Inferno - Dante

Materie:Appunti
Categoria:Divina Commedia
Download:2105
Data:01.07.2008
Numero di pagine:19
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
inferno-dante_2.zip (Dimensione: 21.85 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_inferno--dante.doc     179 Kb



Testo

Inferno
Canto I
Luogo:Selva,Colle
Animali Allegorici:Tre fiere:Lonza,Leone,Lupa
Veltro
Sequenze del canto:Smarrimento di Dante nella Selva. Il Colle illuminato dal sole(vv.1-30)
Le tre fiere(vv. 31-60)
Apparizione di Virgilio(vv 61-78)
Preghiera di Dante e risposta di Virglio. Profezia del Veltro(vv.79-111)
La via della salvazione(vv.112-136)
Personaggi Allegorici:Virgilio
Canto II
Luogo:Selva
Le tre donne benedette:La vergine Maria,,Lucia La Beatrice
Personaggi Allegorici:Beatrice
Sequenze del canto:Sera invocazione alle Musa((vv1-9)
Sgomento di Dante. Ricordo di san Paolo e Enea(vv.10-42)
Confronti di Virgilio .Le tre donne benedette(vv. 43-126)
Dante rassicurato segue il maestro.(vv.127-142)
Personaggi Allegorici:Beatrice

Canto III
Luogo:Vestibolo dell'Inferno
Custode:Caronte
Pena: Corrono nudi dietro una bandiera,punti da mosche e da vespe,che rigano il volto ad essi il volto di sangue
Peccatori:Celestino V
Peccato:Ignavi ,angeli neutrali
Contrappasso:Come in vita evitarono ogni tipo di fatica e non seguitarono alcun ideale, così ora corrono incessantemente dietro ad una bandiera ,punti da mosche e da vespe

Sequenze del canto:La porta dell'inferno. Nuovo sgomento di Dante(vv. 1-21)
Il vestibolo dell'Inferno. Gli angeli neutrali (vv. 22-69)
Il fiume Acheronte Caronte cerca di impedire il passaggio a Dante(vv. 70-120)
Il terremoto. Dante cade in un profondo sonno(vv 121-136)
Canto IV
Luogo:Cerchio I, Limbo
Peccato: I non battezzati, sia dopo che prima la venuta di Cristo

Pena: Desiderano eternamente la visione di Dio,senza speranza di essere esauditi
Anime del Limbo:La bella scuola dei sommi poeti: Omero ,Orazio, Ovidio, Lucano
Il nobile castello degli spiriti magni:
a) Eroi:Elettra , Ettore, Enea, Cesare, Camilla, Pentesilea, il Saladino.....
b)Sapienti:Aristotele, Socrate, Platone, Democrito, Diogene, Averroè......
Contrappasso: Come in vita non conobbero Dio, così ora desiderano eternamente di vederlo, speranza di essere esauditi

