Gli organi comunitari

Materie:Tesina
Categoria:Diritto

Voto:

1.5 (2)
Download:294
Data:13.02.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
organi-comunitari_1.zip (Dimensione: 446.21 Kb)
trucheck.it_gli-organi-comunitari.doc     489 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

I principali organi dell’unione europea sono il CONSIGLIO DEI MINISTRI, il CONSIGLIO EUROPEO, LA COMMISSIONE, il PARLAMENTO EUROPEO e la CORTE DI GIUSTIZIA.
Il consiglio dei ministri
Composizione
Il Consiglio è il principale organo decisionale dell'UE.
Come il Parlamento europeo, è stato creato dai trattati istitutivi negli anni '50. Esso rappresenta gli Stati membri e alle sue riunioni partecipa un ministro di ciascun governo nazionale degli Stati membri.
I ministri partecipano alle riunioni in funzione dei temi all'ordine del giorno. Se, per esempio, il Consiglio deve discutere problemi ambientali, alle riunioni partecipa il ministro dell'Ambiente di ciascun paese dell'UE e si parla di " Consiglio Ambiente" .
Esistono nove diverse configurazioni del Consiglio:
==> Affari generali e relazioni esterne
==> Affari economici e finanziari (" ECOFIN" )
==> Giustizia e affari interni
==> Occupazione, politica sociale, salute e tutela dei consumatori
==> Concorrenza (mercato interno, industria e ricerca)
==> Trasporti, telecomunicazioni ed energia
==> Agricoltura e pesca
==> Ambiente
==> Istruzione, gioventù e cultura
La presidenza del consiglio è tenuta, a rotazione, per un periodo di 6 mesi, da ciascun paese dell'Unione
LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
2005
Gennaio-Giugno
Lussemburgo
Luglio-Dicembre
Gran Bretagna
2006
Gennaio-Giugno
Austria
Luglio-Dicembre
Finlandia
Funzioni
==> Adottare leggi europee, ha infatti l'ultima parola sull'approvazione dei regolamenti e delle direttive
==> Coordinare le politiche economiche generali degli Stati membri
==> Concludere accordi internazionali tra l'UE e uno o più Stati o organizzazioni internazionali
==> Approvare il bilancio dell'UE insieme al Parlamento europeo
==> Elaborare la politica estera e di sicurezza comune sulla base degli orientamenti generali definiti dal Consiglio europeo
Il consiglio non è politicamente responsabile di fronte al parlamento europeo (da cui non può ricevere la sfiducia), né di fronte a qualsiasi altro organismo europeo. I singoli ministri che prendono parte alle riunioni del consiglio continuano a rispondere delle loro scelte esclusivamente di fronte ai rispettivi parlamenti nazionali.

