Biologia cellulare

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:167
Data:18.04.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
biologia-cellulare_1.zip (Dimensione: 4.95 Kb)
trucheck.it_biologia-cellulare.doc     28.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

BIOLOGIA CELLULARE:

NELLE ULTIME LEZIONI CI SIAMO DEDICATI ALLA DISTINZIONE DELLE CELLULE IN EUCARIOTE E PROCARIOTE.
QUESTA DISTINZIONE E' DETTATA PRINCIPALMENTE DALLA PRESENZA DI UN ELEMENTO PRINCIPALE: IL NUCLEO.
PROPRIO DALLA PRESENZA DI QUESTO ELEMENTO SONO STATI ATTRIBUITI I DUE NOMI:PROCARIOTA (PRIVA DI NUCLEO) ED EUCARIOTA (NUCLEO VERO).
COMUNQUE LE DUE TIPOLOGIE DI CELLULE HANNO ALTRI ELEMENTI CHE LE CARATTERIZZANO.

PROCARIOTE (DIMENSIONI 1 MICROMETRO):
• MEMBRANA RIGIDA ESTERNA: ne da la forma ma non è selettiva;
• MEMBRANA PLASMATICA: membrana selettiva che la delimita con l'esterno;
• CITOPLASMA: ambiente interno della cellula diviso in varie parti;
• RIBOSOMI: sono gli organuli più numerosi ed è il luogo di
assemblaggio delle proteine (fatti di R.N.A.)
• NUCLEOIDE: parte centrale della cellula dov'è contenuto il
cromosoma;
• CROMOSOMA: corpo fatto di D.N.A che contiene l'informazione
genetica ed è uno ed in questo caso è 1 solo;

LE CELLULE PROCARIOTE HANNO METABOLISMI CHE LE EUCARIOTE NON HANNO: INFATTI NON ESISTONO EUCARIOTI CHEMIOSINTETICI.

PROCARIOTE (DIMENSIONI DAI 10 MICROM. PER LE CELLULE ANIMALI AI 100 PER LE VEGETALI):
• PARETETE RIGIDA: parete fatta di cellulosa presente solo nei vegetali e nei
funghi
• MEMBRANA PLASMATICA: membrana cellulare esterna composta da D.N.A, ed è la
l'elemanto che permette alla cellula di esistere come
entità distinta poiché la isola dall'esterno.
Si tratta di una mambrana selettiva.
• CITOPLASMA: il citoplasma è l'ambiente interno e grazie alla
microscopia elettronica sono stati individuati
numerosi organuli interni, quali:
a) CITOSCHELETRO: mantiene la forma della cellula
b) VACUOLO: cavità citoplasmatica ricca d'acqua e soluti con la funzione di sorreggere la cellula e di accrescerne le dimensioni. Nelle cellule mature è uno solo.
c) VESCICOLE: più piccoli dei vacuoli con la funzione di scambio di materiale tra l'esterno e l'interno.
d) RIBOSOMI: sono i siti sulle quali vengono assemblate le proteine.
e) RETICOLO ENDOPLASMATICO:
f) APPARATO DI GOLGI: pile di sacchi appiattiti con la funzione di centro di immagazinamento e di distribuzione delle sostanze (il loro numero varia da 10 per le animali ai 100 per le vegetali);
g) LISOSOMI E PEROSSISOMI: centro di scomposizione di molecole più grosse in molecole più semplici;
h) MITOCONDRI: sono grossi orghanuli a forma di fagiolo con la funzione di scomporre le molecole ricche di energia per un utilizzo futuro. Sono scomponibili in tre zone: membrana esterna, interna e creste mitocondriali.
i) PLASTIDI: organuli presenti solo nei vegetali e nelle alghe divisi in tre categorie: leucoplasti (con amido), cromoplasti (con pigmenti), e cloroplasti (dove avviene la fotosintesi);
• NUCLEO: è un gosso corpo circondato da 2 membrane che a
tratti regolari s'incontrano formando i pori nucleari
utilizzati per gli scambi con il citoplasma. Nella zona centrale detta nucleolo si trovano filamenti di cromatina e ribosomi; grazie agli studi di Flamming ed altri abbiamo scoperto che il nucleo ha la funzione di conservatore del materiale geneticoe di organizzazione delle attività della cellula;
• CROMOSOMI: fatti di d.n.a. il loro numero dipende dalla specie

BIOLOGIA: MICROSCOPIA

L'OTTICA E' LA BRANCA DI SCIENZA CHE STUDIA LA LUCE E TUTTO QUELLO CHE SI PUO' FARE CON QUESTA.
UNO STRUMENTO TTICO E' UNO STRUMENTO CHE USA LA LUCE.
I MICROSCOPI SI CLASSIFICANO IN:
• OTTICI: utilizza come fonte d'illuminazione la luce (risoluzione:0,2
Micrometri);
• ELET.TRASMISSIONE: usa un fascio di elettroni (risoluzione: 0,2 nanometri);
• ELET.SCANSIONE: permette di veder in tridimensione (risoluz.: 10 nanometri);

L'OCCHIO UMANO HA UNA RISOLUZIONE DI 0,1 MILLIMETRI.
IL POTERE RISOLUTIVO E' LA MINIMA DISTANZA A CUI DUE LINEE SEMBRANO DIVISE.

Esempio



  



Come usare