Rendiconto finanziario con dati a scelta

Materie:Altro
Categoria:Economia Aziendale
Download:824
Data:05.05.2005
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
rendiconto-finanziario-dati-scelta_1.zip (Dimensione: 21.39 Kb)
trucheck.it_rendiconto-finanziario-con-dati-a-scelta.doc     145.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

RENDICONTO FINANZIARIO DI CCN
CON DATI A SCELTA
Anche questa esercitazione con dati a scelta si può suddividere in varie sequenze:
I FASE – RICOSTRUZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO DELL’ANNO N CON DATI A SCELTA
Innanzi tutto bisogna analizzare i dati di partenza forniti, che possono essere Cp, Ci, determinati indici, CCN … o anche informazioni sulla situazione dell’impresa, sulla politica d’ampliamento attuata, …
Una volta in possesso dei vincoli di partenza, bisogna effettuare la ricomposizione ordinata di:
• STATO PATRIMONIALE a stati comparati (anno n e anno n-1) lasciando inizialmente vuota la colonna riferita all’anno n-1.
• CONTO ECONOMICO anno n, con l’aggiunta di particolari costi e ricavi non monetari (come plusvalenze, minusvalenze, costruzioni in economia).

STATO PATRIMONIALE



Immobilizzazioni
1800
Capitale proprio
1500



Attivo circolante
1200
Capitale di terzi
1500




Totale
3000
Totale
3000
Iniziando da CP = 1500 come dato di partenza, costruiamo lo stato patrimoniale sintetico:
• CAPITALE DI TERZI
Volendo avere l’indice d’indebitamento (CT/CP) non superiore a 1, poniamo CT = CP = 1500
• CAPITALE INVESTITO
Sommando i due valori otteniamo CI = CP + CT = 3000
• ATTIVO
Ipotizzando un’impresa industriale senza eccessiva rigidità (che non è cioè un’industria pesante) possiamo determinare:
IMMOBILIZZAZIONI = 3000 * 60% = 1800
ATTIVO CIRCOLANTE = 3000 * 40% =1200
CAPITALE PROPRIO
1. RN ==> volendo avere un ROE (RN/CP) pari al 12% ==> 180
2. CS ==> 500
3. RISERVE ==>820 per differenza
CAPITALE DI TERZI
1. DEBITI A BREVE ==> in una situazione normale li poniamo ½ dell’attivo circolante ==> 600
a. Debiti v/fornitori ==> 550 ==> in questo modo teniamo una dilazione ottenuta di 56 giorni con acquisti pari a 3000 ((acquisti +Iva) /debiti = tasso di rotazione)
b. Banche c/c pass. ==> 40
c. Debiti diversi ==> 10
2. DEBITI A MEDIO/LUNGO ==> 900 (calcolati per differenza)
a. Debiti tfrl ==> 400 (2/3 del costo d’acquisto * 2/3 / 13.5) * anni d’attività
b. Prestito Obbligazionario ==> 500 è meglio che non superi il doppio del capitale sociale
c. Mutui Passivi ==> 0
IMMOBILIZZAZIONI
1. COSTO STORICO ==> 3600
2. FONDO AMMORTAMENTO ==> 1800
ATTIVO CIRCOLANTE
1. SCORTE ==> ½ dell’attivo corrente ==> 600
2. CREDITI==> 500 ==> in questo modo otteniamo dilazione ottenuta di 25 giorni con vendite pari a 6000 ((vendite + Iva) /crediti = tasso di rotazione)
3. LIQUIDITA’ ==> 100
STATO PATRIMONIALE ANNO N
Immobilizzazioni
1800
Capitale proprio
1500

Capitale sociale
500

Attivo corrente
1200
Riserve
820

Scorte
600
Utile
180

Crediti v/clienti
500


Liquidità
100
Debiti medio/lungo
900
immediate
Debiti tfrl
400


Prestito obblig.
500





Debiti a breve
600

Debiti v/fornitori
550


Banche c/c pas.
40




Debiti diversi
10

TOTALE ATTIVITA'
3000
TOTALE PASSIVITA'
3000
CE A VALORE AGGIUNTO
Vendite nette
6000
+ incremento rf prodotti
30
+ costruzione in economia
100

VALORE DELLA PRODUZIONE
6130
- costi delle materie consumate
-2980
- costi per servizi
-310

VALORE AGGIUNTO
2840
- spese del personale
-2000

MOL
840
- ammortamenti
-540
REDDITO OPERATIVO
300
- interessi passivi
-30
+ plusvalenze / - minusvalenze
5

