Apparato respiratorio

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1 (2)
Download:415
Data:12.11.2001
Numero di pagine:8
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
apparato-respiratorio_11.zip (Dimensione: 8.76 Kb)
trucheck.it_apparato-respiratorio.doc     35 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ORGANI: fosse nasali, cavità orale, faringe, laringe, epiglottide, trachea, bronchi, bronchioli, alveoli polmonari, polmoni.
COM' E' IL NOSTRO
APPARATO RESPIRATORIO
Senza dubbio provi più volte al giorno lo stimolo della fame e della sete. Ma hai mai sentito, spontaneamente, la necessità di respirare? Ciò si deve al fatto che, se stessimo alcuni minuti senza respirare, moriremmo : perciò il nostro organismo adempie da solo a questa funzione senza che la compiamo con un gesto volontario. L'essere umano respira, cioè cattura l'ossigeno dall'aria per mezzo dell'apparato respiratorio e in particolare mediante i polmoni.
L'ossigeno verrà poi trasportato dai globuli rossi fino alle cellule perché queste compiano la respirazione vera e propria.
LA MISSIONE DELL'OSSIGENO
Mediante gli alimenti, il nostro corpo si rifornisce dell'energia necessaria per poter disimpegnare il lavoro quotidiano ; per ottenerla il corpo ha bisogno di ossigeno.
Quando respiriamo, l'ossigeno fa il proprio ingresso nei polmoni, e di lì i globuli rossi lo trasportano in ogni angolo dell'organismo .Nelle cellule le sostanze nutritive si combinano con questo gas e l'energia si sviluppa in modo graduale, provocando, grazie ad alcuni complicati meccanismi biochimici, il corretto funzionamento delle cellule. L'atto della respirazione lascia come residuo una serie di sostanze dannose (o per lo meno inutili, come nel caso dell'anidride carbonica) al buon funzionamento dell'organismo .A incaricarsi di espellerle sono ancora i polmoni.
IL CAMMINO DELL'ARIA
Per giungere fino ai polmoni, l'aria deve seguire la strada tracciata dalle vie respiratorie, cioè la bocca, le fosse nasali, la faringe, la laringe, la trachea, i bronchi e i bronchioli. L'aria penetra nel corpo attraverso due ingressi : le fosse nasali e la bocca. E' sempre meglio respirare con il naso, perché nella cavità nasale l'aria viene riscaldata, umidificata, e filtrata prima di passare alle altre vie respiratorie. Attraverso poi la faringe (per la quale passano anche gli alimenti) entra nella laringe, l'organo in cui ha origine la voce, grazie alle vibrazioni delle corde vocali. Per evitare che gli alimenti passano nelle vie respiratorie esiste una specie di valvola, chiamata epiglottide, che si chiude quando passa il cibo e lascia via libera all'aria quando respiriamo. Subito dopo l'aria continua la propria strada attraverso la trachea, un tubo di circa 12-15 centimetri di lunghezza. La trachea è il proseguimento della laringe e si divide, nella sua estremità inferiore, in due condotti chiamati bronchi, che portano l'aria direttamente ai polmoni. Una volta penetrati nei polmoni, i bronchi si ramificano in tubicini molto sottili, i bronchioli, che terminano in alcune cavità molto piccole chiamate alveoli polmonari.
MILIONI DI ALVEOLI
E' stato calcolato che i due polmoni insieme possiedono circa 750.000.000 di alveoli ; se potessimo porli su uno stesso piano costituirebbero una superficie di circa 70 mq. Se facessimo lo stesso con i capillari sanguigni presenti in questa zona del nostro corpo, otterremmo una superficie di 90 mq !
Grazie alle proprietà elastiche dei globuli rossi, questi ultimi possono attraversare i capillari sanguigni che costeggiano gli alveoli per raccoglierne l'ossigeno .Per percorrere tutti i capillari dei polmoni, i globuli rossi impiegano appena cinque secondi.
I POLMONI, ELASTICI E SPUGNOSI
I polmoni sono due organi elastici e spugnosi, situati nell'interno della cavità toracica. Di colore roseo, sono protetti da un doppio rivestimento, sottilissimo, chiamato pleura. La pleura protegge il polmone dallo sfregamento contro le costole quando inspiriamo ed espiriamo.
Nell'interno del doppio rivestimento si trova il liquido pleurico. Quando la pleura si infetta per azione di un microbo, si ha la pleurite. I due polmoni non sono eguali. Il sinistro è più piccolo del destro e pesa circa 100 grammi di meno (700 g. il destro, 600 g. il sinistro).
