La digestione

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:52
Data:27.11.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
digestione_5.zip (Dimensione: 4.62 Kb)
trucheck.it_la-digestione.doc     28.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La digestione

Scissione delle sostanze nutritive in molecole che vengono usate e distribuite alle cellule del corpo.
Ghiandole salivari/pancreas/fegato/cistifellea: producono enzimi per la digestione.

Processo digestivo: demolizione delle molecole alimentari

Assorbimento

Canale digerente: bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue, crasso, ano.

Tubo digerente: 4 strati. – 1 mucosa: tessuto epiteliale, muscol. liscia e membr. basale.
2 sottomucosa: fibre verose, vasi sanguigni e linfatici
3 tonaca muscolare: tessuto muscolare
4 sierosa: rivestimento esterno di tess. Connettivo.

Tubo digerente: cellule calciforme che secernano enzimi digestivi.
Tonaca muscolare: cell. musc. disposizine circolare e longitudinale.

Peristalsi: contrazioni muscolari del canale digerente che servono a mescolare il cibo.

Sfinteri: muscolatura circolare spessa che permette il passaggio da una zona all’altra del tubo digerente. Tramite contrazione e rilassamento.

Digestione:

1) Saliva: prodotta dalle ghiandole salivarie è una secrezione acquosa contenente muco. Serve a fare l’amilasi del cibo (rottura legami) con l’enzima dell’amilasi.
La saliva è controllata dal sistema nervoso appena s’introduce qualcosa i bocca. La stimolazione nervosa stimola i bottoni gustativi e le pareti della bocca.

Deglutizione: passaggio del cibo cavità orale-esofago
Esofago-stomaco

Esofago:
situato nell’addome.
Muscolo striato superiormente
Muscolo liscio inferiormente

Peritoneo: rivestimento della cavità addominale di tessuto connettivo.

Mesenteri: tengono sospesi l’intestino, lo stomaco nella cavità addominale
Tessuti cellulari con vasi sangugni, vasi lifatici e nervi.

Cardias: orifizio sempre aperto che fa da tramite tra l’esofago e lo stomaco

2) Stomaco:

e un’organo muscola con capacità di dilatarsi. Stimolato da sist nerv/endocr.
Strato mucoso: cellule epiteliali che secernano muco. Serve a non autodigerire lo stomaco con i succhi gastrici (ph alto).
Ghiandole gastriche: all’intero delle foss. gastr. producono acido cloridrico(hc1) e enzimi digestivi (pepsine). H2O+hc1= succhi gastrici.
Gastrina: ormone liberato nel sangue in presenza di cibi proteici per stimolare una maggiore produzione di succhi gastrici e aumento delle peristalsi.
Il cibo dopo essere stato lavorato dai succhi gastrici passa nell’intestino teneue.
Sfintere pilorico: comunicazione tra stomaco e intestino.

3)Intestino tenue: digestione e assorbimento del cibo tramite gli enzimi.

Intestino: le cellelule calciformi della mucosa intestinale: muco pancreas+mucosa intestinale= enzimi digestivi, bile

Fegato: ghiandola che stimola la vescichetta biliare a produrre la bile

Bile: prodotta dalla cistifellea del pancreas contiene sali e alcalini che servono ad emulsionare i grassi per essere assorbiti facilmente.

Pancreas: ghiandola che produce enzimi pancreatici che fanno:

L’amilasi: trasformazione degli amidi in maltosi

Maltasi: maltosio in glucosio

Lipasi: scomposizione dei grassi in acidi grassi e glicerina.

Tripsina: scomposizione delle catene polipeptidiche in amino.

Gli ormoni e il sist. nervoso regolano le attività digestive.

Assorbimento:

Villi intestinali: sulle pareti dell’intestino tenue vengono assorbiti per trasporto attivo i disaccaridi in monosaccaridi.
Acidi grassi e glicerina: entrano nei vasi linfatici per diffusione passiva. Vengono sintetizzati in grassi come chilomicromi e complessi lipoproteici (ldl-glicerina). I chilomicromi vengono disintegrati nel sangue e ldl immagazzinato nel fegato.

Esempio



  



Come usare