIA VALUTARIA (O DI CASSA) = riguarda l’aspetto economico (pagamento dell’operazione: incassi ed esborsi)

Esempio



  



Come usare