Il destro si divide in tre lobi (superiore, medio e inferiore), mentre in sinistro ne possiede solo due. Ogni lobo è perfettamente avvolto dalla pleura, che lo ricopre completamente. Il polmone sinistro ha, nella parte posteriore, una grande cavità per ospitare il cuore. Questa cavità porta il nome di "letto del cuore".
COME RESPIRIAMO
Sono i movimenti respiratori a consentire la ventilazione polmonare.
Essi si articolano in due fasi distinte :
* inspirazione . L'aria penetra nei polmoni, il diaframma discende, le costole e lo sterno si alzano e i polmoni si dilatano con l'aumentare del volume della cassa toracica.
* inspirazione . Quando l'aria è espulsa, i polmoni si comprimono e ritornano al loro volume iniziale. Ciò è dovuto all'innalzamento del diaframma e all'abbassamento delle costole dello sterno.
COME VENTILIAMO I NOSTRI POLMONI ?
Se l'aria che si trova all'interno dei polmoni non si rinnovasse di continuo, l'ossigeno che dà vita alle cellule si esaurirebbe rapidamente. Per ottenere questo rinnovamento, i polmoni si contraggono e si espandono di continuo.
QUANTO SONO CAPACI I POLMONI ?
La quantità di aria che i polmoni possono contenere varia a secondo dell'età e delle dimensioni dell'individuo .Vediamo ora qual è la media abituale nell'adulto .Un normale movimento respiratorio comporta l'inspirazione e l'espirazione di circa mezzo litro d'aria (aria corrente). Però, se inspiriamo energicamente, possiamo introdurre in più un litro e mezzo di aria (aria complementare). Inspirando ed espirando in modo abituale si possono espellere anche 1,5 litri della cosiddetta aria di riserva che, unita a un altro litro e mezzo d'aria che rimane negli alveoli (aria residua), ci dà un totale di 5 litri. Di questi, ne scambiamo con l'atmosfera 3,5. Questa capacità è chiamata "capacità virtuale".
COME AVVIENE L'INTERSCAMBIO DI GAS NEI POLMONI ?
Sulle pareti degli alveoli polmonari esiste una fitta rete di sottilissimi capillari sanguigni. I essi scorre sangue venoso, carico di anidride carbonica, mentre l'aria che entra nei polmoni possiede un'alta percentuale di ossigeno. E' proprio attraverso le sottili pareti dei capillari e degli alveoli che si attua l'interscambio gassoso : l'anidride carbonica passa dal sangue all'alveolo e l'ossigeno dall'alveolo al sangue, che da quel momento non è più sangue venoso ma sangue arterioso il quale, convogliato dalle vene polmonari, entra direttamente nel cuore.
LA RESPIRAZIONE VERA E PROPRIA
Abbiamo già visto che le cellule impiegano l'ossigeno che viene loro ceduto dai globuli rossi in una serie di processi biochimici, destinati a liberare l'energia contenuta negli alimenti. Perciò la respirazione vera e propria, che apporta l'ossigeno necessario per la vita, si verifica nelle cellule. Il processo avviene così : il sangue esce dal cuore carico di ossigeno, raggiunge i capillari tramite le arterie, ed entra in contatto con le cellule del corpo che hanno un eccesso di anidride carbonica. Si verifica allora un interscambio gassoso in senso inverso a quello che accade nel polmone : l'anidride carbonica passa nel sangue e l'ossigeno nelle cellule. Il sangue, allora, ritorna al cuore e di lì ai polmoni,
dove si ossigenerà di nuovo.
pesche I POLMONI NON SI RIEMPIONO DI SPORCO
Semplicemente perché possiedono un sistema autonomo di pulizia. Il rivestimento interno delle vie respiratorie è formato da cellule speciali, che hanno la capacità di secernere un liquido denso e viscoso, chiamato muco. Questo liquido cattura lo sporco, la polvere e trattiene qualsiasi microrganismo che tenti di penetrare all'interno .Altre cellule, invece, sono rivestite di sottilissimi peli, detti ciglia, che servono da filtro, e con le loro vibrazioni trasportano il muco e lo convogliano nella trachea, dalla quale esso viene espulso mediante la tosse. Il fumo della sigaretta, però intossica le cellule e le paralizza, impedendo il funzionamento di questo sistema di pulizia dei polmoni.
RESPIRARE : QUANDO ?
La maggior parte delle persone respira dalle12 alle 16 volte al minuto. Questa è la frequenza con la quale respiriamo in stato di riposo. Perciò se ad ogni inspirazione normale entra nei nostri polmoni mezzo litro d'aria, la ventilazione totale del nostro corpo sarà di 8 litri al minuto, quantità suscettibile di aumentare di otto o dieci volte in stato di movimento e di esercizio fisico. Alcuni atleti possono arrivare a ventilare anche 150 litri al minuto!
