Atomi e molecole

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1 (2)
Download:237
Data:05.01.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
atomi-molecole_3.zip (Dimensione: 3.28 Kb)
trucheck.it_atomi-e-molecole.doc     20.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Atomi e molecole
Gli atomi
T
utta la materia, e` costituita da combinazioni di elementi. La più piccola particella di un elemento e` un atomo. Gli atomi di ogni elemento hanno nei loro nuclei un numero caratteristico di particelle cariche positivamente, dette protoni; il loro numero determina il numero atomico dell’atomo di cui fanno parte. Insieme i protoni, nel nucleo sono presenti anche particelle prive di carica, dette neutroni; il numero di protoni e neutroni presenti nel nucleo di un atomo, ne determina il peso atomico. Esternamente al nucleo, ci sono particelle cariche negativamente dette elettroni che determinano le reazioni chimiche dell’atomo.
Gli isotopi
T
utti gli atomi di un particolare elemento hanno lo stesso numero di protoni nei loro nuclei, ma a volte hanno un numero differente di neutroni; questi atomi differiscono tra loro quindi nel peso atomico ma non nel numero atomico.
Le differenze di peso tra isotopi, seppur molto piccole, sono individuabili tramite rilevatori Geiger o pellicole fotografiche. Gli isotopi hanno numerosi utilizzi nella ricerca biologica e in medicina.
Modelli di struttura atomica
Le nostre idee riguardo la struttura di un atomo hanno subito notevoli evoluzioni col passare degli anni.
Il primo modello di atomo era sferico, a palla di biliardo. Poi si comprese che gli elettroni potevano essere allontanati dall’atomo e si passo` al modello “plum pludding” scondo il quale l’atomo era una massa solida carica positivamente nella quale erano immerse particelle cariche negativamente. Questo modello fu sostituito da quello planetario, poi da quello di Bohr, fino a quello piu recente, il modello a orbitali.
Elettroni ed energia
La distanza di un elettrone dal nucleo e` determinata dalla quantita` di energia potenziale (detta anche di posizione) posseduta dall’elettrone: maggiore e` la quantita` di energia, maggiore e` la distanza. Un elettrone con una scarsa quantita` di energia potenziale, si trovera` ad un baso livello di energia.
Una apporto di energia puo` far passare l’elettrone ad un livello di energia piu` alto e quindi piu` lontano dal nucleo.

Esempio



  



Come usare