Dai primi ritrovamenti alla cronologia umana

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.5 (2)
Download:173
Data:25.05.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
primi-ritrovamenti-cronologia-umana_1.zip (Dimensione: 5.56 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_dai-primi-ritrovamenti-alla-cronologia-umana.doc     26 Kb



Testo

Dai primi ritrovamenti alla cronologia Umana

X cercare di conoscere i nostri antichi progenitori si usano dei metodi come:

• Lo studio delle ossa del bacino e del femore
( ci fanno capire la stazione dell’individuo in esame)
• Lo studio delle ossa della mano e del piede
( sono molte e quindi è difficile rinvenirle tutte)
• Lo studio delle ossa della scatola cranica
( sono i reperti + importanti, da questi si calcola lo sviluppo dell’encefalo).

Indice di cefalizzazione: rapporto tra la mole d’ossa e muscoli e il volume massimo dell’encefalo.
Rubicondo di ominazione: volume encefalico minimo perché ci sia un ominide (700 c.c.), poi è stato abbassato perché gli australopitechi sono stati considerati ominidi (650-600)

I primati si sono evoluti, molto probabilmente da alcuni insettivori. L’anello di congiunzione tra loro è considerato la topaia. Nei primati meno evoluti (proscimmie) gli occhi si spostano da una posizione laterale ad una posizione frontale.
Con le scimmie lo sviluppo della mano e del sistema visivo, porta ad un potenziamento del sistema nervoso.
Nel miocene vissero le Drioptecine, considerate progenitrici delle scimmie antropoidi. Nel tardo miocene, il Ramapitecus viene considerato orientao verso gli ominidi.

Il primo reperto fossile di un ominide è il cranio dell’uomo di Neanderthal, chiamato cosi perche trovato in una cava a Neander (Germania) nel 1856. Nel 1890 E. Dubois trova a Giava dei resti molto primitivi che poi chiama Pitecanthropus erectus, con capacita cranica di 860 c.c..

Albero Momentaneo
Pitecantropo-Neanderthal-Uomo Attuale
Nel 1924 R. Dart esamina un cranio di un bambino con caratteri intermedi tra le scimmie antr. e l’uomo. Questo “bambino di Tuang” venne considerato scimmia (Sud Africa) [Australopitecus africanus].

Sinanthropus Pechinensis: Trovato in cina nel 1930 con capacita cranica di 100c.c..

R. Broome trova, in una cava di Starkfonstein, un cranio di un adulto simile al bambino di Tuang ed un altro con denti e mandibole + robuste, che chiamò “Australopitecus Robustus”.
Nel 1959 Louis Leakey trova in Tanzania dei crani + grandi del Aus. Robustus, ma con al centro del cranio una cresta + pronunciata, che poi viene classifica come Austrlopitecus Boisei (o super Robustus).

Sempre lui e li trova una mano capace di operare la presa di precisione, cosi li chiamo Homo Abilis.

A questo punto il genere australopitecus era divisibile in:
1. Africanus
2. Robustus
3. Boisei

Il primo di questi aveva caratteri + umanoidi (gli altri due erano derivati per speciazione) e fù ritenuto il progenitore del uomo.
Pitecantropi e Sinantropi furono unificati sotto Homo Erectus (700-100c.c.) databili 500.000 anni, mentre Neanderthal 100.000 ( 1400 c.c. Maschi 1250 c.c. femmine) poi venne l’Homo Sapiens e successivamente l’Homo sapiens Sapiens.
Da uno studio minuzioso dei fossili si scopri che l’homo di Neanderthal era una razza del sapiens, ora ormai estinta, e questi avevano convissuto.

1972: Il figlio di Louis trova un cranio + evoluto di quelli di suo padre presso il lago Turkana in Kenia, ma vecchio (forse) 3.000.000 di anni.
Vicino questo trovo degli australopitechi, queste 2 specie avevano convissuto, e gli australopitechi erano solo dei rami collaterali.
CRANIO 1470 (Homo Abilis).

1974: Johanson trova lo scheletro quasi completo di “lucy”.
Aveva caratteri da australopitecus, ma con una capacita cranica assai minore; e venne considerata nuova specie: A. Afarensis.
Gli venne data un’eta di 3.000.000 di anni col metodo K-Ar.
La moglie di Louis trovò delle orme datate 3,7 mil. di anni (a. afarensis), provarono che con la capacita cranica (380-450) che aveva camminava con una stazione eretta. Viene ritenuto il + antico ominide pre-umano.
1984: Viene trovato un ragazzo (Homo erectus) di 12 anni nel lago in kenia da R. Leakey. IL + antico erectus.
1985: Walzer trova, sempre li, il cranio Nero di 2,6 mil. di anni.
Per la somiglianza con una antica mandibola trovata in etiopia, venne chiamato A. aethiopicus.

Esempio



  



Come usare