il cancro

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

2.5 (2)
Download:71
Data:26.03.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cancro_2.zip (Dimensione: 3.91 Kb)
trucheck.it_il-cancro.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il cancro è una malattia in cui le cellule sfuggono all’influenza dei fattori che regolano la normale crescita cellulare. Ne consegue che le cellule si moltiplicano senza un controllo, invadendo e distruggendo altri tessuti.
Spesso il cancro è considerato un gruppo di malattie in quanto può essere originato da uno qualsiasi tra i 200tipi di cellule umane.

Cancro in relazione con mutazioni per tre motivi:
- il cancro è una proprietà ereditaria della cellula
- nelle cellule cancerogene sono visibili grosse anomalie cromosomiche
- la maggior parte degli agenti cancerogeni (raggi x, ultravioletti, fumo del tabacco) sono mutageni.

Cancro in relazione ai virus:
dal 1911 è stato isolato il virus del sarcoma di Rous dai tumori dei polli.
L’ipotesi di questa reazione però fece fatica ad emergere per due motivi:
-non si riusciva a dimostrare che i virus fossero implicati nell’insorgere del cancro dell’uomo
-la maggior parte dei virus cancerogeni conosciuti erano a RNA e non a DNA

successivamente si ebbe però la prova che i virus possono portare a cambiamenti nell’assetto genetico come i mutageni.
La scoperta del ruolo della trascrittasi inversa fornì il collegamento fondamentale tra i virus a RNA e i cromosomi eucarioti.

Questi studi vengono condotti utilizzando cellule di tessuti, che esposte ad un agente cancerogeno, possono subire cambiamenti nel tipo di crescita e nel loro aspetto.
Queste cellule, se trapiantate in laboratorio su animali, possono portare al cancro.
Questi studi hanno messo in luce un gruppo di geni detti oncogeni. Essi inducono alla divisione cellulare tipica del cancro.

Altri studi hanno rivelato la presenza di altri geni, chiamati geni soppressori dei tumori, che hanno la funzione di agire da freno alla divisione cellulare regolandola. Per tutto il tempo in cui questi geni funzionano regolarmente, lo sviluppo del cancro viene arrestato o perlomeno rallentato. Quando però questi geni vengono disattivati a causa di una mutazione o persi dal cromosoma, avviene una rapida moltiplicazione delle cellule cancerose.

I virus possono quindi provocare il cancro in tre maniere differenti:
-trasformando i geni normali in oncogeni, attivandoli, e bloccando i geni soppressori dei tumori.
-codificando per proteine necessarie alla duplicazione virale
- rendendo capaci gli oncogeni capaci di muoversi da una cellula ad un’altra o da un individuo ad un altro.

L’ipotesi virale e quella delle mutazioni possono quindi integrarsi vicendevolmente.

Esempio



  



Come usare