il palramento: descrizioni

Materie:Appunti
Categoria:Diritto

Voto:

1.5 (2)
Download:121
Data:26.01.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
palramento-descrizioni_1.zip (Dimensione: 4.42 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-palramento:-descrizioni.doc     29 Kb



Testo

• Il parlamento è presente nella costituzione dalll’ articolo 55 al 82.
• Il parlamento è composto dalla camera dei deputati e dal senato della repubblica.
• In un parlamento bicamerale perfetto qualunque decisione si adotti deve ottenere separatamente l’ approvazione delle due camere, tranne in alcuni casi stabiliti espressamente dalla costituzione.
• Sono elettori i cittadini italiani che abbiano compiuto 18 anni per la Camera e 25 per il senato. Possono essere eletti deputati gli elettori che hanno compiuto 25 anni, senatori coloro che ne hanno compiuti 40.
• L’ articolo 67 stabilisce che i parlamentarti non hanno alcun obbligo di rispettare l’ incarico ( il mandato) che hanno ricevuto dagli elettori. L’ articolo 68 serve per garantire ai parlamentari di poter agire in piena libertà e tutelarli da ingerenze esterne. Vengono riconosciuti loro due tipi di immunità: _-_l’ irresponsabilità per le opinioni espresse e i voti dati nell’ esercizio delle loro funzioni _-_l’ immunità processuale per reati commessi. L’ articolo 69 gli dà un’ indennità che serve, non soltanto per compensare il mancato guadagno ma anche per affrontare le spese che derivano dalla loro carica
• La magistratura può avviare le indagini, interrogare il parlamentare, svolgere il relativo processo senza necessità dell’ autorizzazione della camera di appartenenza . poiché l’ attività delle camere è assai complessa, all’ interno di queste vengono create delle commissioni permanenti. Le commissioni permanenti sono quattordici alla camera e tredici al senato e si distinguono in base alla competenza per materia. Esse si riuniscono in sede referente se esaminano questioni sulle quali poi devono riferire in aula o in sede deliberante se la commissione ha il potere di approvare in via definitiva. Le commissioni sono d’ inchiesta o bicamerali.
• Governo e parlamento non agiscono separatamente ma in stretto coordinamento. Il governo può iniziare la sua attività solo se il parlamento gli ha dato la fiducia. I parlamentari conoscono l’ attività svolta dal governo tramite le interrogazioni, l’ interpellanza, le inchieste e le mozioni di fiducia o sfiducia. La mozione di fiducia è quella che il governo deve ottenere dalle camere presentando il suo programma, la seconda (sfiducia) è quella con cui il parlamentare revoca la fiducia del governo.
• Le camere esprimono la propria volontà attraverso le deliberazioni. Perché siano valide occorre:
che vi sia il numero legale, cioè deve essere presente in aula la maggioranza dei componenti di ciascuna camera_-_ che siano approvate dalla maggioranza semplice, cioè dalla maggioranza dei parlamentari presenti in aula per i quali occorre la maggioranza assoluta cioè la metà più uno dei membri effettivi della camera.
• Il parlamento dura in carica cinque anni; tale periodo si chiama legislatura. Il presidente della repubblica dichiara lo scioglimento delle camere e indice le elezioni. Può accadere che le camere vengano sciolte prima della scadenza, in questo caso si terranno le elezioni anticipate.

LE FORME DI GOVERNO
Per forma di governo si intende principalmente la relazione e rapporto fra parlamento, governo e capo dello stato. Vi sono tre tipi di forme:
PARLAMENTARE: solo il parlamento è eletto dai cittadini. Il governo è composto da primo ministro e ministri e deve avere la fiducia del parlamento. Il capo dello stato è un organo di equilibrio dei poteri e garanzia della costituzione. Viene aletto dal parlamento.
PRESIDENZIALE: il capo dello stato è anche il capo del governo ed è scelto direttamente dai cittadini. Anche il parlamento è eletto dai cittadini. Manca il rapporto di fiducia perciò il parlamento non può provocare la caduta del governo
SEMI PRESIDENZIALE due organi direttamente eletti dai cittadini: l’ assemblea nominale e il capo dello stato. Il potere esecutivo viene diviso tra capo dello stato e capo del governo. C’ è il rapporto di fiducia.

Esempio