Aspetti energetici delle reazioni chimiche

Materie:Altro
Categoria:Chimica

Voto:

2.5 (2)
Download:425
Data:13.03.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
aspetti-energetici-reazioni-chimiche_1.zip (Dimensione: 8.21 Kb)
trucheck.it_aspetti-energetici-delle-reazioni-chimiche.doc     45 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ASPETTI ENERGETICI DELLE REAZIONI CHIMICHE
SCOPO:
Rilevare se si ha uno sviluppo o un assorbimento di calore quando avviene una determinata reazione chimica.
STRUMENTI:
Provette, contagocce, portaprovette, bunsen, pinze ,termometro.
PROCEDIMENTO:
Prelevare gli elementi da far reagire e unirli nella provetta osservando gli effetti e lo sviluppo \ assorbimento di calore da parte della reazione.
ASPETTI TEORICI:
REAZIONI CHIMICHE: Le reazioni chimiche sono trasformazioni che comportano una variazione della composizione chimica della sostanze originarie (reagenti), con formazione di nuove sostanze (prodotti).
CALORE SPECIFICO: Il calore specifico è la quantità di energia o ceduta da 1 g di materiale durante un aumento o una diminuzione di temperatura di 1 °C.
REAZIONI
1. NH4Cl + H2O NH4+ + Cl-
2. MgCl2 + Na2CO3 NaCl + MgCO3

3. CuSO4 + Zn ZnSO4 + Cu
4. NaOH + H2O Na+ + OH-
5. HCl + NaOH NaCl + H2O

SVILUPPO O ASSORBIMENTO DI ENERGIA
1. Temperatura iniziale: 20°
Temperatura max\min: 16°
Differenza di temperatura: -4°
2. Temperatura iniziale: 20°
Temperatura max\min: 19°
Differenza di temperatura: -1°
3. Temperatura iniziale: 21°
Temperatura max\min: 27°
Differenza di temperatura: +6°
4. Temperatura iniziale: 20°
Temperatura max\min: 58°
Differenza di temperatura: +38°
5. Temperatura iniziale: 20°
Temperatura max\min: 26°
Differenza di temperatura: +6°
CALORE PRODOTTO DALLA REAZIONE
FORMULA: Q= m x cs x t
1. 15x0.00418x(-4.2)= -0.26 KJ
2. 30x0.00418x(-1.3)= -0.16 KJ
3. 15x0.00418x5.5= 0.34 KJ
4. 15x0.00418x28.1= 1.8 KJ
5. 30x0.00418x5.7=0.71 KJ
OSSERVAZIONI
Per rendere significativi i risultati ottenuti, per poter confrontare cioè le diverse reazioni chimiche dal punto di vista energetico occorre riferirsi a una stessa quantità di reagenti. Dovete calcolare quindi la quantità di calore scambiato con l’ambiente riferite a una mole dei due reagenti. Questa quantità prende il nome di calore molare di reazione.
CALORE MOLARE DI REAZIONE
1. 0.023mol 0.023:-0.26=1:x rispetto a NH4Cl
x=-11.3 KJ/mol
2. 0.142mol 0.142:-0.16=1:x rispetto a Na2CO3
x=-1.126 KJ/mol
3. 0.008mol 0.008:0.34=1:x rispetto a Zn
x=94.4 KJ/mol
4. 0.83mol 0.83:1.8=1:x rispetto a H2O
x=2.16 KJ/mol
5. 0.42mol 0.42:0.714=1:x rispetto a HCl
x=1.7 KJ/mol

GRUPPO
1 REAZIONE 1t
2 REAZIONE 2t
3 REAZIONE 3t
4 REAZIONE t
5 REAZIONE5t
1
-4
-1
6
38
6
2
-4
-1
5
27
6
3
-4
-1
6
25
6
4
-4
-2
4
25
5
5
-4
-1
4
28
5
6
-5
-2
8
28
6
VALORE MEDIO
-4,2
-1,3
5,5
28,5
5,7
Q (KJ)
-0,26
-0,16
0,34
1.8
0.71
OSSERVAZIONI:
Nella quarta reazione si sono rilevati dei valori di molto superiori alla media.

Esempio