Sequenze del canto: Risveglio di Dante e discesa al primo cerchio (vv. 1-24)
Il Limbo. I non battezzati e la loro pena. Discesa di Cristo (vv. 25-63)
Il luogo luminoso e la bella scuola di Omero e dei suoi sommi poeti
(vv. 64-105)
il nobile castello e gli (vv. 106-151)
Canto V
Luogo: Cerchio II
Custode: Minosse, il giudice dell'Inferno
Peccato: Lussuriosi
Pena:Sono trascinati e travolti dalla
Contrappasso: Come in vita furono travolti dalle passioni, così ora sono trascinati dalla incessante bufera
Peccatori:Semiramide, Didone, Cleopatra, Elena, Achille, Paride, Trsistano, Francesca da Rimini e Paolo Malatesta.
Sequenze del canto: Il secondo cerchio. Minosse giudice dell'Inferno (vv. 1-24)
I lussuriosi e la loro pena. Virgilio addita alcuni spiriti a Dante (vv. 25-72)
Paolo e Francesca (vv. 73-108)
Commozione di Dante.Francesca continua la narrazione .Dante sviene per la
pietà (vv. 109-142)
Canto VI
Luogo: Cerchio III
Custode:Cerbero.
Peccato:Cerbero.
Pena: Giaciono supini nel fango, sotto la pioggia di grandine, di acqua sudicia e di neve, e sono avidamente dilaniati da Cerbero.
Contrappasso: Come in vita adulsero troppo alla gola, amando cibi e bevande raffinate, così ora sono costretti a subire il tormento di una pioggia fetida e greve ,e,e poiché furono avidi sono avidamente dilaniati da Cerbero
Peccatori:Ciacco
Sequenze del canto: Il terzo cerchio.I golosi e la loro pena. Cerbero.(vv. 1-33)
Ciacco e la sua Predizione (vv. 34-99)
I dannati dopo il giudizio universale (vv.100-115)
Canto VII
Luogo:Cerchio IV
Custode:Pluto
Peccato:Avari e prodighi
Pena:Sono divise in due schiere opposte , che spingono pesanti macigni con il petto e quando si scontrano, si rimproverano a vicenda la loro colpa.
Contrappasso: Come in vita si affaticarono per amor del denaro , così ora si affaticano a spingere pesanti macigni (simbolo delle ricchezze accumulate e sperperate)
Peccatori:Papi e cardinali

Sequenze del canto: Pluto .Il quarto cerchio (vv. 1-18)
Avari e prodighi e la loro pena (vv. 19-66)
La Fortuna (vv. 67-96)
Discesa al quinto cerchio .La palude dello Stide.
Gli iracondi e gli accidiosi.(vv. 97-130)
Canto VIII
Luogo: Cerchio V
Custode:Flegias
Peccato: Iracondi e accidiosi
Pena:Gli iracondi sono immersi nella palude e si percuotono e mordono rabbiosamente;gli accidiosi sono immersi nella stessa palude e sospirano facendo gorgogliare l'acqua alla superficie
Contrappasso: Gli iracondi , che in vita percossero e dilaniarono gli altri , ora si percuotono e si mordono ; gli accidiosi ,che in vita non seppero trarre profitto dalla bellezza del mondo , ora sono immersi nella palude e noo possono parlare né godere della vista
Peccatori:Filippo Argenti
Sequenze del canto: Flegias. Dante e Virgilio attraversano la palude (vv.1-30)
Filippo Argenti (vv. 31-63)
La città di Dite (vv. 64-81)
I diavoli e la loro opposizione. Sgomento di Dante (vv. 82-130)
Canto IX
Luogo: CerchioVI Città di Dite
Custode: Le tre Furie
Peccato: Eretici
Pena:Giacciono in avelli infuocati
Contrappasso: Come in vita vissero sepolti nell'errore e illuminati da una falsa luce, così ora giacciono in avelli infuocati
Il messo celeste:Un angelo ministro della volontà divina
Sequenze del canto: Sgomento di Dante e conforti di Virgilio (vv. 1-33)
Le tre furie e la minaccia di Medusa (vv, 34-63)
Il messo celeste ( vv, 64-105)
Gli eretici (vv.106-131)
Canto X
Luogo: CerchioVI Città di Dite
Custode: Le tre Furie
Peccato: Eretici (epicurei)
Pena:Giacciono in avelli infuocati
Contrappasso: Come in vita vissero sepolti nell'errore e illuminati da una falsa luce, così ora giacciono in avelli infuocati
Peccatori:Farinata degli Uberti Cavalcante Cavalcanti
Sequenze del canto: Desiderio di Dante e risposta di Virgilio (vv. 1-33)
Farinata degli Uberti (vv. 22-51)
Cavalcante Cavalcanti(vv. 52-72)
La predizione di Farinata e la preveggenza dei dannati (vv 73-114)
Smarrimento di Dante e conforto di Virgilio (vv. 115-136)
Canto XI
Luogo: CerchioVI Città di Dite
Custode:Le tre Furie
Peccato:Eretici
Pena: Giacciono in avelli infuocati
Contrappasso: Come in vita vissero sepolti nell'errore e illuminati da una falsa luce, così ora giacciono in avelli infuocati
Peccatori:Papa Anastasio II
Sequenze del canto: La tomba di Papa Anastasio II(vv, 1-12)
Virgilio spiega a Dante la divisione dei dannati nel basso Inferno(vv. 13-66)
I dannati fuori dalla città di Dite(vv. 67-90)
Perché l'usura offende Dio (vv. 91-115)
Canto XII
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro
Luogo:1° Girone
Custode:i Centauri
Peccato:Violenti contro il prossimo: a)Nella persona(tiranni, omicidi, feritori)

