L'arteriosclerosi

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2.5 (2)
Download:146
Data:09.07.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
arteriosclerosi_2.zip (Dimensione: 3.28 Kb)
trucheck.it_l-arteriosclerosi.doc     21 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ARTERIOSCLEROSI
Denominazione generica designante una malattia involutiva del sistema arterioso caratterizzata da un complesso di lesioni di tipo, estensione, distribuzione e patogenesi molto varia.

Medicina
Il termine arteriosclerosi viene usato generalmente per indicare la degenerazione della tunica interna delle arterie di tipo elastico, localizzata soprattutto a livello delle arterie del cuore (ateroma coronarico), dell'aorta (ateroma aortico), dei vasi degli arti inferiori (arterite dell'arto inferiore), delle arterie dei reni e del cervello, raramente a livello del sistema arterioso polmonare. L'arteriosclerosi è caratterizzata dalla formazione, tra la tunica interna e la media, di blocchi giallastri (che dapprima sporgono leggermente, poi possono ulcerarsi e calcificarsi), nei quali è contenuta una sostanza ialina amorfa consistente in lipidi e colesterolo in abbondanza e in macrofagi e cellule spumose alla periferia, che possono provocare la formazione di trombi intrarteriosi.
L'arteriosclerosi è estremamente diffusa (la sua incidenza sembra in notevole aumento negli ultimi decenni); le sue prime manifestazioni sopravvengono in genere tra i quaranta e i sessant'anni, di solito nell'uomo.
Le cause determinanti l'arteriosclerosi sono multiple, legate all'ereditarietà, allo standard di vita dell'individuo e della comunità, in particolare alle abitudini alimentari (diete ricche di grasso degli occidentali, abuso di tabacco, di alcool, ecc.), al grado di applicazione mentale, a fattori metabolici (disturbi del metabolismo dei lipidi) e infettivi (eccezionalmente, sifilide aortica). Può essere accompagnata o no da ipertensione arteriosa, e in questo caso l'ipertensione non è più una causa ma un effetto. L'arteriosclerosi inoltre condiziona la maggior parte dei disturbi vascolari della senescenza: insufficienza della vascolarizzazione cerebrale (cerebrosclerosi), miocardica (malattia delle coronarie), renale, ecc., nonché gli accidenti acuti della trombosi (rammollimento cerebrale, infarto miocardico, cancrena di un arto), quelli di rottura (ematoma o emorragia cerebrale, aneurisma dissecante, ecc.).
L'arteriosclerosi associa i disturbi del metabolismo del colesterolo e dei lipidi a quelli involutivi della qualità del mesenchima vascolare.
La terapia è essenzialmente igienico-dietetica (eliminazione dei tossici esogeni, come alcool e fumo, regime ipolipidico, ipocalorico e ipocolesterolico), ma si avvale anche di farmaci ad azione coleretica, colagoga, ipocolesterolemizzante, nonché del trattamento di eventuali malattie discrasiche in corso.

Esempio



  



Come usare