Il circuito economico

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

2 (2)
Download:722
Data:23.06.2000
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
circuito-economico_1.zip (Dimensione: 5.49 Kb)
trucheck.it_il-circuito-economico.doc     37 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Economia Politica

Gli operatori economici

L’ economia politica cerca di individuare il comportamento economico, e’ il modo o la maniera di riuscire a trovare le norme giuridiche per l’economia : il risparmio dello Stato. E’ definita politica perché studia le azioni degli uomini membri di una società.

L’attività economica è il frutto delle decisioni dei soggetti economici (le famiglie, le imprese, lo stato, il resto del mondo).
I mezzi di cui l’uomo dispone sono scarsi rispetto ai bisogni da soddisfare, perciò i soggetti economici devono effettuare delle scelte.
La famiglia ad esempio, quando si reca al supermercato per effettuare la spesa settimanale, selezionando i beni da acquistare provoca delle ripercussioni sulle decisioni delle imprese, le quali, vedendo premiati o respinti i propri prodotti, saranno indotte a produrre di più o a cessare la produzione di determinati beni. Ma la famiglia, ancor prima, ha compiuto un’altra scelta determinante per le ripercussioni che provoca sulle imprese: ha deciso, cioè, se destinare l’intero reddito al consumo o in parte anche al risparmio.
Un soggetto economico è un centro di decisioni per mezzo delle quali vengono effettuate le scelte più idonee per adeguare i mezzi limitati ai fini da perseguire.
Il sistema economico è l’insieme dei soggetti economici e delle relazioni che intercorrono fra questi per risolvere i problemi della produzione e della distribuzione della ricchezza e dipendono gli uni dagli altri in modo da formare un tutt’uno organizzato.

Le famiglie

Sotto il profilo economico, per famiglia non si intende il nucleo familiare considerato come un insieme di persone legate tra loro dai vincoli del matrimonio, della parentela o dell’affinità, ma un soggetto che compie delle scelte. Questo operatore, rappresentato indifferentemente da un singolo individuo o da un gruppo di persone, agisce nel sistema economico come centro di offerta di lavoro, centro di consumo e centro di offerta di risparmio.
L’attività economica delle famiglie, per quanto attiene l’offerta di lavoro, si traduce nella prestazione di lavoro alle imprese o nell’esercizio di una professione autonoma per conseguire un reddito. Il reddito delle famiglie, oltre che dal compenso per il lavoro prestato, può provenire da altre fonti come l’interesse maturato sui risparmi depositati in banca, il canone di locazione di un appartamento di proprietà ecc…
La famiglia è quindi l’operatore economico che offre le proprie risorse (lavoro, capitali, terreni ecc..) in cambio di un reddito che destina in parte ai consumi e in parte ai risparmi.

Le imprese

Il principale e diretto interlocutore delle famiglie sono le imprese, il soggetto economico che domanda fattori produttivi e offre prodotti. Più in particolare, le imprese chiedono prestazioni lavorative e capitali per effettuare investimenti e acquistare i beni e i servizi indispensabili per realizzare la produzione, e offrono beni di consumo e di investimento.
L’impresa è quindi l’operatore economico, inteso come centro di produzione, che domanda lavoro e capitali per offrire beni e servizi.

Lo stato

Le famiglie e le imprese devono operare in un contesto di sicurezza che solo lo stato può dare. Nessuna attività produttiva potrebbe realizzarsi e nessun apparato produttivo potrebbe funzionare se non vi fosse lo stato, che offre quei servizi fondamentali come la difesa, la giustizia, la garanzia dell’ordine e della regolarità dei comportamenti economici e sociali. Spesso lo stato garantisce anche l’istruzione, l’assistenza, la previdenza, non trascura di tutelare l’ambiente ed è il fornitore di tutti quei beni e servizi essenziali che le imprese private non offrono perché non ne hanno convenienza. Lo stato come operatore economico ha un ruolo strategico e agisce per conseguire fini di interesse pubblico. Le autorità di governo intervengono con strumenti normativi ed economici per assicurare equità e migliori condizioni di vita. Lo stato in particolare, riceve tributi dalle imprese e dalle famiglie e in cambio offre beni e servizi destinati a soddisfare bisogni collettivi. Attraverso le imposte lo stato attua anche la ridistribuzione del reddito, perché con i prelievi ottenuti dalle classi sociali più ricche assicura un reddito (sussidi, pensioni) ai più bisognosi.
Lo stato quindi è un soggetto economico particolare, che garantisce operatività al sistema economico e persegue fini sociali offrendo servizi pubblici.

Il resto del mondo

Famiglie, imprese e Stato sono da considerarsi gli operatori economici fondamentali del sistema, ma per poter rappresentare un sistema economico nella sua completezza occorre tener conto di un quarto operatore : il resto del mondo, cioè tutti i paesi stranieri con i quali gli altri soggetti intrattengono rapporti economici. Nella realtà contemporanea, infatti, non esistono più sistemi chiusi, ogni paese intrattiene con gli altri relazioni economiche che danno luogo a scambi di beni, servizi e capitali. Così a origine il mercato internazionale e i soggetti di ogni sistema economico non possono non tener conto delle scelte e delle esigenze del resto del mondo.
Il resto del mondo quindi è dato dai paesi esteri con i quali le famiglie, le imprese e lo stato intrattengono rapporti di scambio di beni, servizi e capitali.

Esempio



  



Come usare