Il bilancio di esercizio

Materie:Appunti
Categoria:Economia Aziendale
Download:1037
Data:21.06.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bilancio-esercizio_13.zip (Dimensione: 9.43 Kb)
trucheck.it_il-bilancio-di-esercizio.doc     51 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL BILANCIO DI ESERCIZIO
Il bilancio è il prospetto che si ottiene con una contabilità sistematica e che mette in evidenza, oltre al risultato di esercizio, la situazione patrimoniale ed economica dell’impresa.
I principi da seguire quando si esegue il bilancio sono:
- chiarezza: deve essere comprensibile
- prudenza: non bisogna sopravvalutare i crediti e sottovalutare i debiti
- competenza: vanno considerati esclusivamente costi e ricavi maturati nell’esercizio, indipendentemente dalla data di incasso o pagamento
- continuità: tra un esercizio e un altro
- informazione completa: per consentire, per esempio ai creditori, di valutare le reali possibilità di recupero dei crediti.
Il bilancio è composto da tre documenti:
1. Stato Patrimoniale
2. Conto economico
3. Nota integrativa
1. STATO PATRIMONIALE
E’ un prospetto che rappresenta la struttura qualitativa e quantitativa del patrimonio dell’impresa (la struttura operativa nell’ambito della quale si sviluppano i processi di acquisto, trasformazione e vendita). Il documento mette in evidenza: le attività e le passività finali e il capitale netto finale.
E’ composto da:
- attivo, nel quale si trovano le categorie in cui sono confluiti i mezzi a disposizione dell’impresa
- passivo, nel quale si trovano le categorie che identificano l’origine dei mezzi finanziari dell’impresa (fonti di finanziamento), con la divisione tra patrimonio netto e debiti verso terzi.
Rappresentazione analitica delle voci che compongono lo Stato Patrimoniale:
ATTIVO
PASSIVO
A) Crediti v/soci per versamenti
ancora dovuti
A) Patrimonio netto
(capitale, riserva da sovrapprezzo
delle azioni, di rivalutazione, legale,
per azioni proprie in portafoglio,
statutarie, altre riserve, utili/perdite
d’esercizio)
TOTALE
B) -Immobilizzazioni immateriali
(costi di impianto, ricerca, sviluppo,
pubblicità, diritti di brevetto, licenze,
concessioni, marchi, avviamento)
TOTALE
- Immobilizzazioni materiali
(terreni e fabbricati, impianti e
macchinari, attrezzature)
TOTALE
- Immobilizzazioni finanziarie
(partecipazioni, crediti, azioni proprie)
TOTALE
TOTALE IMMOBILIZZAZIONI
B) Fondo per rischi e oneri
(per trattamento di quiescenza e
obblighi simili, per imposte)
TOTALE
C) Attivo circolante
-Rimanenze
(materie prime, prodotti in corso di
lavorazione, prodotti finiti e merci,
acconti)
TOTALE
- Crediti
(v/clienti, v/imprese controllate,
v/controllanti, v/altri)
TOTALE
-Attività finanziarie che non
costituiscono immobilizzazioni
(partecipazioni in imprese controllate,
collegate, controllanti, azioni proprie
altri titoli)
- Disponibilità liquide
(depositi bancari e postali, assegni,
denaro e valori in cassa)
TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE
C) Trattamento di fine rapporto

D) Ratei e risconti
D) Fondo per rischi e oneri
(obbligazioni, debiti v/banche, acconti,
debiti tributari, altri debiti)
E) Ratei e risconti
2. CONTO ECONOMICO
Indica il risultato della gestione (reddito di esercizio). La sottrazione delle imposte dal risultato della gestione porta alla determinazione del risultato di esercizio: da quest’ultimo, dopo avere apportato eventuali rettifiche di valore e accantonamenti di origine tributaria, si ricava l’utile/perdita di esercizio. Il prospetto può avere due forme: a sezioni divise (si ha una separazione tra costi e ricavi) o a forma scalare (si ha l’aggregazione di componenti negativi e positivi del redito e l’evidenziazione progressiva dei risultati parziali).
Rappresentazione sintetica del Conto economico in forma scalare:
A) Valore della produzione
B) Costi della produzione
Differenza A – B
C) Proventi e oneri finanziari
D) Rettifiche di valore di attività finanziarie
E) Proventi e oneri straordinari
Risultato prima delle imposte [A – (B+C+D+E)]
Imposte sul reddito di esercizio
Risultato di esercizio
Rettifiche di valore e accantonamenti di origine tributaria
Utile/perdita di esercizio
3. NOTA INTEGRATIVA
Contiene principalmente:
- illustrazione dei criteri adottati nella valutazione delle voci del bilancio e nelle rettifiche di valore (es. ammortamenti, svalutazioni)
- spiegazione dei movimenti delle immobilizzazioni
- composizione analitica delle voci relative ai costi d’impianto e di ampliamento dei costi di sviluppo
- variazioni dell’attivo/passivo
- elenco delle quote di partecipazione possedute, del capitale e del patrimonio netto, dell’utile o della perdita dell’ultimo esercizio
- ammontare dei crediti e dei debiti di durata superiore a 5 anni
- ripartizione di ricavi e vendite.

Bilancio di esercizio

Esempio