b)nelle cose(guastatori ,predoni)

Pena:Sono più o meno immersi , a seconda della gravità della colpa,nel sangue bollente del Flegetonte e sono saettati dai centauri
Contrappasso: Come in vita si macchiarono di sangue o, comunque,fecero violenza , così ora stanno immersi nel sangue e subiscono la violenza dei centauri
Peccatori:a) violenti conto il prossimo della persona :
Alessandro Magno
Dionisio di Siracusa
Ezzelino da Romano
Obizzo d'Esta
b) violenti contro il prossimo delle cose:
Attila
Pirro
Sesto
Rinieri da Crneto
Rinieri dei Pazzi
Sequenze del canto: Il Minotauro. La infernale. (vv. 1-45)
Il Flegentonte e i centauri. Chirone(vv. 46-99)
Diversi violenti contro il prossimo:tiranni, omicidi,
feritori, guastatori e predoni (vv.100-139)
Canto VII
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro
Luogo:2° Girone
Custode: Arpie (per i suicidi)

Cagne (per gli scialaquatori)
Peccato: Violenti contro se stessi:

a) nella persona (suicidi)

b) nelle cose (scialaquatori)

Pena:I suicidi sono tramutati in alberi selvatici e straziati dalle arpie; gli scialaquatori, nudi, sono inseguiti e dilaniati da nere cagne.
Contrappasso: I suicidi, che disprezzano il loro corpo, sono ora tramutati in alberi o sterpi ,e poiché
straziarono se stessi , sono ora straziati dalle arpie; gli scialaquatori , che dilapidarono le proprie sostanze , sono dilaniati, nudi di tutto, da cagne fameliche.
Peccatori: a) suicidi:
Pier della Vigna
Lotto degli Agli
b) scialaquatori
Lano da Siena
Giacomo da S. Andrea
Sequenze del canto: La Selva dei suicidi e le Arpie (vv. 1-21)
Il ramoscello troncato (vv 22-54)
Pier della Vigna (vv. 55-78)
La pena dei suicidi e il loro destino, dopo laresurrezione dei corpi (vv. 79-108)
Gli scialaquatori , Lano da Siena ,Giacomo da S. Andrea (vv 109-129)
Un fiorentino suicida (vv 130-151)
Canto XIV
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro

Luogo:3° Girone
Peccato:Violenti contro Dio
a) nella persona (bestemmiatori)
Pena:Giaciono supini ed immobili sul sabbione infuocato e sotto una pioggia di fuoco
Contrappasso: Come in vita osarono scgliare bestemmie contro Dio, così ora giaciono supini ed immobili con il viso rivolto verso il cielo. La pioggia di fuoco ricorda la pena del rogo a cui erano condannati i bestemmiatori nel Medioevo
Peccatori: Capaneo
Sequenze del canto:Il sabbione e la pioggia di fuoco (vv 1-42)
Capaneo (vv. 43-75)
Il Flegentonte e l'origine dei fiumi infernali .Il Veglio di Creta (vv. 76-120)
I fiumi infernali (vv. 121 -142)

