EQUAZIONE DI FISHER

Materie:Appunti
Categoria:Economia Politica

Voto:

1 (2)
Download:430
Data:13.06.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
equazione-fisher_1.zip (Dimensione: 5.49 Kb)
trucheck.it_equazione-di-fisher.doc     29.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

• EQUAZIONE FISCHER
LA TEORIA SISTEMATICA DELLA MONETA, ELABORATA DA FISHER, ECONOMISTA AMERICANO, SOSTIENE CHE UN INCREMENTO DELLA QUANTITÀ DI MONETA DETERMINA UNJ PROPORZIONALE AUMENTO DI LIVELLO GENERALE DEI PREZZI, PERCIÒ UNA DIMINUZIONE DEL POTERE D’ACQUISTO.
VICEVERSA, UNA CONTRAZIONE DELLA QUANTITA’ DI MONETA CAUSA UNA DIMINUZIONE DEI PREZZI D’UGUALE MISURA PERCENTUALE, SECONDO LA TEORIA QUANTITATIVA DI FORMULARE FISHERIANA. IL LIVELLO DEI PREZZI E’ DIRETTAMENTE PROPORZIONALE ALLA QUANTITA’ DI MONETA ED ALLA SUA VELOCITA’ DI CIRCOLARE ED E’ PROPORZIONALE AL VOLUME DEI BENI SCAMBIATO.

P= MV/Q M= QUANTITA’ DI MONETE ESISTENTE UN SISTEMA ECONOMICO
V= VELOCITA’ DI CIRCOLAZIONE DELLA MONETA, N. DI SCAMBI CHE I MEZZI MONETARI COMPIONO.
Q= QUANTITA’ DEI BENI E SERVIZI SCAMBIATI IN UN PAESE.
P= LIVELLO GENERALE DEI PREZI.

FISHER SUPPONE CHE NEL BREVE PERIODO V E Q FOSSERO COSTANTI, OSSERVANDO CHE LA VELOCITA’ DI CIRCOLAZIONE DIPENDESSE DALLE ABITUDINI DEI SOGGETTI ECONOMICI (CHE VARIANO SOLO NEL LUNGO PERIODO) E CHE IL VOLUME DEI BENI SCAMBIATI (DATA L’ESISTENZA DI UN EQUILIBRIO AUTOMATICO DI PIENA OCCUPAZIONE, COME SOSTENEVANO I CLASSICI) NON POTESSSE ESSERE AUMENTATO NEL BREVE PERIODO.

• L’INFLAZIONE E’ LA TENDENZA DELL’AUMENTO DEI PREZZI E LA DIMINUZIONE DEL VALORE DELLA MONETA. L’INFLAZIONE NON E’ UN FENOMENO RECENTE. INFATTI, IN GERMANIA SUBITO DOPO IL DOPOGUERRA PER ACQUISTARE UN FRANCOBOLLO ERANO NECESSARI MILIONI D’EURO, MENTRE IN ITALIA I PREZZI SI MOLTIPLICARONO PER QUATTRO!!

LE CAUSE D'INFLAZIONE POSSONO ESSERE MOLTEPLICI.

1) INFLAZIONE DA UN ECCESSO D’OFFERTA: SOSTIENE CHE LA RESPONSIBILITA’ DELL’INFLAZIONE E’ ATTRIBIUTA ALLE SCELTE SBAGLIATE DI POLITICA MONETARIA. QUESTO FENOMENO E’ DOVUTO ALL’ESISTENZA DI UNA QUANTITA’ DI MONETE CHE ECCEDE IL VOLUME DELLA TRANSIZIONE.
2) INFLAZIONE DA DOMANDA:QUESTA TEORIA SI ATTRIBUISCE ALLA CAUSA DELL’AUMENTO DEL LIVELLLO GENERALE DEI PREZZI E DA UN ECCESSO DELLA DOMANDA AGGREGATA.
3) INFLAZIONE DAI COSTO DEL LAVORO: STIPULAZIONE DI UN CONTRATTO COLLETTIVO, I LAVORATORI D’ALCUNI SETTORI OTTENGONO DEI MIGLIORAMENTI RETRIBUITI, SE I SINDACATI DEGLI IMPRENDITORI OTTENGONO UN AIMENTO DELLA PRODUZIONE DEL LAVORO, QUESTI ULTIMI NON DETERMINAVANO ALCUNA PRESSIONE INFLAZIONISTICA.
4) INFLAZIONE DA COSTO DELLA MATERIA PRIME:GLI IMPROVVISI AUMENTI DELLE MATERIE PRIME SPINGONO LE IMPRESE AD ELEVARE I PREZZI. I PAESI DEDITI AD UN’ECONOMIA DI TRASFORMAZIONE BUONA PARTE DI LORO VIENE IMPORTATA DALL’ESTERO, E SI PARLA D’INFLAZIONE IMPORTATA.

Esempio