REDDITO LORDO
275
- imposte
-95
REDDITO NETTO
180
VARIAZIONE SCORTE (VINCOLO PER IL BILANCIO DELL’ANNO N-1)
1. PRODOTTI FINITI ==> RF 300 – RI 270 = +30
2. MATERIE PRIME ==> RI 280 – RF 300 = - 20
II FASE – RICOSTRUZIONE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE DELL’ANNO (N-1) E CONTEMPORANEA INDIVIDUAZIONE DEL CONTENUTO DEL RENDICONTO FINANZIARIO DI CCN
A) CALCOLO DEL CCN DELL’ANNO N SULLA BASE DEL QUALE DETERMINIAMO IL CCN DELL’ANNO (N-1), IPOTIZZANDO UN INCREMENTO FRA I DUE ANNI PARI AL 20/30/40%
CCN ANNO N ==> ATTIVO CORRENTE 1200
- PASSIVO CORRENTE 600
600
In questo caso si ipotizza una crescita di circa il 30%:
600 : X = 130 : 100 con X = CCN dell’anno n-1 X = 460
ΔCCN = 600 – 460 = 140 ==> variazione grezza di CCN (fonti CCN – impieghi CCN)
B) RICOSTRUZIONE E SCOMPOSIZIONE DEGLI IMPIEGHI
o RIMBORSO DEBITI A MEDIO LUNGO
Con un valore del prestito obbligazionario al 31/12/n di 500 ipotizziamo un rimborso nell’anno di 200
o PAGAMENTO DEBITI TFRL
Con debiti tfrl al 31/12/n di 400 ipotizziamo un pagamento nell’anno di 50
o PAGAMENTO DIVIDENDI relativi ad utile dell’anno n-1
L’utile dell’anno n ammonta a 180 e, ipotizzando che sia avvenuta nell’esercizio una crescita pari al 20% rispetto all’anno precedente, l’utile n-1 ammonta a 150
( 180 : X = 120 :100 con X = utile n-1 X = 180/120*100 = 150 ).
Ponendo un accantonamento a riserva pari al 40%, avremo un pagamento di dividendi pari al 60% di 150, cioè 90.
o ACQUISTO IMMOBILIZZAZIONI
L’acquisto delle immobilizzazioni in una situazione di incremento della capacità produttiva è > del 60% delle fonti. A questo punto, con un’equazione possiamo trovare il totale delle fonti e,successivamente, anche il totale degli impieghi e l’ammontare dell’acquisto di immobilizzazioni..
TOT. IMPIEGHI = RIMB. DEB. M/L + PAG. DEB. TFRL + PAG. DIVIDENDI + ACQ IMM.ZIONI
TOT . FONTI = TOT . IMPIEGHI + INCREMENTO CCN
TOTALE IMPIEGHI = 200 + 50 + 90 + ACQUISTO IMMOBILIZZAZIONI
TOTALE FONTI = 340 + (T65%*TOTALE FONTI) +140
X = 340 + 0,60 X +140 X (1-0,60) = 480 X = 480/0,40 = 1370 X = TOTALE FONTI
TOTALE .FONTI = 1370
TOTALE IMPIEGHI = 1370 – 140 = 1230
ACQ. IMMOBILIZZAZIONI = 1230 – 140 = 890 890/1370 *100 =60 %
C) SCOMPOSIZIONE DELLE FONTI
o FONTE DELLA GESTIONE REDDITTUALE
UTILE ANNO N 180
+ COSTI NON MONETARI 645
ammortamenti 540
indennità tfrl 100
minusvalenze 5
- RICAVI NON MONETARI 110
plusvalenza 10
costr.economia 100
715
o FONTE INTERNA PER VENDITA DI IMMOBILIZZAZIONI
Corrisponde al 3-4-5% del totale fonti ==> 1370 * 5 / 100 / 70
o FONTI ESTERNE
Si calcolano per differenza ==> 1370 – 715 – 70 = 585
Vengono poi suddivise in:
➢ Δ CAPITALE PROPRIO
In una normale situazione è > del 50%
Viene suddiviso a sua volta in:
• Δ CAPITALE SOCIALE 200
• Δ RISERVA 135
➢ Δ DEBITI A MEDIO/LUNGO
In una normale situazione è < del 50%
Accensione di nuovi prestiti obbligazionari ==> 250
D) RICOSTRUZIONE DEI MASTRINI DELLE VOCI ESTRANEE AL CCN
RISERVE