Canto XV
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro

Luogo:3° Girone
Peccato:Violenti contro Dio
b) nella natura (sodomiti )
Pena:Camminano senza posa sul sabbione infuocato e sotto una pioggia di fuoco.
Contrappasso: Come in vita furono agitate da morbide passioni, così ora camminano senza posa
Peccatori: Brunetto Latini,
Prisciano,
Francesco d'Accorso,
Andrea dei Mozzi
Sequenze del canto:L'incontro con i sodomiti (vv. 1-21)
Brunetto Latini e la sua profezia (vv. 22-99)
Letterati sodomiti (vv. 100-124)
Canto XVI
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro

Luogo:3° Girone
Peccato:Violenti contro Dio
b) nella natura (sodomiti )
Pena:Camminano senza posa sul sabbione infuocato e sotto una pioggia di fuoco.
Contrappasso: Come in vita furono agitate da morbide passioni, così ora camminano senza posa
Peccatori:Guido Guerra
Tegghiaio Aldobrandi
Jacopo Rusiticucci
Sequenze del canto:Altra schiera di sodomiti (vv. 1-27)
Jacopo Rusiticucci. Il viaggio di Dante e la corruzione di Firenze (vv. 28-90)
La .Virgilio chiama con una corda Gerione (vv. 91-136)

Canto XVII
Luogo: Cerchio VII
Custode:Minotauro

Luogo:3° Girone
Peccato:Violenti contro Dio
c) nell' arte (usurai)
Pena:Stanno seduti senza sosta sull'orlo del sabbione infuocato e sotto una pioggia di fuoco.
Contrappasso:Come in vita stettero seduti ai loro banchi per trarre dal denaro illeciti guadagni, così ora sono condannati a stare seduti in eterno.
Peccatori: Catello di rosso
Gianfigliazzi
Ciappo Obriachi
Reginaldo Scrovegni
Divisioni in sequenze: Gerione Dante eVirgilio si avvicinano al mostro (vv.1-33)
Gli usurai e la loro pena.Un membro della famiglia degli
Scrovegni (vv. 34-78)
I poeti sul dorso di Gerione. Paura di Dante (vv. 79-114)
Discesa all'ottavo cerchio (vv. 115-136)
Canto XVIII
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo:Prima Bolgia
Peccato: Seduttori:
a) per conto altrui
b) per proprio conto
Pena: Sono costretti a correre nudi, sferzati da diavoli cornuti
Contrappasso: Come in vita commisero colpe vergognose, così ora sono condannati a una pena altrettanto vergognosa
Peccatori: a) Venedico Caccianemico

b) Giasone
Luogo:Seconda Bolgia
Peccato:Adulatori
Pena: Sono sommersi nello sterco
Contrappasso: Come in vita insozzarono moralmente , così ora sono insozzati materialmente
Peccatori: Alessio Interminelli
Taide
Divisioni in sequenze: L'ottavo cerchio (vv. 1-18)
Prima Bolgia. I seduttori per conto altrui ( ruffiani ) e Venedico
Caccianemico. I seduttori per proprio conto e Giasone (vv. 19-99)
Seconda Bolgia. Gli adulatori .Alessio Interminelli e Taide (vv. 100-136)
Canto XIX
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo:Terza Bolgia
Peccato: Simoniaci
Pena:Sono confitti in buche di pietra , con la testa all' ingiù ; e tengono i piedi fuori dalla buca , con le piante lambite da fiamme.
Contrappasso:Come in vita tentarono di accumulare denaro, così ora sono confitti in buche di pietra ; e poiché capovolsero la legge di Cristo, ora tengono la testa all'ingiù; e poiché calpestarono la fiamma dello Spirito Santo , hanno ora le piante dei piedi lambite da fiamme
Peccatori: Niccolò III
Divisioni in sequenze: Terza Bolgia. I simoniaci e la loro pena. (vv. 1-30)
Papa Niccolò III (vv. 31-87)
Invettiva contro i Papi simoniaci (vv. 88-117)
Ritorno sull'argine (vv. 118-133)
Canto XX
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Quarta Bolgia

