bivalvia

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:124
Data:03.04.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
bivalvia_1.zip (Dimensione: 3.86 Kb)
trucheck.it_bivalvia.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

CLASSE BIVALVIA (Cambriano medio-Recente)

Sono molluschi acquatici con conchiglia secreta dal mantello, costituita da una valva destra e una sinistra che proteggono la parti molli dell'organismo. Il mantello è fissato alla conchiglia per mezzo di muscoli palleali più o meno marginali. Presenza di muscoli adduttori anteriori e posteriori e di legamento. Il piano di simmetria bilaterale coincide con il piano di commessura delle due valve.

MANTELLO
La massa viscerale è isolata dalla superficie interna delle valve da un tegumento composto da due lobi che costituiscono il mantello. Il margine del mantello presenta 3 pieghe: la piega esterna secerne lo strato calcareo esterno della conchiglia e il periostraco; la piega mediana esercita funzioni sensorie; la piega interna è costituita per lo più da muscoli palleali fissati alla superficie interna della conchiglia lungo la linea palleale più o meno parallelamente al margine ventrale. I muscoli palleali controllano il flusso d'entrata e uscita dell'acqua all'interno della cavità del mantello. I margini posteriori dei lobi del mantello possono prolungarsi a formare dei sifoni. I Bivalvia con sifoni retrattili presentano un'insenatura della linea palleale nella regione posteriore, detta SENO PALLEALE, tale impronta è lasciata dai muscoli sifonali. Nella parte antero - ventrale vi è l'apertura per l'uscita del PIEDE.

PIEDE E BISSO
Il piede è una proiezione muscolare antero - ventrale della massa viscerale. La sua funzione è locomotoria e/o di scavo. Il BISSO è una struttura collegata al piede, formato da filamenti che si solidificano nell'acqua e permettono la fissazione temporanea o definitiva della conchiglia a un supporto.

APPARATO MUSCOLARE E LEGAMENTO
I Bivalvia sono provvisti di muscoli adduttori, palleali e pedali. I muscoli adduttori si estendono tra le due valve lasciandovi delle impronte simmetriche molto nette. A seconda del numero e della forma delle impronte muscolari si distinguono:

-DIMIARI: bivalvi con due impronte muscolari:
ISOMIARI (impronte di eguale dimensione)

ETEROMIARI (impronte di dimensioni diverse)

-MONOMIARI: bivalvi con un'unica e grande impronta muscolare.

I muscoli ADDUTTORI si oppongono all'azione del legamento assicurando la chiusura delle valve per contrazione.
I muscoli PALLEALI si inseriscono lungo tutta la linea palleale e servono a ritirare il margine del mantello.
I muscoli PEDALI non sono sempre presenti e la loro posizione varia nei diversi generi; essi agiscono essenzialmente sui movimenti del piede.

LEGAMENTO
I vari tipi di struttura che servono a congiungere le due valve dorsalmente vengono dette LEGAMENTI. Il legamento, nello stato di chiusura della conchiglia, rimane compresso o teso, a seconda che la sua posizione sia interna o esterna. Quando i muscoli adduttori si rilassano il legamento, sfruttando la sua elasticità, ritorna in equilibrio determinando l'apertura delle valve.
Una funzione analoga a quella del legamento è svolta dal RESILIUM (o legamento interno), cuscinetto triangolare posto in una fossette centrale sotto la linea cardinale e dorsale. La fossetta o qualunque struttura che serve alla sua inserzione viene detta RESILIFER.

Esempio



  



Come usare