Il consiglio europeo
Composizione
È formato dai capi di stato o di governo degli stati membri, nonché dal presidente della commissione. Si riunisce due volte all'anno nel paese che ha la presidenza di turno. Nel consiglio europeo ogni paese è quindi rappresentato ai massimi livelli.
Funzioni
Le riunioni del consiglio europeo rappresentano il momento più importante della vita dell'Unione. Esse; infatti, definiscono periodicamente gli orientamenti politici generali, affrontano le questioni più spinose, cercano di trovare una soluzione in caso di conflitto tra gli stati membri.
Il consiglio europeo non ha tuttavia competenze formali: non ha potere legislativo e non può prendere alcuna decisione giuridicamente vincolante per l'Unione. Ma gli indirizzi che scaturiscono dalle riunioni del consiglio europeo hanno un'enorme importanza pratica: essi orientano l'attività di tutti gli altri organi dell'Unione.
La commissione
Composizione
La commissione è un organismo permanente formato da un presidente e da 30 commissari. Il presidente è nominato dal consiglio dei ministri a maggioranza qualificata. I commissari sono proposti dagli stati membri e nominati dal consiglio dei ministri. I cinque maggiori stati membri (Germania, Francia, Italia, Gran Bretagna e Spagna) hanno il diritto di proporre due commissari ciascuno. Gli altri paesi ne propongono uno. Una volta nominata, la commissione si presenta al parlamento europeo da cui deve ottenere l'approvazione. L’attività della commissione è posta sotto il controllo del parlamento che può togliere la fiducia e costringerla alle dimissioni.
La commissione resta in carica 5 anni, tanto quanto il parlamento europeo. Viene designata subito dopo le elezioni del parlamento e decade al momento delle elezioni successive.
I commissari non rappresentano gli interessi dei paesi a cui appartengono e non dipendono dai propri governi, ma agiscono collegialmente per realizzare gli interessi dell'Unione nel suo complesso. Ogni commissario si occupa di un settore di attività (in analogia con i ministri nei governi nazionali). Il presidente della commissione ha funzioni simili a quelle del capo del governo nei singoli stati.
Funzioni
==> Propone gli atti legislativi al Parlamento e al Consiglio
==> Dirige ed esegue le strategie politiche e il bilancio dell'Unione
==> Vigila sull'applicazione del diritto europeo (insieme alla Corte di giustizia)
==> Rappresenta l'Unione europea a livello internazionale, per esempio nei negoziati con paesi terzi per la conclusione di accordi
Il parlamento europeo
Composizione
Il parlamento europeo è formato da 732 deputati, eletti a suffragio universale ogni 5 anni, dai cittadini di tutti i paesi dell'Unione. Ha sede a Strasburgo, in Francia. Il numero di deputati che viene eletto da ciascun paese è fissato in modo da tener conto della diversa dimensione di ognuno, ma anche in maniera da garantire ai paesi più piccoli una rappresentanza sufficiente. Poiché non si è trovato un accordo per adottare un sistema elettorale comune, ogni paese elegge i propri deputati secondo modalità diverse stabilite da ciascuno stato.
Per sottolineare che il parlamento e un istituzione comunitaria, e non solo la somma di deputati di paesi diversi, al suo interno i deputati non sono suddivisi per nazione, ma per gruppi politici formati dai partiti di ispirazione analoga dei diversi paesi.
Funzioni
==> Condivide con il Consiglio il potere legislativo. Il fatto che esso è eletto direttamente dai cittadini contribuisce a garantire la legittimità democratica del diritto europeo; il parlamento collabora con il consiglio dei ministri alla formulazione dei regolamenti e delle direttive in modo più o meno intenso a seconda degli argomenti a cui tali atti normativi si riferiscono. Per alcune materie si applica la procedura di consultazione: il parlamento dà solo un parere non vincolante, di cui il consiglio dei ministri può non tener conto. Per altre materie sono previste procedure di cooperazione in cui le scelte del parlamento acquistano un peso maggiore
==> Esercita un controllo democratico su tutte le istituzioni dell'UE e in particolare sulla Commissione. Ha il potere di approvare o respingere la nomina dei commissari e ha il diritto di censurare collettivamente la Commissione
==> Condivide con il Consiglio il potere di bilancio dell'UE e può pertanto modificare le spese dell'UE. Alla fine della procedura, adotta o respinge il bilancio nel suo complesso
La corte di giustizia
Composizione
La corte di giustizia ha sede a Lussemburgo ed è composta da 15 giudici designati di comune accordo dai governi per una durata di 6 anni.
Funzioni
==> Controllo giurisdizionale sull’osservanza dei trattati e degli atti normativi dell’Unione
==> La corte ha il compito di giudicare sulle controversie in merito all'applicazione dei trattati istitutivi dell'Unione; ad essa può rivolgersi la commissione quando ritenga che uno stato non abbia rispettato gli impegni comunitari. Le sentenze della corte possono ordinare allo stato inadempiente di provvedere ad adeguare la propria legislazione al diritto comunitario

Esempio



  



Come usare