La Sacra Corona Unita

Materie:Riassunto
Categoria:Diritto Ed Economia
Download:114
Data:09.10.2006
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sacra-corona-unita_1.zip (Dimensione: 11.83 Kb)
trucheck.it_la-sacra-corona-unita.doc     32.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

LA SACRA CORONA UNITA
E' stata battezzata la quarta mafia e conta 47 clan e 1561 affiliati. È un'organizzazione minore rispetto alle altre mafie, per presenza sul territorio e per giro d'affari. Quasi tutti i suoi capi conosciuti sono stati arrestati.
Raffaele Cutolo affida a Pino Iannelli e Alessandro Fusco l'incarico di dare vita ad una organizzazione chiamata Nuova Camorra Pugliese che, di fatto, nasce nel 1981. E almeno fino al 1982 ci riesce. Poco più tardi arriva lo sganciamento dalla camorra. Prendono corpo così le prime organizzazioni mafiose pugliesi : la Sacra Corona Unita nel Salento e La Rosa a Bari. La Sacra Corona Unita viene fondata da Giuseppe Rogoli nel carcere di Lecce la notte di Natale del 1983. Rogoli condannato in primo grado all'ergastolo per l'omicidio del titolare di una tabaccheria in provincia di Bari era stato iniziato alla 'ndrangheta nel carcere di Porto Azzurro da un esponente di primo piano della mafia calabrese, Umberto Bellocco ma, come sottolinea Guido Ruotolo, nel suo libro "La quarta mafia", c'è anche chi fa risalire la scoperta dell'esistenza della mafia pugliese a qualche mese prima. Esattamente al 5 ottobre del 1983, quando uno spacciatore di eroina, Vittorio Curci, confida ai magistrati di Bari di aver assistito, in piena notte, ad una strana cerimonia di affiliazione a una associazione segreta. Il capo cerimoniere si chiamava Romano, il "battezzato" Giovanni Dalena. Dal 1987, con la "benedizione" di Rogoli, si afferma a Bari "La Rosa" che, sotto il controllo del clan dei Romano di Acquaviva delle Fonti, mantiene rapporti con la famiglia Fidanzati, per il commercio della cocaina. Il Salento, comunque, resta l'epicentro della quarta mafia.

Esempio



  



Come usare