Peccato:indovini
Pena:Hanno il capo stravolto dalla parte del dorso, in modo che sono costretti a guardare e a camminare sempre all'indietro
Contrappasso: Come in vita vollero veder troppo nel futuro tentando di violar i segreti di Dio, così ora sono costretti a guardare e a camminare sempre all'indietro
Peccatori: Anfiarao
Tiresia
Arunte
Manto
Euripilo
Michele Scotto
Guido Bonatti
Asdente
Divisioni in sequenze: Quarta Bolgia. Gli indovini e la loro pena. Pietà di Dante (vv. 1-30)
Incontro con alcuni indovini: Anfiaro,Tiresia ,Arunte ,Manto (vv. 31-60)
Origine di Mantova (vv. 61-102 )
Incontro con altri indovini: Euripilo, Michele Scotto, Guido Bonatti,
Asdente. (vv. 103-130)

Canto XXI
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Quinta Bolgia

Custode:Malebranche
Peccato: Barattieri
Pena:Sono immersi nella pece bollente,e,se tentano di uscirne vendono uncinati e sgraziati dai diavoli.
Contrappasso:Come in vita usarono l'arte della frode , così ora sono immersi nella pece bollente ; e, poiché furono bugiardi e sleali ora sono alla mercè di diavoli bugiardi e sleali
Peccatori:Un anzian di Santa Zita
Divisioni in sequenze:Quinta Bolgia . I barattieri e la loro pena (vv. 1-21)
I demoni. Un anzian di Santa Zita (vv. 22-57)
Virgilio e i diavoli ( vv. 58-105)
L'inganno di Malacoda . La compagnia dei diavoli (vv. 106-139)

Canto XXII
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Sesta Bolgia

Custode:Malebranche
Peccato: Barattieri
Pena:Sono immersi nella pece bollente,e,se tentano di uscirne vendono uncinati e sgraziati dai diavoli.
Contrappasso:Come in vita usarono l'arte della frode , così ora sono immersi nella pece bollente ; e, poiché furono bugiardi e sleali ora sono alla mercè di diavoli bugiardi e sleali
Peccatori:Ciampolo di Navarra
Divisioni in sequenze:I poeti e i diavoli sull'argine del lago di pece (vv. 1-30)
Ciampolo di Navarra. Frate Gomita e Michele Zanche (vv. 31-96)
La beffa di Ciampolo ai diavoli (vv 97-123)
La zuffa tra Alichino e Calcabrina (vv. 124-151)
Canto XXIII
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Sesta Bolgia

Custode:Malebranche

Peccato:Ipocriti
Pena: gli ipocriti camminano lentamente, piangendo, sotto pesantissime cappe , esternamente dorate , ma internamente di piombo .Gli ipocriti religiosi, che consigliarono la morte di Cristo , giacciono crocifissi in terra e sono calpestati da tutti gli altri ipocriti.
Contrappasso:Gli ipocriti , che in vita usarono circospezione nei loro pensieri e nelle loro azioni , ora camminano lentamente; e, poiché nascosero i loro veri sentimenti , sono ora nascosti da cappe.
Gli ipocriti religiosi , che consigliarono la morte di Cristo, sono crocifissi in terra, e poiché calpestarono la verità , devono ora sentire sopra di sé il peso di tutta l'ipocrisia
Peccatori:Catalano dei Catalani
Loderingo degli Andalò
Caifas

Divisioni in sequenze:Ira fra i diavoli e fuga dei due poeti (vv. 1-57)
La sesta Bolgia. Gli ipocriti e la loro pena (vv. 58 -72)
Catalano e Loderingo Caifas ed Anna (vv. 73-126)
Verso la settima Bolgia (vv. 127-148)
Canto XXIV
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Settima Bolgia