01-gen
625

Destin. utile
60

Aum.cs
135
31-dic
820


CAPITALE SOCIALE


01-gen
300

Aumento
200
31-dic
500


IMMOBILIZZAZIONI
01-gen
1415


Acquisto
890
Prezzo ven.
30
Costr. Econ.
100
Prezzo ven.
40
Plusvalenza
10
Minusv.
5

Amm.ti
540


31-dic
1800
PRESTITO OBBLIG.
DEBITI TFRL

01-gen
11450

01-gen
350
Rimborso
200


Pagamento
50



Accens.
250

Ind. Tfrl
100
31-dic
11500


31-dic
400


E) INDICAZIONE IN STATO PATRIMONIALE NELL’ANNO (N-1) DELLE VOCI CHE NON FANNO PARTE DEL CCN
STATO PATRIMONIALE A STATI COMPARATI

ANNO(N-1)
ANNO N

ANNO(N-1)
ANNO N
IMMOBILIZZAZIONI
1415
1800
CAPITALE PROPRIO
1075
1500

Capitale sociale
300
500
ATTIVO CORRENTE
1200
Riserve
625
820
Scorte
600
Utile
150
180
Crediti v/Clienti
500


Liquidità immediate
100
DEBITI M/L
800
900

Debiti tfrl
350
400

Prestito Obbligazionario
450
500




PASSIVO CORRENTE
600

Debiti v/fornitori
550

Banche c/c pass
40

Debiti diversi
10






TOTALE ATTIVITA'

3000
TOTALE PASSIVITA'

3000
F) SCOMPOSIZIONE ATTIVO CORRENTE E PASSIVO CORRENTE
Variazioni positive – Variazioni negative = 140
INCREMENTO ATTIVITA’ CORRENTI
SCORTE 50
CREDITI V/CLIENTI 130
LIQUIDITA’ 70
+DECREMENTO PASSIVITA’ CORRENTI
BANCHE C/C PASSIVE 35
TOT. VARIAZIONI POSITIVE = 285
INCREMENTO PASSIVITA’ CORRENTI
DEBITI V/FORNITORI 140
DEBITI DIVERSI 5
+DECREMENTO ATTIVITA’ CORRENTI
TOT. VARIAZIONI NEGATIVE = 145
G) INDICAZIONE IN STATO PATRIMONIALE NELL’ANNO (N-1) DELLE VOCI CHE FANNO PARTE DEL CCN E VERIFICA DELL’UGUALIANZA ATTIVITA’ E PASSIVITA’ ANNO (N-1)
STATO PATRIMONIALE A STATI COMPARATI

ANNO(N-1)
ANNO N

ANNO(N-1)
ANNO N
IMMOBILIZZAZIONI
1415
1800
CAP. PROPRIO
1075
1500

Capitale sociale
300
500
ATTIVO CORRENTE
950
1200
Riserve
625
820
Scorte
550
600
Utile
150
180
Crediti v/Clienti
370
500


Liquidità immediate
30
100
DEBITI M/L
800
900

Debiti tfrl
350
400

Prestito Obblig.
450
500




PASSIVO CORRENTE
490
600

Debiti v/fornitori
410
550

Banche c/c pass
75
40

Debiti diversi
5
10






TOTALE ATTIVITA'
2365
3000
TOTALE PASSIVITA'
2365
3000
H) RICOMPOSIZIONE ORDINATA DEL RENDICONTO FINANZIARIO COMPLETO DI CCN E SUO COMMENTO
FONTI
%
IMPIEGHI %
Fonte gestione reddituale
715
52%
Acquisto di immobilizzazioni
890 65 %
Vendite di immobilizzazioni
70
5%
Pagamento debiti tfrl
50 3,6%
Aumento debiti m/l
250
18%
Diminuzione debiti .m/l
200 14,60%
Aumento patrimonio Netto
335
25%
Diminuzione patrimonio.netto
90 6,6 %
TOTALE IMPIEGHI
1230
Incremento CCN
140 10,22%
TOTALE FONTI
1370
100%
TOTALE A PAREGGIO
1370 100 %
A questo punto è necessario commentare il rendiconto finanziario scritto, allo scopo di esprimere un giudizio sulle fonti ,sugli impieghi e sulla correlazione fra fonti ed impieghi, integrando le informazioni fornite dal rendiconto finanziario anche con il calcolo ed il commento di opportuni indici di bilancio.

Esempio



  



Come usare