Ecologia, riassunto schematico

Materie:Riassunto
Categoria:Biologia

Voto:

1 (2)
Download:760
Data:17.04.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ecologia-schema-riassuntivo_1.zip (Dimensione: 7.16 Kb)
trucheck.it_ecologia,-riassunto-schematico.doc     40 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ECOLOGIA
Biosfera: insieme di tutti gli ambienti della terra in cui vivono organismi.
Ecosistema: insieme di organismi viventi che vivono in un det. Ambiente. (terra,lago,bosco)
Habitat: spazio fisico in cui vive una determinata specie. Es. balene grigie nella baia della California.
Nicchia ecologica: funzione che una determinata specie svolge (professione): habitat, ciò che mangia, modo di riprod.)Tutti gli ecosistemi sono un sistema aperto. In ogni ecosistema c’è una componente:
1. Abiotica: caratteristiche fisiche (biotopo): luce: tutti gli organismi necessitano di luce x vivere (in misura diversa). Piante che abbisognano di poca luce (sciofile-felci), molta (eliofile). Fotoperiodo ( durata illuminazione giornaliera) imp. Per gli uccelli migratori. La crescita della pianta: i fotocromi rispondono agli stimoli della luce e innescano la produzione di enzimi che determinano l’accrescimento. Corto fotop. (brevidiurne) lungo fotop. (longidiurne).Diversa distribuz. Delle alghe a profondità differenti: primi m (alghe verdi-radiaz. Gialle rosse), oltre 200 m (alghe rosse – radiaz. Verdi).Temperatura: gli invertebrati sono eterotermi (t incost.) e rallentano il metabolismo se la t. si abbassa, gli omeotermi (t cost) spendono molta E per mantenete t cost.Gli animali che sopportano le escursioni termiche sono gli euritermi, quelli che non le sopportano sono gli stenotermi.Acqua: non c’è vita senza H2O. e’ lo scheletro interno delle piante ed avvia la fotosintesi nella fase luminosa (l’acqua viene scissa). Le piante sono: idrofite (sull’acqua-ninfee), igrofite (molta umidità-felci), mesofite (intermedie-tutte quelle che ci circondano), xerofite (deserti-cactus).
E’ importante la concentrazione salina (per i pesci. Se si va dal mare al fiume si ha per osmosi, lo spostam, di acqua da una zona + concentrata ed una -. Il pesce sarà ipertonico e si riempirà d’acqua). I pesci che sopportano la salinità sono eurisalini, quello che non la sopportano sono stenosalini.
Suolo: parte superficiale della litosfera. Ha 3 strati: orizzonte a: materiali organici derivanti dalla decomposizione di organismi vegetali (humus), discrete quantità di minerali.
Orizzonte b: poco humus e grandi quantità di minerali che provengono dallo strato superiore grazie all’acqua che scende attraverso i poriOrizzonte c: minerali che provengono dallo strato superiore e sopratt. Dalle rocce sottostanti.Aria: contiene i gas che vengono utilizzati dagli esseri viventi. L’ossigeno (respirazione) e la CO2 (fotosintesi) sono i gas più imp.2.Biotica (biocenosi): produttori (alghe e piante), consumatori (primari-erbivori, secondari-carnivori, terziari-super predatori), decompositori (si nutrono di materiale morto).
Livello trofico: insieme di organismi che mangiano allo stesso modo.
Primo livello: produttoriSec livello: consumatori primariTerzo livello: consumatori secondari
Più si sale di livello più l’E e la materia diminuiscono. Le catene alimentari si interconnettono e un organismo può far parte di un diverso livello trofico a seconda della catena alimentare stessa. Un ecosistema ha 2 catene alimentari:catena del pascolo : produttori (vegetali), consumatori (erbivori)catena del detrito: produttori (vegetali), consumatori (organismi decompositori,avvoltoi, sciacalli)
in ogni ecosistema c’è un flusso di energia ( unidirezionale, che non esce) e che si disperde tra i livelli trofici. Viene rappresentato attraverso piramidi ecologiche di tre tipi:
1.Dell’energia:produttori (+ E), consumatori primari, consumatori secondari (- E),
