La fecondazione artificiale

Materie:Riassunto
Categoria:Biologia

Voto:

2 (2)
Download:288
Data:14.11.2005
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
fecondazione-artificiale_1.zip (Dimensione: 8.07 Kb)
trucheck.it_la-fecondazione-artificiale.doc     37.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La fecondazione artificiale
Induzion ovulazione multipla L’induzione dell’ovulazione multipla è stata sempre una esigenza sentita fin dai “primordi” dell’era della procreazione assistita. Viene eseguita per tutti quei casi di fecondazioni assistite, in cui è necessario avere molti ovociti a disposizione per ottenere il massimo dei successi.Il motivo che inizialmente aveva spinto ad eseguire la stimolazione ovarica per ottenere più ovociti possibili era l’evenienza di occasionali mancati ritrovamenti dell’ovocita durante i cicli ovulatori spontanei; altre volte era successo di perdere l’ovocita nell’addome durante le manovre di recupero o di arrivare troppo tardi alla aspirazione, quando il follicolo si era aperto spontaneamente e aveva lasciato uscire l’ovocita. Inoltre era intuibile che l’uso di più ovociti poteva migliorare la possibilità di avere embrioni buoni per il trasferimento in utero ( transfer). Infine la possibilità di avere con una sola gravidanza due gemelli eterozigoti in coppie ormai avanti negli anni e stressate dai vari pellegrinaggi per terapie della sterilità, allettava il medico e, principalmente, le coppi stesse. Si evidenziò subito che l’utilizzazione per il transfer di più embrioni favoriva l’attecchimento di almeno uno di essi e quindi si incrementava l’incidenza delle gravidanze anche se contemporaneamente si realizzava la perdita di embrioni trasferiti apparentemente inutilmente in utero.Nelle fecondazioni assistite infatti ormai si usa trasferire in utero almeno 3 embrioni pur sapendo che quasi sicuramente se ne sprecano due.I farmaci usati per l’induzione dell’ovulazione multipla sono gli stessi adoperati per l’induzione dell’ovulazione in donne affette da sterilità anovulatoria. E’ la tecnica di somministrazione che è diversa perché deve rispondere alla nuova strategia di una stimolazione “patologica” in una donna con una “normale” ovulazione mensile. VANTAGGI UTILIZ OVULAZ MULT Maggiore disponibilità di ovociti e quindi sicurezza di trovare sempre o quasi gli ovociti necessari alla fecondazione o, eventualmente da congelare. Possibilità di confronto di più ovociti con gli spermatozoi per incrementare il numero delle fecondazioni o la disponibilità di embrioni. Possibilità di trasferire più embrioni facilitando cosi’ la percentuale di attecchimento di un singolo embrione o di più embrioni. Disponibilità di embrioni da congelare per la stessa coppia , per poterli inserire in utero in cicli successivi spontanei fisiologici o per insuccesso del trasferimento primitivo o per ottenere una successiva gravidanza. fecondazione in vitro La stimolazione consiste nel produrre ( grazie alla somministrazione d’ormoni ) lo sviluppo di più follicoli nelle ovaie Ognuno di questi follicoli contiene teoricamente un ovocita si esegue con farmaci cosiddetti induttori dell’ovulazione che sono: Clomifene gonadotropine farmaci antprolatnemic In genere, dovete alternare cicli di trattamento con cicli di riposo. E’ necessario che ognuno dei membri della coppia abbia effettuato degli esami sierologici (HIV , Epatite ) nei sei mesi precedenti l’inizio del trattamento, e che l’ultima.Spermocultura del congiunto risalga a meno di un anno e sia negativa.Il monitoraggio ecografico.Alla stimolazione segue il monitoraggio che permette di sorvegliare per mezzo di una serie di ecografie la crescita dei follicoli e si esegue a partire dal 7° / 8° giorno fino a quando si raggiungono le dimensioni superiori a 18/20 mm d i diametro. monitoragg ormonale Contemporaneamente al monitoraggio ecografico si esegue quello ormonale che consiste nel dosare in laboratorio , mediante un semplice prelievo di sangue , il 17 Bestradiolo plasmatici Raccolta di liquido seminale congiunto darà il suo sperma il giorno del prelievo degli ovociti. La raccolta effettuata in funzione dell’ora del prelievo, si fa tramite masturbazione presso il laboratorio di Fecondazione in vitro o al proprio domicilio. Un termine di astinenza di 2 giorni minimo e 3 gg . massimo prima della raccolta è consigliato per una migliore qualità dello sperma. Non dimenticate di segnalare eventuali difficoltà di raccolta. Deve essere prelevato in modo sterile, raccolto in contenitori che Vi darà il biologo . Lavarsi Accuratamente le mani e i genitali prima della raccolta. prelievo degli ovociti Il giorno prima del prelievo