Il Sole

Materie:Appunti
Categoria:Astronomia

Voto:

1.5 (2)
Download:98
Data:17.10.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sole_4.zip (Dimensione: 3.59 Kb)
trucheck.it_il-sole.doc     24.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il Sole

Il Sole, i pianeti, i satelliti, gli asteroidi, e altri corpi minori, formano il Sistema Solare.
Esso ha la stessa età della terra: cinque miliardi d’anni fa, il materiale destinato a costituire il futuro Sistema Solare, fa parte di una nube fredda e diffusa, in uno dei bracci della Via Lattea.
Come conseguenza di perturbazioni dovute a cause sconosciute, una parte della nube, comincia a collassare su se stessa.
Nel collasso, assume la forma di un disco appiattito, al centro del quale, si và addensando un “Proto-Sole”, sempre più denso.
Ripetute collisioni tra i granuli di ghiaccie e di polveri, portano all’aggregazione di corpi via via, maggiori (“Planetesimali”).
Nella fase T Tauri, il vento solare, pulisce lo spazio, da polveri e Gas residui.
La fornace solare, si è ormai innescata, e, i pianeti, sono nel pieno della loro evoluzione.
Il Sole è divenuto una stella calda e luminosa, mentre gli altri corpi del sistema solare, sono rimasti semplici aggregati di materia, caldi solo nella loro parte interna.
Il Sole è una stella Medio-piccola di tipo giallo, a temperatura superficiale relativamente calda: 6000 C°.
Il suo diametro è di 1392 Km e, il suo volume, è l’equivalente di 1.300.000 pianeti come la Terra.
Ha una densità che è appena 1\4 di quella terrestre, perché è composto da elementi leggeri.
Da miliardi d’anni, il Sole emette grandi quantità d’energia nello spazio, illuminando e riscaldando i pianeti.
La fornace solare, può funzionare initerrottamente, per così tanto tempo, perché usa reazioni di fusione atomica, che producono molta energia, consumando poca materia.
La fusione dell’idrogeno in elio, avviene nella parte più interna del sole, che forma il nucleo della stella, dove le temperature, superano i 15 milioni di gradi.
Attorno al nucleo, c’è una zona fortemente radioattiva, circondata da una terza area dove moti convettivi della materia solare, trasportano il calore alla superfice dell’astro.
Quest’ultima zona, detta anche fotosfera, emana vari tipi di radioazioni, (luminose, caloriche, raggi x, raggi gamma, ultra violetti.
Dalla terra, vediamo la fotosfera solare, come un disco giallo e luminosissimo, se poi la osserviamo con un cannocchiale dalle lenti affumicate, possiamo vedere che questa zona del sole non è omogenea, ma presenta aree più scure (le macchie solari) e aree più chiare (le facole).
Probabilmente, sono aree meno calde o più calde di quelle circostanti.
Durante le eclissi, possiamo notare che la fotosfera è circondata da un’area rossa, chiamata cromosfera, dalla quale si proietta verso l’esterno una zona dai contorni irregolari: La corona solare fatta da Gas rarefatti.
Lungo la corona, ci sono protuberanze, costituite da enormi zampilli di Gas ardenti, i quali ricadono poi sulla superfice solare.
Molte particelle gassose, però, sfuggono all’attrazione della stella (28 volte più forte di quella terrestre), e si disperdono nello spazio, formando il vento solare.

Esempio



  



Come usare