La Borsa Valori

Materie:Riassunto
Categoria:Diritto Ed Economia

Voto:

2.5 (2)
Download:963
Data:18.04.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
appunti-borsa-valori_1.zip (Dimensione: 4.55 Kb)
trucheck.it_la-borsa-valori.doc     28.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La Borsa valori
Il mercato finanziario è il complesso delle contrattazioni relative ai prestiti a media e lunga scadenza. Esso può attivarsi tramite l’azione delle banche o l’altro canale – Borsa dei valori.
La Borsa dei valori è il mercato in cui vengono negoziati i titoli finanziari , sia privati sia pubblici , aventi natura azionaria o obbligazionaria. La Borsa consente le contrattazioni tra chi ha bisogno di finanziamenti a medio e lungo termine (imprese ,stato) e chi, disponendo di capitali, in tende investirli (risparmiatori).
I principali strumenti finanziari trattati i borsa valori sono tre: Azioni (quote del capitale sociale)
Obbligazioni (conferiscono la posizione del capitale sociale) Titoli pubblici (emessi dallo stato per finanziare le spese pubbliche).
Valore nominale , quello iscritto sul titolo stesso e che viene determinato dall’ente emitente.
Le azioni , al contrario delle obbligazioni, hanno inoltre un valore reale, dato dal rapporto tra il valore del patrimonio sociale e il numero delle azioni emesse. Tutti i contratti assumono poi, in relazione alla loro domanda e alla loro offerta sul mercato finanziario ,un valore di mercato- quotazione di borsa . Più titolo è richiesto più aumenta il suo valore e viceversa.
.La società emittente per poter quotare in borsa i propri titoli deve possedere i seguenti requisiti: 1)i bilanci degli ultimi tre esercizi devono risultare in utile 2) il patrimonio netto deve superare 5000000€ 3)i titoli di cui si chiede la quotazione devono risultare già diffusi tra il pubblico.
I fattori influenti sulle quotazioni: la situazione della società ( la sua situazione economicamente positiva e in crescita stimolerà gli operatori ad acquistare i titoli e vic.) la situazione economica generale (riferimento alla congiuntura- specifica fase economica che un paese sta attraversando, e al futuro) l’importanza della fiducia ( ottimismo spinge a comprare e quindi aumentare le quotazioni vic. con la sfiducia) La concorrenza di altre tipologie d’investimento.(l’acquisto delle opere d’arte o immobili).
Gli operatori di borsa: I venditori stabili (le imprese , lo Stato e gli altri enti pubblici che collocano in Borsa i propri titoli per procurarsi i finanziamenti necessari alla gestione della propria attività). I compratori stabili (rappresentati dai risparmiatori che vogliono investire i loro capitali), che operano tramite Investitori istituzionali (fondi comuni di investimento e le compagnie assicurative). Gli speculatori (soggetti che concludono contratti di acquisto o di vendita speculativo, si suddividono in: rialzisti e ribassisti)
Aggiotaggio consiste nel diffondere tra gli operatori notizie false e tendenziose a scopo di riuscire a ottenere il vantaggio speculativo mirato.
Insider trading consiste nello sfruttamento di notizie riservate per procurare a sé o ad altri un ingiusto vantaggio.
I contratti di Borsa vengono attuati tramite procedure telematiche.
Tipologie di contratti: a contanti o a pronti e a termine. Liquidazione in contratti è obbligatoria per tutte le compravendite in borsa il contratto deve essere eseguito entro un periodo variabile da 2 a 10 giorni a seconda dei titoli trattati.
Contratto derivato è un contratto il cui valore è collegato al prezzo di uno strumento sottostante, che può essere un azione , un indice, un avaluta, un tasso di interesse o una generica merce.
I tipi dei contratti derivati : Futures (sono le scommesse che hanno per l’oggetto l’andamento della quotazione di determinati titoli) I contratti di opzione (sono contratti a termine e possono essere a opzione call o a opzione put) I contratti swap (sono contratti che tutelano contro il rischio dei cambi e consistono nell’accordo tra un soggetto e una banca , in base al quale la banca si impiega a pagare , alla scadenza del credito , un valore corrispondente alla differenza di cambio intervenuta rispetto al tempo in cui il contratto fu concluso.

Esempio



  



Come usare