Organizzazione aziendale

Materie:Riassunto
Categoria:Economia Turistica
Download:783
Data:11.05.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
organizzazione-aziendale_11.zip (Dimensione: 7.04 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_organizzazione-aziendale.doc     43.5 Kb



Testo

L’ORGANIZZAZIONE
Per organizzazione aziendale intendiamo il coordinamento tra le risorse umane, le risorse materiali ed immateriali di cui l’azienda dispone e le strutture, i rapporti, i meccanismi operativi e le procedure seguite nell’impiego di tali risorse e nelle relazioni con il mondo esterno.
L’organizzazione in ogni tipo d’azienda presenta due aspetti fondamentali:
• Organizzazione fisico-tecnica, che riguarda le mobilità operative con cui sono utilizzati i beni materiali disposti per l’attività aziendale ( fabbricati, macchinari, impianti…)
• Organizzazione del fattore umano, la quale riguarda le relazioni intercorrenti fra gli individui con ruoli diversi e responsabilità diverse.
Gli obbiettivi organizzativi
In linea generale possiamo affermare che l’organizzazione deve tendere a migliorare le prestazioni e i risultati dell’attività aziendale. Ciò è ottenuto cercando di realizzare nel modo più efficace:
➢ Il coordinamento dell’azione dei vari protagonisti dell’attività aziendale;
➢ Il controllo delle azioni svolte, mediante un opportuno confronto fra i risultati ottenuti e quelli preventivati;
➢ La divisione del lavoro, attuando una precisa attribuzione di funzioni e di competenze ai vari soggetti che partecipano all’attività aziendale,
➢ Una chiara assegnazione dei poteri decisionali in particolare, gli obbiettivi organizzativi che ciascuna azienda intende perseguire sono:
* La riduzione dei costi mediante l’impostazione di una struttura impegnata ad accelerare i tempi di realizzazione del servizio, a sfruttare intensamente i beni materiali a sua disposizione ecc…
* La qualità dei prodotti e dei servizi immessi sul mercato, che deve essere tale da riuscire sempre meglio a soddisfare le esigenze della clientela.
Le principali funzioni aziendali e i relativi organi
In ogni azienda si possono individuare quattro tipi fondamentali di funzioni:
1. le funzioni di comando e di indirizzo: dette anche funzioni volitive, riguardano le decisioni relative alla progettazione dell’azienda e alla pianificazione della sua attività in vista degli obbiettivi generali e programmati; hanno quindi un contenuto di tipo strategico.
2. le funzioni direttive o gestionali: traducono in programmi gestionali in direttive concrete di piani strategici; si tratta quindi di funzioni tattiche.
3. le funzioni esecutive o operative: sono quelle che consistono nella materiale esecuzione delle operazioni programmate.
4. le funzioni di controllo: affidate al collegio sindacale, rispondono all’esigenza di verificare costantemente lo svolgimento delle operazioni aziendali.
Nelle forme aziendali più elementari, tali funzioni sono svolte tutte da una stessa persona, imprenditore-proprietario, la quale concentra in se ogni potere decisionale, direttivo, esecutivo e di controllo. Tali tipi di aziende sono di tipo accentrato, in cui il comportamento imprenditoriale è di norma individualistico, autonomo ed autoritario.
Non appena l’azienda cresce e l’attività si fa più complessa, il proprietario delega ad altre persone una parte delle proprie competenze, a partire da quelle esecutive relative a specifiche aree d’attività, ma conservando per se tutti i poteri d’indirizzo, di direzione e di controllo.
Organi fondamentali
Nella struttura organizzativa si possono individuare diversi tipi d’organi, i quali sulla base delle funzioni prevalenti da esse esercitate, possono raggrupparsi nelle seguenti categorie:
➢ ORGANO VOLITIVO: è il soggetto, individuale o collettivo, per volontà del quale l’azienda sorge ed esiste. Esso stabilisce le linee generali della politica aziendale, definendone gli aspetti strategici, cioè gli indirizzi e i piani con i quali si vogliono realizzare gli obbiettivi. Nelle imprese individuali l’organo volitivo è il proprietario o l’imprenditore. Nelle società invece è costituito dall’assemblea dei soci o, meglio, dal gruppo dei soci che formano il soggetto economico e dal consiglio d’amministrazione.
➢ ORGANI DIRETTIVI: sono costituiti dai soggetti che hanno il compito in piani e programmi concreti le deliberazioni dell’organo volitivo. Essi programmano e coordinano a livello gestionale il lavoro aziendale, assumendo le decisioni e dando le disposizioni necessarie per rendere operanti le scelte dell’organo volitivo. Perciò si dice che essi svolgono compiti di tipo tattico gestionale. Nelle S.p.a, gli organi direttivi sono costituiti dall’amministratore delegato, dal direttore generale e dai direttori che sono a capo delle diverse aree gestionali o delle varie divisioni in cui è divisa l’attività aziendale.
➢ ORGANI ESECUTIVI: sono gli impiegati o gli operai a cui spettano le esecuzioni delle operazioni aziendali in attuazione delle disposizioni degli organi direttivi.
Esistono altre 2 categorie di organi che sono un po’ particolari, gli organi di controllo e gli organi consultivi.
➢ ORGANI DI CONTROLLO: affidato al collegio sindacale, sono quelli che compiono un attività di revisione e di verifica sull’operato degli altri organi. Alcuni accertano che l’azione degli organi direttivi si svolga nel rispetto delle norme e risponda ai criteri amministrativi; altri, invece, controllano i comportamenti dei soggetti di determinate unità organizzative.
➢ ORGANI CONSULTIVI: invece sono coloro che operano come unità di supporto nei confronti degli organi direttivi di alto e medio livello, svolgono cioè un’attività di consulenza specializzata, Gli organi consultivi si dicono anche organi di Staff.
Il sistema organizzativo aziendale
Il sistema organizzativo aziendale comprende:
➢ Una struttura organizzativa, costituita dall’insieme degli organi e delle unità organizzative che svolgono le funzioni concesse ai principali sottosistemi aziendali.
➢ Un sistema decisionale che stabilisce che ha il potere di prendere le decisioni necessarie per raggiungere gli obbiettivi aziendali.
➢ Un sistema informativo, vale a dire un’adeguata organizzazione delle informazioni e della loro circolazione all’interno e all’esterno dell’azienda.
La costruzione di una struttura organizzativa richiede che siano stabiliti con gran chiarezza i livelli d’autorità e di responsabilità, definendo i soggetti che emanano ordini e quelli che li devono eseguire.
L’organigramma: è una rappresentazione grafica delle funzioni degli organi di un’azienda con riferimento alla loro gerarchia.
1

Esempio