farete gli esami di laboratorio standard e l’elettrocardiogramma perché il prelievo degli ovociti si esegue in anestesia totale. Il giorno stabilito, all’ora stabilita Vi presenterete in clinica di giorno : troverete l’anestesista , l’ostetrica FIVET, il medico ed il personale paramedico che Vi aiuterà e agevolerà a che tutto decorra come previsto. Individuazione della gravidanza Dopo transfer dovete: Seguire il trattamento che vi è stato eventualmente prescritto. Fare i dosaggi di hCG ( test di gravidanza ) a secondo della prescrizione ( a partire dal 15° giorno dopo il prelievo ). Comunicare imperativamente i risultati positivi o negativi. Durante questo periodo di attesa , siamo a Vostra disposizione per rispondere a tutte le Vostre domande, informarvi e rassicurarvi durante questo periodo: non esitate a chiamarci. Prelievo ovuli prelievo ovocitario per la fecondazione in vitro rappresenta uno dei momenti fondamentali di questa complessa tecnica. Tutti i gruppi che hanno iniziato ad interessarsi di fecondazioni in vitro si sono dovute confrontare con il problema rappresentato dal prelievo degli ovociti. Per anni la via laparoscopica è stata la più utilizzata. esposizione ottima campo operatorio. possibilità di eseguire una esplorazione diagnostica completa della pelvi contemporaneamente al recupero ovocitario; Buona percentuale di recupero ovocitario; Possibilità di eseguire un intervento terapeutico sulle tube; Possibilità di lavorare in tridimensionale rispetto all’immagine bidimensionale ottenuta con gli ultrasuoni tecniche semplici Inseminazione intrauterina introduce nella cavità uterina, per via vaginale, con un piccolo sottile catetere di plastica il liquido seminale del coniuge trattato precedentemente, tale trattamento si definisce capacitazione ed è il lavoro che fa il biologo concentrando gli spermatozoi migliori da in seminare in vitro, da quelli poco mobili e da tutte le sostanze che compongono il liquido seminale. Sterilità femminile Le indagini primo passo è sempre quello dell'anamnesi prima e della visita ginecologica dopo: tutta la storia medica dovrà essere raccontata dalla paziente con particolare precisione sugli aspetti riguardanti il ciclo mestruale visita ginecologica Accertare manualmente la posizione, il volume dell'utero e la sua regolarità, accertare se lo spostamento manuale provoca dolore o meno e con lo speculum accertare visivamente le condizioni del collo uterino (eventuali "piaghette", polipi ecc.). ecografia pelvica informazioni fornite dagli esami ecografici sono di indubbia utilità. L'ecografia pelvica consente di mettere in luce problemi alle ovaie, all'utero, la presenza di polipi, miomi SterosalpingografiaÈ un esame radiologico che consente di valutare eventuali malformazioni o lesioni che possono essere alla base della sterilità meccanica. Consiste nell'iniettare dell'utero e nelle tube un mezzo di contrasto e nell'eseguire una serie di radiografie per studiarne il percorso. Oggi rimane il più utilizzato, è a volte doloroso, non è privo di complicazioni. Le percentuali di errore sono piuttosto alte, specie se l'interpretazione non è affidata a personale competente. La Sterilità Maschile Le cause di una mancata gravidanza sono spesso da ricercare nell'uomo. Prova ne sia il fatto che entrambi i coniugi devono sottoporsi a una serie di esami. Fino a qualche tempo fa, ma non troppi anni indietro, la sterilità maschile era una "tabù". Non era varo che una coppia che non riusciva ad avere figli concentrasse le proprie attenzioni soltanto sulla donna. Per ottenere un coinvolgimento ab inizio dell'uomo si è dovuti uscire dalla falsa idea che sterilità è uguale a mancanza di virilità. Un uomo può vivere una normale e felice attività sessuale e, allo stesso tempo, può non poter concepire figli.
CM INTERVENIRE SE DIPEND UOMO
L'esame seminale.
L'esame seminale -o spermiogramma- è l'indagine di laboratorio principale a cui viene sottoposto un uomo in questa fase. Aspermia : se non c'è liquido seminale. Ipospermia : se il volume è inferiore a 2 ml. Iperspermia: se il volume è superiore a 6 ml. Azoospermia : se nel liquido seminale non ci sono spermatozoi. Oligospermia : se il numero degli spermatozoi è inferiore a 20.000.000 per ml. Astenozoospermia : se la motilità è inferiore al 50% del numero totale. Teratozoospermia: quando gli spermatozoi ma formati superano il 50% CAUSE STERILIT MASCHILE - Nell'incapacità o nella diminuita capacità di produrre spermatozoi normali. - Nell'impossibilità di portare il seme prodotto all'esterno - Nel varicocele. - In traumi chirurgici. Nella formazione di anticorpi anti-spermatozoi.

Esempio



  



Come usare