pesche TOSSIAMO ?
Quando il meccanismo delle cellule che tappezzano le vie respiratorie è incapace di mantenerle pulite, si verifica un eccesso di tosse. Producendo uno sforzo respiratorio, espelliamo bruscamente l'aria dai polmoni dopo aver chiuso quasi ermeticamente le corde vocali : così la pressione interna dei polmoni e dell'intera cassa toracica aumenta notevolmente. Al momento di tossire, l'aria espulsa esce dalla bocca con una forza straordinaria e a una velocità di circa 100 chilometri all'ora .Con questo meccanismo l'apparato respiratorio tenta di eliminare i corpi estranei che ostacolano il passaggio dell'aria attraverso le vie respiratorie.
CHE COS'E' UNO SBADIGLIO ?
Quando il sangue arterioso non trasporta una quantità sufficiente di ossigeno, si produce un atto riflesso che consiste nel compiere una inspirazione molto profonda. Ciò rinnova completamente l'aria in tutti gli alveoli polmonari e, nello stesso tempo, rimuove il sangue che ristagna nei vasi polmonari.
CHE SUCCEDE QUANDO STARNUTIAMO ?
Accade semplicemente che, con la glottide aperta, espelliamo un grande volume di aria che porta via tutti i resti di polvere, i germi e altri fattori irritanti che si annidano nelle vie respiratorie.
CURA I TUOI POLMONI
Tutti noi abbiamo i polmoni di colore brunastro, ben lontani dalla loro tonalità rosea. Ciò si deve ai fumi industriali e all'inquinamento atmosferico, che producono in essi danni enormi. Il problema si aggrava nel caso dei fumatori che aspirano il fumo delle sigarette o dei sigari. Il fumo contiene sostanze chimiche che irritano le vie respiratorie e fanno aumentare la quantità di muco che esse secernono normalmente. Perciò le persone che fumano tossiscono nella prima mattinata. Inoltre il fumo è una delle principali cause di bronchite (infiammazione dei bronchi) e di cancro polmonare. E' dimostrato che una persona che fuma cinque sigarette al giorno ha una probabilità otto volte maggiore di morire di cancro polmonare di una persona che non fuma. Questa proporzione aumenta con l'aumentare del numero di sigarette fumate quotidianamente. Infine il fumo danneggia anche la circolazione sanguigna, perché riduce la capacità del sangue di trasportare l'ossigeno e danneggia seriamente il cuore e i vasi sanguigni. Di fronte a tutto ciò ci resta solo una risposta : " Fumo ? No, grazie ! "
IGIENE DELL'APPARATO RESPIRATORIO
Dando per scontato che ti comporterai da persona intelligente e che non fumerai, mantenere sani i tuoi polmoni ti sarà molto facile. Abituati a respirare con il naso, fai ginnastica, non dormire con piante verdi in camera e respira aria pura più che puoi. Cerca di stare lontano dal fumo prodotto dai fumatori ; le persone che non fumano sono esposte lo stesso ai pericoli del tabacco se si muovono in ambienti di fumatori (fumo passivo)
LE MALATTIE più IMPORTANTI DELL'APPARATO RESPIRATORIO
Oltre alla tubercolosi, della quale abbiamo già parlato, l'apparato respiratorio rischia di venire colpito da diverse malattie, come la polmonite, la pleurite, l'enfisema eccetera. Tre di queste, di diversa gravità, sono le più conosciute : alludiamo all'asma, al cancro polmonare e alla comune influenza.
Quest'ultima colpisce tutti. E' soltanto una infiammazione delle fosse nasali, della laringe e della trachea, provocata dall'azione di un virus. I sintomi sono lo starnuto, l'abbassamento della voce provocato dall'infiammazione delle corde vocali e l'abbondante secrezione di muco dal naso. Può essere combattuto con antinfiammatori e vitamina C e dura più o meno una settimana.
L'asma consiste invece in una diminuzione del diametro dei bronchi. E' provocata di solito da una reazione allergica a qualche sostanza diffusa nell'ambiente o a quelle prodotte dai batteri che infettano i bronchi. Il solo trattamento possibile consiste nello scoprire la sostanza che provoca l'allergia e nell'intraprendere un trattamento desensibilizzante.
Gravissimo è il cancro polmonare, nella maggioranza dei casi inguaribile. Mentre migliaia di eminenti scienziati lavorano per trovare il modo di guarirlo, la cosa migliore da fare è cercare di prevenirlo con una vita sana e soprattutto evitando il fumo del tabacco.

Esempio



  


  1. MATTEO

    NASO,BOCCA,FARINGE,LARINGE,TRACHEA,BRONCHI,POLMONI


Come usare