Peccato:Ladri
Pena: Corrono nudi e spaventati in mezzo a numerosi serpenti, che legano ad essi le mani dietro le reni e li tormentano in vario modo ; e talora essi stessi si tramutano in serpenti
Contrappasso:Come in vita ricorsero all' astuzia , così ora sono tormentati e talora trasformati in serpenti, simbolo di astuzia; e poiché usarono le mani per impadronirsi della roba altrui , ora hanno le mani legate dietro i reni
Peccatori: Vanni Fucci
Divisioni in sequenze :Breve sgomento di Dante. Salita sull'argine (vv. 1-60)
La settima bolgia . I ladri e la loro pena (vv. 61-96)
Vanni Fucci e la sua predizione ( vv. 97-151)
Canto XXV
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Settima Bolgia

Peccato:Ladri
Pena: Corrono nudi e spaventati in mezzo a numerosi serpenti, che legano ad essi le mani dietro le reni e li tormentano in vario modo ; e talora essi stessi si tramutano in serpenti
Contrappasso:Come in vita ricorsero all' astuzia , così ora sono tormentati e talora trasformati in serpenti, simbolo di astuzia; e poiché usarono le mani per impadronirsi della roba altrui , ora hanno le mani legate dietro i reni
Peccatori: Agnolo Brunellechi
Buoso Donati
Puccio Sciancato
Cianfa Donati
Francesco dei Cavalcanti
Divisioni in sequenze : Empio gesto di Vanni Fucci e sua punizione. Invettiva di Dante contro Pistoia. Il centauro Caco. (vv. 1-33)
Trasformazione di un serpente, Cianfa Donati, e di un uomo, Agnolo Brunellechi, in una mostruosa figura (vv. 34-78)
Trasformazione di un serpente, Francesco dei Cavalcanti, in un uomo e di un uomo ,Buoso Donati,in un serpente (vv. 79-151)
Canto XXVI
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Ottava Bolgia
Peccato:Cosiglieri fraudolenti
Pena: Vagano per la Bolgia, avvolti ciascuno in una fiamma appuntita a guisa di lingua.
Contrappasso:Come in vita suscitarono con i loro consigli incendi di liti e di sventure , così ora sono avvolti ciascuno in una fiamma appuntita a guisa di lingua.; e poiché turbarono la pace e il riposo altrui, vanno ora vagando per la Bolgia senza riposo
Peccatori:Ulisse e Diomede
Divisioni in sequenze :Invettiva di Dante contro Firenze (vv. 1-12)
L'ottava Bolgia. I consiglieri fraudolenti e la loro pena (vv. 13-42)
Ulisse e Diomede (vv. 43 -75)
Ulisse narra il suo ultimo viaggio (vv. 76-142)
Canto XXVII
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Ottava Bolgia
Peccato:Cosiglieri fraudolenti
Pena: Vagano per la Bolgia, avvolti ciascuno in una fiamma appuntita a guisa di lingua.
Contrappasso:Come in vita suscitarono con i loro consigli incendi di liti e di sventure , così ora sono avvolti ciascuno in una fiamma appuntita a guisa di lingua.; e poiché turbarono la pace e il riposo altrui, vanno ora vagando per la Bolgia senza riposo
Peccatori: Guido da Motefeltro

Divisioni in sequenza:Incontro con Guido da Motefeltro (vv. 1-30)
Le condizioni politiche della Romagna nel 1300 (vv. 31-54)
Il consiglio fraudolento di Guido (vv. 55-129)
I due poeti riprendano il cammino (vv.130-136)
Canto XXVIII
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Nona Bolgia
Custode:Un demone con la spada
Peccato:Seminatori di discordie :
a)religiose
b) politiche
c)familiari

