Il magazzino

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1 (2)
Download:86
Data:11.09.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
magazzino_5.zip (Dimensione: 3.67 Kb)
trucheck.it_il-magazzino.doc     23.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

LA CONTABILITA’ DI MAGAZZINO

La Contabilità di magazzino è l’insieme delle rilevazioni dei movimenti dei beni, finalizzate a determinare la composizione qualitativa,quantitativa e monetaria delle scorte aziendali.Essa rileva i movimenti in entrata (carico) e in uscita (scarico) delle materie,dei prodotti finiti,delle merci.Inoltre deve:
1. Verificare il livello delle scorte e segnalare all’ufficio acquisti la necessità di approvvigionamento;
2. Trasmettere alla contabilità analitico-gestionale i dati per la determinazione dei costi delle materie utilizzate nei processi produttivi;
3. Trasmettere alla contabilità generale i dati riguardanti le rimanenze finali;
4. Adempiere agli obblighi fiscali.
Inoltre si basa su documenti originari che attestano i movimenti in entrata e in uscita, ed è costituita da:
Giornale di magazzino – è un insieme di scritture cronologiche che rilevano i movimenti in entrata e in uscita dei beni dal magazzino.Esso documenta e verifica costantemente le variazioni delle scorte.
Mastro di magazzino – è un insieme di scritture sistematiche; è costituito da tante schede quanti sono gli articoli trattati dall’impresa; su ciascuna scheda si rilevano le esistenze iniziali,i carichi e le rimanenze finali, e può essere tenuta a :
• Quantità
• Quantità e valori:
Carichi valorizzati al – costo d’acquisto o al costo di produzione.
Carichi valorizzati a :
Costo effettivo – secondo il quale lo scarico dal magazzino s’effettua a un valore pari al costo effettivamente sostenuto.
Costo medio ponderato – il valore di scarico dal magazzino s’ottiene calcolando la media aritmetica ponderata dei valori di carico, senza distinguere tra i diversi lotti ricevuti.Può essere calcolato:
Per movimento - si determina ogni volta che si verifichino movimenti in entrata;si ottiene sommando alle scorte prima dell’ultimo carico il valore di quest’ultimo carico e dividendo per la quantità in magazzino.
Per periodo – il valore delle scorte si determina dopo un periodo prestabilito, attraverso la media aritmetica ponderata dei lotti acquistati nel periodo stesso.
LIFO – si fonda sull’ipotesi che le materie o le merci entrate per ultime siano le prime a essere prelevate dal magazzino.
FIFO – ipotizza che le materie o le merci entrate per prime siano le prime a essere prelevate dal magazzino
Altri metodi

Esempio