Vitamine

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2 (2)
Download:231
Data:04.06.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
vitamine_2.zip (Dimensione: 6.7 Kb)
trucheck.it_vitamine.doc     31 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

VITAMINE(=amine della vita: 1°gruppi aminici)
Composti organici di varia struttura chimica, necessari a tutti i viventi per lo svolgimento delle attività metaboliche.
Le vitamine possono essere sintetizzate solo dalle piante; gli animali devono pertanto procurarsele ingerendo direttamente vegetali, o animali che se ne cibano.
Le vitamine sono necessarie in piccole quantità; molte svolgono un ruolo essenziale nel metabolismo perché agiscono da coenzimi, ossia si legano a enzimi specifici e ne permettono la funzione di catalizzatori durante lo svolgimento delle reazioni chimiche metaboliche.
Inoltre, le vitamine contribuiscono alla produzione degli ormoni, delle cellule del sangue, del materiale genetico e di alcuni costituenti del sistema nervoso.
La carenza di una o più vitamine provoca carenze anche gravi che complessivamente prendono il nome di avitaminosi o ipovitaminosi.
Alcune vitamine sono assunte come Provitamine, composti precursori che vengono trasformati in vitamine all’interno dell’organismo.
Non tutti i meccanismi d'azione delle vitamine sono stati ancora completamente chiariti.
VITAMINE LIPOSOLUBILI E IDROSOLUBILI
Le vitamine vengono divise in due gruppi, a seconda che siano solubili nei grassi (liposolubili) o in acqua (idrosolubili).
Sono Liposolubili le vitamine A, D, E e K, che si trovano in alimenti contenenti grassi e possono essere accumulate nel tessuto adiposo dell'organismo, determinando, talora, stati di Ipervitaminosi.
Le vitamine del gruppo B e la vitamina C, invece, sono vitamine Idrosolubili; esse non si accumulano nell'organismo e devono essere assunte regolarmente.
A eccezione della vitamina D, che può essere prodotta autonomamente dall'organismo, tutte le altre devono essere presenti in una dieta corretta ed equilibrata.
In realtà questi composti, se assunti in dosi eccessive, possono interferire con l'azione di altre vitamine, anche se l'eccedenza viene rapidamente escreta all'esterno dell'organismo.
• VITAMINA A(=epitelio protettiva e antixeroftalmica) TERPENE
Detta anche retinolo, la vitamina A è un derivato dal carotene(che aiuta l’abbronzatura); influenza la formazione e la salute della pelle, delle mucose, delle ossa e dei denti e ha anche effetti sulla vista e sulla riproduzione.
La carenza di vitamina A si manifesta con fenomeni di cecità notturna o serale (emeralopia), di eccessiva secchezza della cute, di scarsa secrezione delle mucose, che determina una predisposizione alle infezioni batteriche, e un ridotto funzionamento delle ghiandole lacrimali (con danno per la naturale umidità degli occhi), opacizzazione della cornea(xeroftalmia) conseguente.
La vitamina A si trova in carote, spinaci, pomodori, latte, burro, tuorlo di uova e olio di fegato di merluzzo.
La sua funzione è di protezione degli epiteli in generale e controlla il meccanismo di visione. L’occhio, infatti, ha due cellule fotosensibili: Coni(captano luce chiara del giorno) e i Bastoncelli(captano segnali luminosi di debole intensità); in questi ultimi è contenuto un pigmento(Porpora visiva o Rodopsina) che, se colpita dalla luce, si scompone dando un segnale al nervo ottico che emette un residuo attivo.
• VITAMINA D
La vitamina D è necessaria alla formazione e al mantenimento di ossa e denti, oltre che alla ritenzione di calcio e fosforo nell'organismo. Infatti essa ha il compito di fissare, solo in presenza anche di Calcio e Fosforo, il calcio alle ossa.
Si ricava dal tuorlo d'uovo, dal fegato e dal tonno; viene prodotta anche dall'organismo per l'azione sulla pelle dei raggi ultravioletti del sole, che attivano la provitamina D3(7deidrocolesterolo) a vitamina D.
La carenza di vitamina D determina il rachitismo, che colpisce i bambini. Come le altre vitamine liposolubili, viene accumulata all'interno del corpo; quindi, un'ingestione eccessiva può dare luogo a intossicazioni, con la formazione di aree calcificate nelle articolazioni.
Anche i bambini che vengono allattati dalla mamma, naturalmente, hanno quantità di vitamina D; al contrario, i bambini allattati artificialmente, no.
• VITAMINA E(anche Epitome protettiva)
Il ruolo della vitamina E, o tocoferolo, nel corpo umano non è stato ancora completamente chiarito, anche se sembra essere una sostanza nutritiva essenziale per molte specie di vertebrati. Essa protegge l'integrità dei globuli rossi e sembra rallentare i processi di invecchiamento dell'organismo e sembra che favorisca fertilità, sia negli uomini sia nelle donne, anche se è stato ancora accertato.
È presente negli oli vegetali, nel germe di grano e nelle verdure a foglia verde. Benché la vitamina E venga accumulata all'interno dell'organismo, dosi in eccesso non sembrano avere effetti tossici particolarmente rilevanti.
• VITAMINA K
La vitamina K è indispensabile nelle reazioni di coagulazione del sangue.
Le fonti più abbondanti di vitamina K sono l'erba medica e il fegato di pesce, che vengono usati per la preparazione di concentrati di questa vitamina. Fonti alimentari sono le verdure a foglia verde, il tuorlo dell'uovo, l'olio di soia e il fegato.
In un adulto sano, un'alimentazione normale e la sintesi da parte della flora batterica intestinale sono in genere sufficienti a fornire all'organismo la vitamina K in quantità adeguata. Problemi a carico dell'apparato digerente possono limitare l'assimilazione di vitamina K e causare, quindi, lievi alterazioni della coagulazione.
VITAMINE TERMOLABILI E TERMOSTABILI
Le vitamine si classificano anche in base alle caratteristiche temperali(di temperatura). Le termolabili sono le vitamine che non resistono al minimo contatto con la temperatura ambientale(infatti, termolabili = labili a temperatura ambiente). Mentre le Termostabili(=stabili a temperatura ambiente) possono resistere anche ad una leggera cottura).

VITAMINA
FONTE
AZIONE BIOLOGICA
SINTOMI DA CARENZA
Vitamina A
Caroteni(provitamina); frutta; verdura; Latticini; tuorlo d’uovo
1) Interviene nel processo di visione notturna
2) Stimola l’accrescimento e la resistenza alle infezioni
Disturbi della vista; Alterazioni Cutanee e delle mucose.
Vitamina D(antirachitica)
Latticini;uova;olio fegato merluzzo; provitamina D3 attraverso raggi solari.
1) Stimola l’assorbimento del calcio e la sua deposizione nelle ossa e nei denti
2) Favorisce l’accrescimento.
Rachitismo.
Vitamina E(tocoferolo)
Verdure; semi oleosi
1) Antiossidante
2) Difende dai processi di invecchiamento
3) Protegge le membrane cellulari
Fragilità dei globuli rossi.

Esempio



  



Come usare