Pena:Sono divisi e mutilati dalla spada di un demonio, che li colpisce più o meno gravemente a secoda della loro colpa , quando gli passano dinanzi girando per la Bolgia
Contrappasso: Come in vita divisero i membri di una religione o di un partito o di una famiglia , così ora sono divisi e mutilati nelle membra del loro corpo
Peccatori:a) Maometto Alì
b) Pier da Medicina Curione Mosca dei Lamberti
c)Bertram dal Bornio La nona Bolgia
Divisioni in sequenza : I seminatori di discordie e la loro pena (vv. 1-21)
Maometto, Alì e la profezia per fra Dolcino (vv. 22-63)
Pier da Medicina Curione Mosca dei Lamberti (vv. 64-111)
Bertram dal Bornio (vv. 112 -142)
Canto XXIX
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo: Nona Bolgia
Custode:Un demone con la spada
Peccato:Seminatori di discordie

Pena:Sono divisi e mutilati dalla spada di un demonio, che li colpisce più o meno gravemente a secoda della loro colpa , quando gli passano dinanzi girando per la Bolgia
Contrappasso: Come in vita divisero i membri di una religione o di un partito o di una famiglia , così ora sono divisi e mutilati nelle membra del loro corpo
Peccatori:Geri del Bello
Luogo: Decima Bolgia
Peccato:Falsari
a) dei metalli, alchimisti
Pena: Sono sfigurati da malattie schifose e ripugnanti :scabbiosi e lebbrosi
Contrappasso: Come in vita sfigurarono in vari modi la verità, così ora sono sfigurati nei corpi: le scorie della scabbia e della lebbra ricordano forse le schiume dei metalli trattati dagli alchimisti.

Peccatori:Grifolino d'Arezzo
Capocchio dab) Siena
Divisioni in sequenze:Incontro con Geri del Bello (vv. 1-36)
La decima bolgia.I falsari e la loro pena.(vv 37-69)
Primi gruppo: Falsari dei metalli (cabbiosi e lebbrosi ) Grifolino d'Arezzo e
Capocchio da Siena (vv. 70-139)
Canto XXX
Luogo: Cerchio VIII
Custode:Gerione

Luogo:Decima Bolgia
Peccato:Falsari : della persona
c)della moneta

d)della parola
Pena:b) rabbiosi che corrono mordendo

c)idropici
d)tormentati dalla febbre
Contrappasso: b)la rabbia ricorda forse l'avidità irresisitibile che ha indotto a falsare la pena.
c)L'idropisia ,con i suoi cattivi umori, ricorda forse i metalli vili introdotti nelle
monete;
d)la febbre , provocando il delirio, ricorda forse la confusione di parole farse e
parole vere.
Peccatori:b) Gianni Schicchi e Mirra
c)Maestro Adamo
d) la moglie di Putifarre e Sinone
Sequenze del canto:Secondo gruppo: i falsari della persona ,Incontro con Gianni Schicchi e
Mirra (vv.1-45)
Terzo gruppo : i falsari della moneta :Maestro Adamo(vv. 46-90)
Quarto gruppo i falsari della parola la moglie di Putifarre e Sinone (vv.91-99)
Alterco fra maestro Adamo e Sinone (vv. 100-148)
Canto XXXI
Luogo:Pozzo dei Giganti
Custodi e Peccato:Giganti;essi sono custodi del Nono Cerchio e, nello stesso tempo, sono peccatori puniti. I Giganti abusarono della loro forza per levarsi in vario modo contro la Divinità

Pena:Sono incatenati e posti dall'ombelico in giù dentro un pozzo infernale
Contrappasso:Come in vita osarono levarsi contro la Divinità , così ora sono ridotti all'impotenza e sprofondati nel pozzo dell'inferno
Peccatori: Nembrot
Fialte
Anteo
Sequenze del canto:Verso il pozzo dei Giganti (vv.1-45)
Incontro con Nembrot (vv. 46-81)
Incontro con Fialte (vv. 82-111)
Anteo depone i poeti nel Cocito (vv. 112-145)
Canto XXXII
Luogo: Cerchio IX
Custode:I Giganti

