Le galassie e la struttura dell'universo

Materie:Appunti
Categoria:Astronomia
Download:580
Data:02.11.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
galassie-struttura-universo_1.zip (Dimensione: 5.25 Kb)
trucheck.it_le-galassie-e-la-struttura-dell-universo.doc     25.5 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

LE GALASSIE E LA STRUTTURA DELL’UNIVERSO
LA NOSTRA GALASSIA
Tutte le stelle e le nebulose visibili dalla terra senza l’aiuto di grandi strumenti fanno parte della nostra Galassia1, la Via Lattea.
La galassia ha la forma di un disco centrale detto nucleo galattico da cui si dipartono lunghi bracci a spirale. Nelle galassie si trovano anche gli ammassi stellari, ovvero gruppi di stelle relativamente vicine tra loro che si muovono tutte insieme; possono essere di due tipi: aperti, con le stelle distribuite in modo irregolare e globulari con le stelle distribuite in modo regolare.
Molti di questi ammassi si trovano fuori dalla galassia e vanno a formare una specie di nuvola sferica chiamata alone galattico
GALASSIE E FAMIGLIE DI GALASSIE
La nostra galassia è solo una piccola parte dell’universo. Nello spazio, a milioni di anni luce dalla nostra Terra si trovano altre galassie, ognuna di queste formata, come la nostra, da centinaia di miliardi di stelle. Il numero totale di galassie visibili è di qualche centinaio di miliardi, e calcoli statistici hanno permesso di dimostrare che la distanza media tra due galassie è di 2,5 milioni di anni luce.
RADIOGALASSIE E QUASAR
Nell’universo sono presenti numerose radiosorgenti cioè oggetti che emettono onde radio. Molte di queste onde radio sono risultate dopo successive ricerche galassie molto lontane ma con emissione così intensa da venire indicate come radiogalassie.
Dallo spazio però ci arrivano latri segnali che ci hanno rivelato la presenza di altri oggetti straordinari. Questi segnali che riceviamo sono segnali radio di grandissima intensità e fortemente concentrati provenienti da corpi stellari denominati quasar. L’intensità di questi segnali ci arriva così intensa nonostante la distanza, e ciò ci rivela che un quasar è mille miliardi di volte più luminoso del sole. Eppure questa energia si libera da un corpo molto piccolo che ci appare come una stella.
Ma cosa sono questi quasar e che tipo di energia usano?
→ ORIGINE ED EVOLUZIONE DELL’UNIVERSO
• TEORIA DI HUBBLE
Nel 1929 Hubble osservò che negli spettri di alcune decine di galassie c’era un sistematico spostamento verso il rosso. Seguendo la teoria dell’effetto Doppler arrivò alla conclusione che le galassie si stanno movendo alla velocità di migliaia di Km/s. Osservò inoltre che lo spostamento verso il rosso negli spettri di galassie che si trovavano a distanze note aumenta con l’aumentare di tali distanze. Giunse così alla conclusione che le galassie si stanno allontanando con una velocità tanto più alta quanto più sono lontane.
Con questa legge Hubble intendeva dimostrò che l’universo è in espansione
• L’UNIVERSO STAZIONARIO
Chissene
• IL BIG BANG E L’UNIVERSO INFLAZIONARIO
Nuove osservazioni sembrane dare una notevole coerenza alle teorie evolutive, quelle cioè che prevedono un inizio per l’espansione dell’universo, contro le teorie stazionarie.
Questa teoria vede il suoi pioniere in Friedmann che negli anni venti del secolo descrisse un universo in continua evoluzione a partire da uno stato primordiale caldo e densissimo attraverso un iniziale grande scoppio (Big Bang).
All’inizio del tempo, nell’istante zero l’universo era concentrato in un volume più piccolo di un atomo, con una densità infinita e una temperatura di miliardi e miliardi di gradi, che con un’esplosione immane si è squarciato. In realtà è scorretto parla re di esplosione perché non esisteva un fuori, uno spazio in cui dilatarsi, ma venne generato insieme all’espansione.
Successivamente si sarebbe verificata una fortissima espansione, che nel giro di poche secondi avrebbe fatto lievitare il volume dell’universo di mille miliardi di volte, mentre la temperatura sarebbe scesa rapidamente quasi fino allo zero assoluto.
Riassunto per tappe dell’evoluzione:
1. l’energia comincia a condensarsi prima in particelle elementari, poi in particelle maggiori finchè dopo i primi tre minuti si formarono i primi nuclei atomici.
2. dopo 300000 anni la temperatura scese a circa 3000 K e gli elettroni furono catturati dai nuclei. Termina così la fase della sfera di fuoco, dominata dalla radiazione
Di quella fase primordiale si è trovata una traccia. La radiazione messa dalla sfera di fuoco ad alta temperatura si distribuiva in ogni direzione, così oggi dovrebbe ancora “impregnare” tutto l’universo. Due ricercatori di una compagnia telefonica nel 1965 captarono una radiazione di fondo proveniente da ogni direzione dello spazio e corrispondente alla temperatura di circa 3 K.
Tale radiazione residua è come l’eco del Big Bang.

1 Galassia: insieme di corpi celesti circondato da un vastissimo spazio vuoto.
---------------
------------------------------------------------------------
---------------
------------------------------------------------------------

Esempio



  



Come usare