biologia

Materie:Appunti
Categoria:Biologia
Download:88
Data:03.04.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
biologia_9.zip (Dimensione: 4.34 Kb)
trucheck.it_biologia.doc     22.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Cellula La più piccola unità di un organismo in grado di funzionare in modo autonomo. Tutti i viventi sono costituiti da una o più cellule: in base a questa caratteristica, possono essere suddivisi, rispettivamente, in organismi unicellulari e pluricellulari. Le cellule, in base alla loro organizzazione interna, possono essere distinte in due grandi categorie: cellule procarioti e cellule eucarioti. Il termine procariote deriva dal greco e significa "prima del nucleo"; il termine eucariote significa "vero nucleo".1
Le cellule procarioti sono tipiche degli archeobatteri, degli eubatteri e delle alghe azzurre.. Esse sono relativamente piccole (con un diametro generalmente compreso fra 1 e 5 µm) e hanno una struttura interna alquanto semplice; il loro DNA si trova concentrato in una regione del citoplasma, senza essere delimitato da alcuna membrana. Sono prive di organuli, a eccezione dei ribosomi, preposti alla sintesi delle proteine. Le funzioni cellulari sono comunque effettuate da complessi enzimatici analoghi a quelli delle cellule eucarioti. Gli organismi formati da cellule procarioti sono detti procarioti.
Le cellule eucarioti costituiscono tutti gli altri organismi viventi (i protisti, le piante, i funghi e gli animali) sono molto più grandi (solitamente il loro asse maggiore è compreso fra i 10 e i 50 µm); in esse il DNA è racchiuso da una membrana, formando così un particolare organulo chiamato nucleo. Queste cellule possiedono organuli immersi nel citoplasma, ognuno deputato a svolgere una particolare funzione. Gli organismi formati da cellule eucarioti sono detti eucarioti.
La membrana plasmatica racchiude il contenuto della cellula e costituisce una barriera fra l'ambiente intracellulare (ambiente interno) e quello extracellulare (ambiente esterno). È costituita da un doppio strato continuo di molecole di fosfolipidi, dello spessore di 8-10 nm (un nanometro corrisponde a un miliardesimo di metro), attraversata parzialmente o completamente da numerose proteine. I fosfolipidi sono particolari grassi, formati da una "testa" di glicerolo legato a un gruppo fosfato, e da due "code" di acidi grassi.
La funzione di barriera svolta dalla membrana permette la regolazione della composizione chimica della cellula
La membrana rappresenta anche, oltre che un filtro per le sostanze in entrata e in uscita, il mezzo con cui la cellula si "fa riconoscere" dalle altre cellule. Essa contiene molecole particolari, di solito formate da zuccheri legati a proteine, che corrispondono a una sorta di "carta d'identità" in base alla quale la cellula viene riconosciuta come facente parte del sé, ossia dell'organismo stesso, e non viene attaccata dal sistema immunitario, oppure come estranea (non sé) e come tale, da distruggere.
Oggi sulla teoria cellulare si sostiene che:
• Ogni organismo vivente è costituito da 1 o + cellule
• Le cellule sn unità funzionali di tutti gli organismi viventi
• Tutte le cellule provengono da altre cellule preesistenti
Ciascuna cellula è costituita da almeno 3 componenti:
• Una membrana plasmatici cioè un involucro che separa la cellula dall’ambiente esterno. Il suo compito è quello di vigilare sullo scambio di sostanze.
• Il citoplasma è l’insieme delle sostanze che occupano lo spazio racchiuso dalla membrana cellulare, dove vi sn diversi corpuscoli chiamati organuli cellulari. Il citoplasma è sede dell’attività della cellula.
• Il materiale genetico è costituito dall’acido DESOSSIRIBONUCLEICO, ovvero impartisce le istruzioni cellulari, fondamentali x la vita della cellula.
---------------
------------------------------------------------------------
---------------
------------------------------------------------------------

Esempio



  



Come usare