Luogo:Prima Zona
Custode:Caina
Peccato:Traditori dei parenti
Pena:Sono più o meno immersi nel ghiaccio a seconda della loro colpa:
a) immersi nel ghiaccio fino al capo, con il viso piegato all'ingiù.
Luogo:Seconda Zona
Custode:Antenora
Peccato:Traditori della patria e della parte politica
Pena:Sono più o meno immersi nel ghiaccio a seconda della loro colpa:
b)immersi nel ghiaccio fino a metà del capo,con il viso diritto.
Contrappasso:Come in vita ebbero il cuore così duro e freddo da tradire le persone più care, così ora ora sono immerse nel duro ghiaccio del lago di Cocito
Peccatori:a) Alessandro e Napoleone degli Alberti
Camicione dei Pazzi
b) Bocca degli Abati
Buoso da Duera
Tesauro dei Beccaria
Gianni dei Soldanieri
Gano di Maganza
Tebaldello Zambrasi
Sequenze del canto:Invocazione alle Muse (vv. 1-15) Prima zona Caina e i traditori dei congiunti
Incontro con Alessandro e Napoleone degli Alberti e Camicione dei Pazzi
(vv. 16-69)
Seconda zona: l'Antenora e i traditori della patria. Incontro con Bocca degli
Abati (vv. 72-123)
Il conte Ugolino e il vescovo Rugggeri (vv. 124-139)
Canto XXXIII
Luogo: Cerchio IX
Custode:I Giganti

Luogo:Seconda Zona
Custode:Antenora
Peccato:Traditori della patria e della parte politica
Pena:Sono più o meno immersi nel ghiaccio a seconda della loro colpa:
b)immersi nel ghiaccio fino a metà del capo,con il viso diritto.
Luogo:Terza Zona
Custode:Tolomea
Peccato:Traditori degli amici e dei commensali
Pena: Sono immersi supini nel ghiaccio con il volto rivolto verso l'alto, in modo che le lacrime si congelino nelle cavità degli occhi
Contrappasso:Come in vita ebbero il cuore così duro e freddo da tradire le persone più care, così ora ora sono immerse nel duro ghiaccio del lago di Cocito
Peccatori:b) Il conte Ugolino
li vescovo Ruggeri
c)Frate Alberigo
Branca D'Oria
Sequenze del canto: Il conte Ugolino narra la sua tragica fine.Invettiva di Dante contro Pisa
( vv. 1-90)
Terza Zona: la Tolomea e i traditori degli amici e dei commensali.Incontro con Frate Alberigo Branca D'Oria.Invettiva di Dante contro i genovesi (vv.91-157)
Canto XXXIV
Luogo: Cerchio IX
Custode:I Giganti

Luogo:Quarta Zona
Custode:Giudecca
Peccato:Traditori dei benefattori
Pena : d) immersi interamente nel ghiaccio in varie posizioni
Contrappasso:Come in vita ebbero il cuore così duro e freddo da tradire le persone più care, così ora ora sono immerse nel duro ghiaccio del lago di Cocito
nessun peccatore in specifico
Luogo: Il centro della Terra
Peccato:Traditori della autorità politica e religiosa
Pena :Sono in bocca a Lucifero che li dilania
Contrappasso:Come in vita ebbero il cuore così duro e freddo da tradire le persone più care, così ora ora sono immerse nel duro ghiaccio del lago di Cocito
Peccatori: Giuda
Bruto
Cassio
Divisioni in sequenza: Quarta zona:La Giudecca e i traditori dei benefattori (vv. 1-15)
Incontro con Lucifero: Giuda Bruto Cassio maciullati dalle tre bocche del
diavolo (vv. 16-67)
La difficile via di uscita dall'Inferno .Dubbi di Dante e spiegazione di
Virgilio. (vv.68-120)
Origine dell'inferno e del Purgatorio.I due poeti attraverso la
, giungono alla superficie dell'emisfero australe
(vv. 121-139)

Esempio