L'apparato digerente

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2 (2)
Download:113
Data:18.05.2006
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
apparato-digerente_15.zip (Dimensione: 6.58 Kb)
trucheck.it_l-apparato-digerente.doc     28 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

E’ formato dal tubo digerente e da diversi organi specializzati.
Il lume è rivestito da epitelio mucoso che protegge la parete da eventuali escoriazioni o attacchi chimici.
L’apparato digerente svolge cinque funzioni:
- Demolizione meccanica e motilità
- Secrezione
- Digestione: demolizione chimica del cibo prima in frammenti e poi in molecole semplici.
- Assorbimento: passaggio dei prodotti della digestione e dei liquidi nel sangue o nella linfa.
- Eliminazione
BOCCA (Cavità orale)
Comincia la demolizione meccanica del cibo e la digestione dei polisaccaridi.
Triturazione attraverso i denti costituiti da:
- Smalto, deposito duro ricco di sali di calcio.
- Dentina, strato di materiale simile ad osso.
- Polpa, contenente nervi e vasi sanguigni.
Dentatura completa: 32 denti ----------- 8 incisivi, 4 canini, 8 premolari, 12 molari.
Lingua ------ muscoli scheletrici che rimescola il cibo e compie la deglutizione.
È disseminata da bottoni gustativi, addensati in strutture circolari, che contengono i recettori di gusto.
La masticazione impasta il cibo con la saliva, secreta dalle ghiandole salivari( esocrine)
Amilasi salivare(enzima),
scinde l’amido, ioni
bicarbonato, acqua,
mucine.------------------ Proteine modificate che legano i
frammenti di cibo in una soffice
pallottola, il bolo.
Le contrazioni muscolari della lingua sospingono il bolo nella faringe, canale imbutiforme collegato con l’esofago che arriva fino allo stomaco.
Prima di arrivare allo stomaco il bolo attraversa il cardias (sfintere), cioè un anello muscolare che regola l’avanzamento del materiale alimentare e ne impedisce il riflusso.
STOMACO
Organo a forma di sacco, muscolare in grado di dilatarsi.
3 funzioni:
1. immagazzinare e rimescolare il cibo
2. produrre enzimi che iniziano la digestione delle proteine.
3. regolare il passaggio del materiale alimentare nell’intestino tenue.
Epitelio: rivestimento interno dello stomaco.
Cellule presenti nella mucosa gastrica secernono circa 2 litri al giorno di succo gastrico
Liquido acquoso contenente: acido cloridico, muco, pepsinogeno, l’ormone gastrina
Chimo: miscuglio semifluido.
L’ambiente acido serve ad uccidere la maggior parte dei microrganismi che penetrano nell’organismo assieme al cibo, ma è anche causa di forti bruciori allo stomaco qualora il succo gastrico risalga l’esofago.
La digestione delle proteine inizia quando l’elevata acidità nello stomaco modifica la configurazione delle molecole proteiche, rendendo attaccabili i legami peptidici.
L’acido cloridico trasforma il pepsinogeno in una forma enzimaticamente attiva, la pepsina, che scinde le proteine in frammenti.
Gastrina ---- aumenta la produzione di succhi gastrici.
INTESTINO TENUE
3 regioni:
- duodeno
- digiuno
- ileo
Gli enzimi secreti dalle cellule epiteliali della mucosa intestinale e dal pancreas completano la digestione degli alimenti, trasformandoli in monosaccaridi, monogliceridi, acidi grassi liberi, amminoacidi e nucleotidi.
L’intestino tenue assorbe la maggior parte delle sostanze nutritive.
PANCREAS
Grossa ghiandola che produce 2 secreti:
- il succo pancreatico, contiene gli enzimi digestivi
- l’altro ha molta concentrazione di ioni di bicarbonato che servono a neutralizzare l’acido cloridico proveniente dallo stomaco.
Dal pancreas sono prodotti:
- enzimi lipasi, digestione dei grassi.
- enzimi nucleasi, prodotti insieme all’intestino tenue, intervengono sugli acidi nucleici.
- ormone dell’insulina e del glucagone, ruolo fondamentale nella nutrizione.
FEGATO
Organo che produce la bile miscela liquida contenente sali biliari, colesterolo e lecitina
Stomaco vuoto ---- bile immagazzinata nella cistifellea.
Funzione bile: emulsionare i grassi nel duodeno.
INTESTINO CRASSO
I materiali non assorbiti passano nell’intestino crasso.
3 parti:
- il cieco, segmento a forma di sacca.
- il colon, sale lungo la parte destra della cavità addominale, la attraversa orizzontalmente, per ridiscendere dalla parte sinistra.
- il retto, tratto tubolare che termina con l’ano, apertura finale dell’apparato digerente.
Le cellule del rivestimento interno del crasso secernono muco.
Dal cieco si protende una struttura tubolare, l’appendice, che non ha alcuna funzione digestiva

ASSORBIMENTO = passaggio di nutrienti, acqua e sali minerali, vitamine, nell’ambiente interno dell’organismo, cioè nel liquido extracellulare.
SEGMENTAZIONE = processo che consiste in ritmiche contrazioni delle fibre muscolari che generano movimenti oscillatori del cibo.
Avviene nell’intestino tenue. Mucosa intestinale piena di pieghe ricoperte da villi, le cui cellule epiteliali sono frastagliate per la presenza di estroflessioni, i microvilli, che sono a contatto con il cibo nel lume intestinale.
Processi di trasporto attivo consentono il passaggio di glucosio e amminoacidi attraverso la parete; l’acqua passa per osmosi.
I sali biliari contribuiscono all’assorbimento attraverso la formazione delle micelle.
Subito dopo l’assorbimento i monosaccaridi sono portati dal sangue al fegato.

Esempio



  



Come usare