Bilancio

Materie:Appunti
Categoria:Economia

Voto:

1.5 (2)
Download:307
Data:28.03.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bilancio_6.zip (Dimensione: 5.46 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_bilancio.doc     29 Kb



Testo

IL BILANCIO
Il bilancio è un documento di derivazione contabile e può essere analizzato da 2 punti di vista: formale e sostanziale. Dal punto di vista formale è un documento che mette in evidenza il risultato d’esercizio. Si compone di 3 parti:
• Stato patrimoniale
• conto economico
• nota integrativa
Dal punto di vista sostanziale è un procedimento tecnico-contabile di determinazione del reddito e del capitale aziendale. Il bilancio non va considerato solo un rendiconto della gestione effettuata nell’esercizio di riferimento, ma anche come momento di collegamento tra lesione svolta e futura (infatti ci sono voci che riguardano eventi futuri come fondi rischio, spese e valutazione delle rimanenze). Per eseguire un bilancio si devono tenere presente alcuni postulati deve essere anche stilato con chiarezza e deve presentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società ed il risultato economico dell’esercizio.
• Principio della continuità di che ogni volta che si è iniziato a scrivere il bilancio con un metodo si deve continuare con quel metodo cioè non si può cambiare
• Principio della neutralità non devono essere favoriti gli interessi di una parte a discapito di altre
• Principio della prudenza bisogna sempre avvantaggiarsi nelle perdite e creare dei fondi.
• Principio della competenza si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell’esercizio indipendentemente dalla data di incasso e pagamento (ratei e risconti)
• Principio della valutazione separata gli elementi devono essere riportati nel bilancio per voci omogenee
• Deroghe i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all’altro e vanno spiegati nella nota integrativa
Lo stato patrimoniale è la parte statica dell’azienda riepiloga le attività e passività (inventario). La differenza tra attività e passività è il capitale netto. Nelle attività abbiamo i crediti verso i soci, immobilizzazioni (70-8o%) che si dividono in: materiali (fabbricati, terreni ecc.) immateriali (brevetti, diritti d’autore, concessioni, licenze) finanziarie (azioni anticipazioni), nelle attività troviamo anche il capitale circolante attivo (20-30%) che è dato dalle rimanenze dai crediti dalle attività finanziarie e dalle liquidità (cassa, banca e posta) e infine i ratei e i risconti attivi. Nelle passività abbiamo il patrimonio netto che include il capitale sociale, le riserve, gli utili e le perdite. Troviamo anche i fondi rischi e spese, TFR trattamento di fine rapporto, i debiti (breve medio lungo termine) e i ratei e i risconti passivi.
Il conto economico si basa sul reddito (costi e ricavi) è la parte dinamica dell’azienda dove sono riportati tutti i suoi movimenti. Si divide in aggregati: valore della produzione (ricavi principale e accessori); i costi della produzione (TFR costi attivi e passivi); proventi e oneri finanziari (ricavi finanziari), rettifiche (spostamenti e modificazioni), proventi e oneri straordinari (operazioni non ordinarie di gestione, minusvalenze e plusvalenze).
Componenti straordinarie del reddito si suddividono in straordinari positivi e straordinari negativi del reddito. Negli straordinari positivi troviamo le sopravvenienze attive insussistenze attive e le plusvalenze. Nelle negative troviamo le sopravvenienze passive le insussistenze passive e le minusvalenze.
La nota integrativa ha lo scopo di spiegare le voci che non sono chiare nel bilancio e deve contenere i criteri di valutazione, le rivalutazioni e svalutazioni e l’elenco delle partecipazioni (titoli).
Il bilancio deve essere accompagnato dal resoconto dell’andamento della gestione redatto dagli amministratori. Il collegio sindacale ha il compito di controllare l’amministrazione della società.
Gli indici di bilancio sono dei metodi di controllo della gestione e sono dei rapporti (ratios). Sono delle formule che vengono applicate dal bilancio, dal loro rapporto abbiamo un risultato:

1. Rapporti di composizione del capitale:
• Immobilizzazione = qui i rapporto deve essere molto alto xchè
Totale attività nell’albergo le immob. costituiscono la
Maggioranza delle attività (70-80%)
• Attivo circolante = qui il rapporto è integrativo del primo per
Totale attività cui si deve tenere su valori del (20-30%)

2. Rapporti finanziari:
• Debiti = indica quanta parte di tutte le attività è
Totale attività coperta con il ricorso al funzionamento esterno

• Capitale netto = indica quanta parte di tutte le attività è coperta
Totale attività dal capitale proprio

• Debiti a breve termine = indica il grado di copertura delle att.non
Cap. circolante immobilizzate con debiti a breve termine

3. Indici di redditività
• R.O.I risultato operativo x 100
Totale attività

• R.O.E utile d’esercizio x 100
Capitale proprio

Esempio