Le Ossa

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.5 (2)
Download:205
Data:08.01.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ossa_1.zip (Dimensione: 3.95 Kb)
trucheck.it_le-ossa.doc     27.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Le 206 ossa del corpo umano formano lo scheletro e si dividono in ossa lunghe (femore), ossa corte (falangi) e ossa piatte (ossa del cranio e del bacino).Lo scheletro è diviso in scheletro assile e scheletro degli arti.
Lo scheletro assile costituisce l’impalcatura del corpo e comprende la testa (cranio e faccia), la colonna vertebrale, le costole e lo sterno, il cinto scapolare e il cinto pelvico.
Il cranio è formato dalle ossa che costituiscono l’involucro protettivo del cervello, mentre la faccia comprende mascella, mandibola e altre ossa minori. La colonna vertebrale è l’asse del corpo, è formata da 34 vertebre articolate tra loro. Tra una vertebra e l’altra è disposto un disco intervertebrale cartilagineo, che consente il leggero spostamento delle vertebre. Le vertebra hanno al centro un foro; i fori sovrapposti di tutte le vertebre della colonna originano il canale vertebrale dove si trova il midollo spinale. Lo sterno è un osso piatto posto nella parte anteriore del corpo a cui si collegano le 12 paia di costole. Colonna vertebrale, sterno e costole formano la cassa toracica. Il cinto scapolare comprende la clavicola e la scapola, in cui si inseriscono le ossa della gamba. Il cinto pelvico comprende ileo, ischio e pube, forma il bacino in cui si inseriscono le ossa delle gambe.
Lo scheletro degli arti è formato da diverse ossa collegate e articolate tra loro in modo da consentire il movimento. Gli arti superiori e inferiori sono formati da ossa omologhe ma con dimensioni diverse. Gli arti superiori sono costituiti da omero (che si inserisce nel cinto scapolare) , radio e ulna, ossa del carpo e falangi. Gli arti inferiori sono formati da femore (osso più lungo del corpo che si inserisce nel cinto pelvico), tibia e perone, ossa del tarso e falangi.
Lo scheletro è principalmente formato da 2 tipi di tessuto connettivale: il tessuto osseo e il tessuto cartilagineo. Il tessuto osseo è formato da osteociti, cellule immerse in una matrice mineralizzata e resistente, contenente calcio. Ciò che dà al tessuto osseo elasticità sono alcune fibre proteiche. Il tessuto osseo può essere spugnoso o compatto. Il tessuto osseo spugnoso forma lamelle che si intersecano irregolarmente tra loro. Il tessuto osseo compatto è formato da lamelle concentriche (osteoni) disposte intorno ad un canale interno in cui passano vasi sanguigni e nervi (canale di Haevers).

La cartilagine è un tessuto connettivale con la matrice ricca di fibre che le danno resistenza ed elasticità. Ha un ruolo importante nelle articolazioni, le zone in cui due ossa si connettono. Le articolazioni possono essere fisse, come quelle tra le ossa del cranio; ma sono prevalentemente mobili in quanto consentono il movimento delle ossa. Le articolazioni mobili sono raccolte in una capsula contenente il liquido sinoviale. Questo liquido e la cartilagine limitano l’attrito tra le ossa e facilitano il movimento. Nelle articolazioni più importanti le ossa sono tenute insieme anche dai legamenti che le irrobustiscono. Le ossa e i muscoli si collegano per mezzo dei tendini che provocano il movimento delle ossa quando un muscolo si contrae.

Esempio



  



Come usare