2.Della biomassa:(peso secco della massa biologica senz’acqua). Produttori (+ Biomassa) ai consumatori secondari (- Biomassa). Nell’oceano è il contrario (lo zooplancton ha massa > fitolancton)
3.Dei numeri:il livello di base è >, si rappresenta il num. totale degli organismi di un determinato livello. Nelle foreste è il contrario (num insetti > num alberi).
Il flusso di materia è un ciclo, si trasforma continuamente ed è rappresentata dai cicli biogeochimici (viventi-ambiente-chimica). Che rappresentano la circolazione di un determinato elemento attraverso organismi e ambienti.
Ciclo dell’acqua: il sole riscalda l’acqua che evapora, forma le nuvole e con l’umidità si creano le precipitazioni. L’acqua ritorna al mare tramite i fiumi o le falde acquifere.
Ciclo del C: tutti gli organismi sono formati da C. (composti organici) il serbatoio del C è l’aria (CO2) e le rocce sedimentarie (carbonatiche). Tutti gli organismi viventi producono CO2, le piante fissano il C e fotosintetizzano (producono O2 e zuccheri). Gli organismi decompositori producono CO2. Nell’acqua le alghe(fitoplancton) fissano il C. e c’è lo zooplancton.nell’acqua si posson form le rocce carbonatiche (compattaz gusci)
Alterazione del ciclo del C: una sovrapproduzione di CO2 determina un accumulo di radiazioni infrarosse che non potendosi liberare nell’atmosfera, determinano l’innalzamento della temperatura e lo scioglimento dei ghiacci.Petrolio(decomp anaer veg e anim),carbon fossile (decomp anaer veg).Deforestazione (- Co2 assorbita).
Ciclo dell’azoto: base azotata nelle proteine,acidi nucleici. Il serbatoio di azoto è l’atmosfera (78%). Soltanto i batteri azoto fissatori sono in grado di fissare N (sono in simbiosi con le radici delle piante). Ci sono 3 tappe:ammonificazione: a partire da scorie animali e vegetali, si forma l’ammoniaca a causa delle ossidazioni che i batteri ammonificatori compiono (si sviluppa E che serve ai batteri stessi).Nitrificazione: l’ammoniaca, attraverso delle ossidazioni, viene trasformata in nitriti (NO2) e nitrati (NO3). Assimilazione: le piante, in grado di assorbire l’azoto solo sotto forma di sale, può finalmente fissare i nitrati, che utilizzerà per formare amminoacidi e proteine e per assicurarsi un’adeguata crescita.
I nitrati nel terreno, in parte vengono anche trasformati dai batteri denitrificanti attraverso una denitrificazione (riduzione). I nitriti si trasformeranno in N che verrà immesso nell’atmosfera.
Ciclo del fosforo: il gruppo fosfato è presente nei nucleotidi (nell’ATP, trasportatore chimico di E). Il serbatoio di fosforo è rappresentato dai sedimenti marini e dalle rocce sedimentarie (vengono erose e liberano i fosfati nell’aria) e gli organismi decompositori liberano fosforo dai tessuti morti, che nelle acque marine, aggiunto ai fosfati solubili che si accumulano per precipitazioni, vengono inglobati dalle rocce sedimentarie che riaffioreranno a terra attraverso movimenti geologici.
Alterazioni: eutrofizzazione: immissione di fosfati o sali azotati in acque poco profonde. Queste sostanze, assorbite dal terreno, raggiungono i fiumi e i mari provocando una pesante crescita di alghe (fioritura algale), che quando muoiono, si accumulano e i batteri decompositori aerobi (necessitano di O2) attaccando queste ingenti quantità, fanno diminuire la percentuale di O2 in acqua. Può causare morie di pesci.
Piogge acide: si hanno conseguenze in particolare per il ciclo dell’azoto. Fenomeno di acidificazione delle acque collegato alle immissioni di anidridi solforosa (SO2) e solforica (SO3), nitrosa (N2O3), nitrica (N2O5), fosforosa (P2O3), fosforica (P2O5). Queste derivano in particolare dagli scarichi di auto, dalle industrie (combustioni).L’acqua diventa acida e le piante a pH acido (basso) vengono danneggiate perché i batteri nitrificatori non agiscono più.

Esempio



  


  1. angela

    il riassunto che parla dei produttori, consumatori e decompositori


Come usare