I finanziamenti

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1.5 (2)
Download:187
Data:02.07.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
finanziamenti_1.zip (Dimensione: 4.9 Kb)
trucheck.it_i-finanziamenti.doc     25.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

FINANZIAMENTI

Il sistema finanziario è tutto ciò che serve all’azienda per lavorare ed è costituito principalmente dal denaro. Per far sì che l’azienda abbia una corretta ed equilibrata gestione finanziaria, deve trovare un mix tra le fonti di finanziamento. L’impresa raggiunge l’equilibrio finanziario quando riesce con le proprie entrate a far fronte alle proprie spese. Purché ci sia un equilibrio bisogna avere: un coordinamento adeguato tra entrate e uscite attraverso i flussi finanziari, avere un mix tra le varie fonti, strutturare il patrimonio coordinando adeguatamente le fonti e gli impieghi.
La pubblica amministrazione e alcuni enti dell’Unione Europea possono fare dei prestiti per incentivare gli investimenti e lo sviluppo economico. Lo Stato e le Regioni possono finanziare le imprese turistiche attraverso: contributi in conto capitale (soldi) o in conto interesse (tramite interessi più bassi); l’Unione europea invece può finanziare una struttura ricettiva attraverso la BEI (Banca Europea degli Investimenti), l’NSC e il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.
La BEI è un organismo autonomo che ha una propria personalità giuridica, è una società d’erogazione che non ha fini di lucro ma contribuisce al raggiungimento degli obiettivi dell’Unione Europea tramite mutui e garanzie per progetti d’investimenti. La sua struttura finanziaria si basa sul capitale degli Stati membri dell’Unione. La BEI inoltre finanzia la componente "immobilizzi" dei progetti presentati perciò questa fonte di finanziamenti è adatta a soddisfare le esigenze delle strutture ricettive. Il finanziamento si divide in: 1) prestito individuale che può essere concesso direttamente al promotore o tramite un intermediario; 2) prestito globale che viene concesso alla BEI e ad istituti di credito che usano il prestito per finanziare piccole e medie imprese. Dopo aver esaminato il progetto, la BEI attua una procedura d’istruttoria che si basa sull’analisi d’informazioni sul progetto stesso(natura, costi, fabbisogno di capitale d’esercizio, calendario dei lavori, ecc…) e la situazione economica e finanziaria sull’impresa che chiede il prestito. Quando l’esito dell’istruttoria è andato a buon fine, la BEI stipula i contratti di finanziamento, essi prevedono un controllo da parte della banca durante le varie fasi della costruzione e una volta finito il progetto, viene predisposto un rapporto di valutazione fatto sul confronto tra le stime iniziali e i risultati ottenuti. Essa accorda mutui a medio e lungo termine a tasso d’interesse fisso o variabile. I rimborsi vengono fatti o in percentuali o con le stesse valute dei prestiti, generalmente sono fatti in rate semestrali che comprendono capitali ed interessi dopo un periodo d’ammortamento che può arrivare fino a 5 anni.
La SACATS (Sezione autonoma per l’esercizio del credito alberghiero e turistico) nasce nel 1937 presso la Banca Nazionale del Lavoro ed è una forma di credito speciale nel settore turistico-alberghiero. La prima riforma (ora però abrogata) prevedeva la concessione di mutui per la costruzione, l’arredamento e il miglioramento di alberghi, stabilimenti balneari ecc…ed era una forma di finanziamento a medio e lungo termine. Essi venivano concessi in base alla capacità finanziaria del richiedente, garantiti però da un’ipoteca sugli immobili.
Nel dopoguerra (1946) fu autorizzata concedere mutui anche per la ricostruzione, riparazione, riattrezzature di alberghi, stabilimenti balneari e alpini e altri impianti danneggiati dal conflitto. Col passare degli anni le varie formule di credito sono diventate obsolete, perciò nel 1984 si è completamente rimodernata: ora è un vero e proprio istituto di credito a medio-lungo termine, non è ipotecario, inoltre l’oggetto del credito speciale è esteso alle scorte, al credito d’esercizio e al miglioramento delle strutture.

LEASING. È una forma atipica di contratto che non è prevista nel codice civile. Con questo contratto un soggetto (o concedente) dà ad un altro il diritto di usare un bene con il pagamento di un canone periodico e la possibilità di acquistare il bene alla scadenza del contratto tramite il prezzo di riscatto.Il leasing si può concludere con: il riscatto del bene, il rinnovo dello stesso contratto, un nuovo contratto, l’estinzione del contratto. Gli elementi di questo contratto sono. La durata, il canone di locazione, il valore di riscatto. Le più importanti forme di leasing sono: 1)leasing operativo che è a breve termine. Ha per oggetto beni molto sviluppati dal punto di vista tecnologico ma sono soggetti ad obsolescenza e non sempre è prevista l’opzione di riscatto. 2)leasing finanziario si hanno 3 soggetti: il produttore del bene, la società di leasing e l’utilizzatore. Si divide in: mobiliare (macchinari, impianti, attrezzature) ed è a medio termine; immobiliare (terreni e fabbricati) ed è a lungo termine. 3) lease-back che serve per rinnovare la liquidità aziendale. Un’impresa vende una parte o tutti i suoi beni per avere denaro liquido. Si hanno 2 soggetti la società di leasing e il fornitore/utilizzatore. I vantaggi del leasing sono: non tocca la liquidità aziendale e permette una deducibilità fiscale, i costi e i tempi sono meno elevati, è accessibile anche alle piccole e medie imprese.

FACTORING Riguarda una forma di finanziamento particolare per i clienti abituali o agenzie di viaggio. Un imprenditore cede ad un altro una parte (o tutto) della propria impresa ottenendo un importo pari all’ammontare dei crediti stessi. È un contratto atipico che riguada la cessione di crediti dell’impresa albergo o società. L’operazione può avvenire tramite clausola di: pro soluto dove il factor si assume il rischio e anticipa i soldi all’azienda, si paga di più ma si ha la sicurezza di avere i soldi; pro solvente dove si assume la responsabilità ma non cede niente e non anticipa i soldi. La società di factoring inoltre, ha l facoltà di non accettare la cessione di determinati crediti nel caso in cui essi siano di diffide realizzo.
Il factoring viene utilizzato principalmente dalle catene alberghiere e dai tour operator. Il vantaggio è che permette all’impresa di riuscire a controllare l’equilibrio dei flussi monetari.

Esempio