La catena alimentare e le sue componenti

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:574
Data:04.06.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
catena-alimentare-sue-componenti_1.zip (Dimensione: 5.57 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-catena-alimentare-e-le-sue-componenti.doc     27.5 Kb



Testo

Livello trofico:
La catena alimentare è una sequenza di organismi in relazione tra loro come prede e predatori.
Tramite la catena alimentare avviene lo scambio di energia tra gli organismi.
I livelli di nutrizione degli organismi viene chiamato livello trofico

Primo livello: produttori : Il primo livello trofico di una rete alimentare è occupato dal produttore primario, una pianta o un alga generalmente.
Fotosintesi per creare carboidrati e altri composti che diventano poi fonte di energia chimica.
Produttività di un livello trofico:
Produttività primaria lorda: quantità di energia che viene catturata dai produttori con la fotosintesi
Produttività primaria netta: equivale alla produttività lorda meno l’energia utilizzata dagli organismi per le loro attività metaboliche, misurata in calorie o biomassa.
Sec livello: consumatori primari: animali erbivori che si nutrono dei produttori primari. Parte dell’energia chimica assunta dall’animale viene utilizzata per le proprie attività metaboliche, un'altra parte aumenta la biomassa. L’aumento della biomassa è l’aumento del peso degli animali più quello delle progenie.
Terzo livello: consumatori secondari: animali carnivori che si nutrono di altri animali.

Più si sale di livello più l’Energia e la materia diminuiscono. Le catene alimentari si interconnettono e un organismo può far parte di un diverso livello trofico a seconda della catena alimentare stessa. in ogni ecosistema c’è un flusso di energia ( unidirezionale, che non esce) e che si disperde tra i livelli trofici. Viene rappresentato attraverso piramidi ecologiche di tre tipi:
1.Dell’energia:produttori (+ E), consumatori primari, consumatori secondari (- E),
2.Della biomassa:(peso secco della massa biologica senz’acqua). Produttori (+ Biomassa) ai consumatori secondari (- Biomassa). Nell’oceano è il contrario (lo zooplancton ha massa > fitolancton)
3.Dei numeri:il livello di base è >, si rappresenta il num. totale degli organismi di un determinato livello. Nelle foreste è il contrario (num insetti > num alberi).
Il flusso di materia è un ciclo, si trasforma continuamente ed è rappresentata dai cicli biogeochimici (viventi-ambiente-chimica). Che rappresentano la circolazione di un determinato elemento attraverso organismi e ambienti.
Ciclo del Carbonio: tutti gli organismi sono formati da C. (composti organici) il serbatoio del C è l’aria (CO2) e le rocce sedimentarie (carbonatiche). Tutti gli organismi viventi producono CO2, le piante fissano il C e fotosintetizzano (producono O2 e zuccheri). Gli organismi decompositori producono CO2. Nell’acqua le alghe(fitoplancton) fissano il C. e c’è lo zooplancton.nell’acqua si posson form le rocce carbonatiche (compattaz gusci)
Alterazione del ciclo del Carbonio: una sovrapproduzione di CO2 determina un accumulo di radiazioni infrarosse che non potendosi liberare nell’atmosfera, determinano l’innalzamento della temperatura e lo scioglimento dei ghiacci.Petrolio(decomp anaer veg e anim),carbon fossile (decomp anaer veg).Deforestazione (- Co2 assorbita).
Ciclo dell’azoto: base azotata nelle proteine,acidi nucleici. Il serbatoio di azoto è l’atmosfera (78%). Soltanto i batteri azoto fissatori sono in grado di fissare N (sono in simbiosi con le radici delle piante). Ci sono 3 tappe:ammonificazione: a partire da scorie animali e vegetali, si forma l’ammoniaca a causa delle ossidazioni che i batteri ammonificatori compiono (si sviluppa E che serve ai batteri stessi).Nitrificazione: l’ammoniaca, attraverso delle ossidazioni, viene trasformata in nitriti (NO2) e nitrati (NO3). Assimilazione: le piante, in grado di assorbire l’azoto solo sotto forma di sale, può finalmente fissare i nitrati, che utilizzerà per formare amminoacidi e proteine e per assicurarsi un’adeguata crescita.
I nitrati nel terreno, in parte vengono anche trasformati dai batteri denitrificanti attraverso una denitrificazione (riduzione). I nitriti si trasformeranno in N che verrà immesso nell’atmosfera.
Ciclo del fosforo: il gruppo fosfato è presente nei nucleotidi (nell’ATP, trasportatore chimico di E). Il serbatoio di fosforo è rappresentato dai sedimenti marini e dalle rocce sedimentarie (vengono erose e liberano i fosfati nell’aria) e gli organismi decompositori liberano fosforo dai tessuti morti, che nelle acque marine, aggiunto ai fosfati solubili che si accumulano per precipitazioni, vengono inglobati dalle rocce sedimentarie che riaffioreranno a terra attraverso movimenti geologici.
Alterazioni: eutrofizzazione: immissione di fosfati o sali azotati in acque poco profonde. Queste sostanze, assorbite dal terreno, raggiungono i fiumi e i mari provocando una pesante crescita di alghe (fioritura algale), che quando muoiono, si accumulano e i batteri decompositori aerobi (necessitano di O2) attaccando queste ingenti quantità, fanno diminuire la percentuale di O2 in acqua. Può causare morie di pesci.
Piogge acide: si hanno conseguenze in particolare per il ciclo dell’azoto. Fenomeno di acidificazione delle acque collegato alle immissioni di anidridi solforosa (SO2) e solforica (SO3), nitrosa (N2O3), nitrica (N2O5), fosforosa (P2O3), fosforica (P2O5). Queste derivano in particolare dagli scarichi di auto, dalle industrie (combustioni).L’acqua diventa acida e le piante a pH acido (basso) vengono danneggiate perché i batteri nitrificatori non agiscono più.

Esempio



  


  1. matty

    sto cercando appunti su tema Filosofia di Kant


Come usare