Il bilancio

Materie:Appunti
Categoria:Economia Aziendale

Voto:

1.7 (3)
Download:702
Data:15.04.2009
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bilancio_14.zip (Dimensione: 8.95 Kb)
trucheck.it_il-bilancio.doc     87 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL BILANCIO

Il bilancio è un documento di derivazione contabile; è il risultato finale di un sistema complesso di operazioni e scritture. Il bilancio è il documento che viene redatto alla fine di ogni esercizio con cui si rappresentano la situazione patrimoniale e finanziaria dell'azienda e il risultato economico dell'esercizio. La sua compilazione è disciplinata dal Codice Civile e i destinatari sono compresi nell'ambiente in cui l'impresa opera.

Nelle imprese individuali e nelle società di persone il bilancio è un documento interno con lo scopo di fornire una conoscenza della gestione aziendale al proprietario o ai soci. I criteri di valutazione sono obbligatori e per queste imprese si compongono in due prospetti: stato patrimoniale e conto economico.

Nelle società di capitali il bilancio è disciplinato dalla legge e dai principi contabili nazionali ed internazionali per quanto riguarda i documenti ed i criteri di valutazione. E' un documento pubblico che dev'essere portato a conoscenza di terzi mediante specifiche forme di pubblicità. Ha un ruolo di informazione esterna rispetto all'azienda.

I principi contabili sono le procedure, i metodi ed i criteri usati dalle imprese nella tenuta della contabilità e nella redazione del bilancio. Essi stabiliscono le modalità di registrazione delle operazioni di gestione ed i criteri di valutazione delle voci in bilancio.
I principi contabili nazionali si dividono in:
* generali: che riguardano il bilancio nel suo complesso
* applicati: che riguardano singole voci o poste del bilancio

La commissione europea ha approvato una serie di regolamenti che prevedono l'utilizzo dei principi contabili internazionali ( IAS – IFRS). Si presentano delle differenze tra normativa italiana e in quella internazionale:

SCOPO:
• nazionale: deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale, finanziaria, ed economica dell'azienda
• internazionale: mira alla valutazione dei risultati aziendali per fornire un quadro fedele della situazione

IDENTITA'
* nazionale: è un documento a garanzia dei destinatari in cui il reddito è determinato secondo criteri prudenziali e il patrimonio è determinato in base alla sua effettiva disponibilità
* internazionale: è un documento che evidenzia il reddito potenzialmente prodotto adottando il valore corrente o fair value

Il bilancio secondo la normativa italiana si compone di 3 parti:

• stato patrimoniale
• conto economico
• nota integrativa
Le spa devono allegare altri documenti e prospetti come, ad esempio, relazioni e rendiconti.

I prospetti dello S.P. E del C.E. sono redatti secondo schemi a struttura e contenuto prefissati per essere confrontati con altri anche in periodi successivi. I prospetti devono essere comparati, ovvero allineati, ed è posto divieto di compensi di partite, bisogna, infatti, indicarli in modo distinto.

Il Codice Civile impone che il bilancio dev'essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria dell'azienda e il risultato economico finale. I principi fondamentali sono quindi:

• chiarezza: il bilancio dev'essere letto e capito da persone che possiedono conoscenze normali in materia contabile
• veridicità e correttezza: deve rappresentare un quadro fedele

Altri principi: prudenza, continuità, prevalenza della sostanza sulla forma, competenza economica, valutazione separata, costanza.

Lo STATO PATRIMONIALE evidenzia il patrimonio dell'azienda a fine esercizio e la situazione finanziaria. LA sua forma è a sezioni divise:

ATTIVO

A) CREDITI VERSO I SOCI (i decimi che non sono ancora stati versati dai soci)
B) IMOBILIZZAZIONI (immateriali, materiali, finanziarie)
C) ATTIVO CIRCOLANTE ( rimanenze, crediti, attività finanziarie, disponibilità liquide)
D) RATEI E RISCONTI

PASSIVO

A) PATRIMONIO NETTO (capitale, riserve, utile/perdita)
B) FONDI PER RISCHI E ONERI
C) TFR
D) DEBITI (vari, obbligazioni)
E) RATEI E RISCONTI

Il CONTO ECONOMICO evidenzia componenti positive e negative del reddito. La forma è verticale con la configurazione a valore e costi della produzione ottenuta.
Esso presenta tre aree di gestione:

• della produzione: accoglie i costi ed i ricavi della gestione caratteristica e di quella accessoria
• della gestione finanziaria: accoglie elementi finanziari, oneri e proventi
• della gestione straordinaria: accoglie minusvalenze, plusvalenze ed insussistenze

A) VALORE DELLA PRODUZIONE (ricavi)
B) COSTI DELLA PRODUZIONE (costi)
C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI
D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE
E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI

La NOTA INTEGRATIVA illustra ed analizza lo S.P. E il C.E. fornendo anche delle informazioni aggiuntive.

Le società di minori dimensioni che non superino i 50 dipendenti e che non abbiano emesso titoli negoziati in mercati regolamentati possono redigere il bilancio in forma abbreviata.

Esistono i gruppi aziendali, ovvero un insieme di imprese distinte tra loro che fanno riferimento ad una società capo gruppo la quale possiede la maggioranza o una parte rilevante del capitale di ciascuna. Ognuna di queste società deve redigere il suo bilancio, ma vi è l'obbligo della redazione del bilancio consolidato.
Il BILANCIO CONSOLIDATO è quindi il bilancio di un gruppo aziendale e ha lo scopo di informare sulla situazione finanziaria, patrimoniale ed economica dell'intero gruppo considerato come un'unica entità. Devono essere applicati i principi contabili internazionali e dev'essere
accompagnato da una relazione sulla gestione.

Società obbligate alla redazione del bilancio consolidato:
• spa, srl, sapa
• enti pubblici che controllano una o più spa
• cooperative e mutue assicuratrici
Società esonerate:
• snc, individuali, sas, associazioni, fondazioni
• imprese controllanti e controllate che non abbiano superato dei limiti come i 250 dipendenti. Sono, però, obbligate, se una delle due ha emesso titoli quotati in borsa.

Il bilancio secondo i principi contabili internazionali deve essere composto da:

• stato patrimoniale: contenuti minimi, le attività e le passività sono distinte in corrente e non corrente, vengono evidenziati gli importi esigibili e scadenti
• conto economico: diviso in aree di gestione, non vi è distinzione tra componenti ordinari e straordinari
• prospetto di movimentazione delle poste del patrimonio netto
• rendiconto finanziario: fornisce le informazioni sui flussi monetari
• note esplicative: equivalgono alla nota integrativa

NOTA INTEGRATIVA

Descrive in modo analitico i due prospetti e ha lo scopo di informare i destinatari del bilancio integrando allo S.P. E al C.E. dati di natura extra contabile.

RENDICONTO FINANZIARIO

E' un documento in cui la società riassume tutti i flussi di cassa avvenuti in un determinato periodo, ma anche le variazioni portate da fonti ed impieghi.

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE

E' un documento di accompagnamento che riguarda la situazione della società e l'andamento della gestione. E' redatta dagli amministratori e serve per orientare verso programmi futuri i destinatari del bilancio.

Esempio



  


  1. giulietta

    sto cercando appunti sui principi contabili nazionali


Come usare