Il sistema solare

Materie:Appunti
Categoria:Astronomia

Voto:

1 (2)
Download:200
Data:05.03.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sistema-solare_11.zip (Dimensione: 163.55 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-sistema-solare.doc     195.5 Kb



Testo

Il Sistema Solare
Vi sono
• 9 pianeti
• i loro satelliti
• 1800 pianetini, detti asteroidi
• circa un migliaio di comete
• innumerevoli meteoriti
I corpi del sistema solare ruotano intorno al Sole, unica fonte di energia termica del sistema. La massa solare costituisce il 99,8% della materia presente nel sistema solare.
Questo compie due moti:
➢ di rivoluzione all’interno della sua stessa galassia, secondo una traiettoria curva ellissoidale. Per compiere un giro completo impiega circa 200 milioni di anni
➢ di traslazione verso la costellazione di Ercole alla velocità di circa 20 km/s.
Ipotesi sull’origine del sistema solare
Kant (1755) & Laplace (1796) :
➢ una nube di gas ricca di idrogeno, elio e polveri cosmiche, che ruotava su se stessa

➢ comincia a contrarsi sotto l’effetto della forza di gravità, aumentando la sua velocità di rotazione
➢ assume una forma appiattita
➢ si forma un disco intorno al nucleo centrale, chiamato in seguito PROTOSOLE, più denso e caldo
➢ la forza centrifuga allontana dalla massa centrale degli anelli di materiale gassoso
➢ dalla condensazione di questi anelli si sono formati i pianeti
Nuova ipotesi che si basa sulla precedente
➢ il nucleo del protesole si riscalda fino a raggiungere le temperature necessarie per le reazioni termonucleari
➢ nelle regioni circostanti cominciano a condensarsi i primi frammenti dalla cui aggregazione sarebbero derivati in seguito i pianeti
➢ alcun di questi frammenti si sarebbero progressivamente accresciuti attraverso collisioni e attirando i frammenti più piccoli presenti nello spazio circostante. Si sarebbero formati così i PROTOPIANETI, dai quali sarebbero derivati gli attuali pianeti.

Il Sole
Unica stella che non ci appare come un punto nel cielo.
DISTANZA DALLA TERRA : 149,6 milioni (unità astronomica)
DIAMETRO : 110 diametri
VOLUME SUPERIORE : più di 1 milione di volumi terrestri
MASSA : 330 000 vote la massa terrestre
DENSITÀ : 1,4 g/cm3
COSTITUZIONE : 94% idrogeno 5,9% elio 0,1 tutti gli altri elementi conosciuti
TEMPERATURA : la superficie solare ha temperatura pari a 6000 K (→ colore giallo). All’interno arriva fino a 15 milioni K per innescare le trasformazioni termonucleari
MOTI :
• di traslazione, insieme al sistema solare
• di rotazione intorno al proprio asse, quasi perpendicolare al piano dell’orbita terrestre, in direzione ovest-est, di durata pari a 25-30 gg
La Struttura Del Sole

NUCLEO : qui avvengono le reazioni termonucleari, con l’emissione di una grandissima quantità di energia. La temperatura è di 15 milioni K. Pressione e densità sono elevatissime. I nuclei dei vari elementi si separano dagli elettroni e la materia passa allo stato di plasma.
ZONA RADIATIVA : trasmette per irraggiamento agli strati più esterni l’energia prodotta nel nucleo. I gas non sono liberi di muoversi per l’elevatissima pressione
ZONA CONVETTIVA : sono presenti enormi movimenti ascendenti e discendenti di gas, che trasferiscono il loro calore all’esterno
FOTOSFERA : corrisponde al disco luminoso che normalmente vediamo. E’ composta per il 90% d’idrogeno e dal 10% di elio. La temperatura è di 6000 K.
Granuli : zone più luminose di diametro notevole(anche 100 km). Hanno vita breve anche solo pochi minuti
Macchie solari : zone scure fredde, che appaiono con una certa periodicità (CICLO SOLARE: intervallo medio fra due massimi successivi). Sono aree molto vaste e ci appaiono nere solo perché qui la temperatura scende a 4000 K. Ciascuna macchia è profonda qualche centinaio di chilometri. Di solito si presentano a coppie o in gruppi, di numero che va da un minimo di 10 a un massimo di 100.
A ogni macchia è associato un intenso campo magnetico, che impedisce l’afflusso di gas caldi, ed è la causa della diminuzione di temperatura sulla superficie. Così in ogni coppia di macchie una ha polarità opposta a quella vicina.
Le macchie solari sono associate a zone molto attive e turbolenti della fotosfera :
Facole : zone di luminosità elevata rispetto al resto della fotosfera. Si trovano in prossimità delle macchie solari e durano più a lungo di esse
Protuberanze : enormi getti di materiale incandescente che possono raggiungere altezze fino a 400 000 Km; formano archi giganteschi lunghi anche 100 000 – 200 000 Km
Spicole : lingue di idrogeno incandescente che si estendono verso l’altro e penetrano nella corona
Brillamenti : improvviso intensificarsi della luminosità della fotosfera. Liberano enormi quantità di energia sotto forma di radiazioni ultraviolette, onde radio e raggi X.
CROMOSFERA : strato di gas fortemente colorato, che può essere osservato solo durante le eclissi o con un particolare filtro ottico. Ha uno spessore di 10 000 Km.
Presenta un colore rossastro dovuto alle radiazioni emesse dall’idrogeno sottoposto alle basse pressioni della cromosfera
CORONA SOLARE : parte più esterna dell’atmosfera solare e diventa via via più rarefatta man mano che ci allontana dalla superficie del Sole. Gli atomi si trovano ad altissima temperatura. Ci sono zone dette BUCHI CORONALI, dove non si osservano gas, anche se è presente un forte movimento di gas ionizzati che sfuggono dalla corona in tutte le direzioni, prendendo il nome di VENTO SOLARE.
Attività Solare
La superficie terrestre è caratterizzata da movimenti, variazioni locali e improvvise luminosità. L’intensità di tali fenomeni dà origine a due momenti:
tranquilli, detti di Sole quieto
movimentati, detti di attività solare
Conseguenze Dell’attività Solare
TEMPESTE MAGNETICHE : alterazioni del campo magnetico terrestre, dovute alle particelle cariche emesse dalle zone solari eccitate
AURORE POLARI : conseguenze dell’interazione fra particelle solari e gas presenti nelle regioni alte della nostra atmosfera. Dal sole arrivano particelle cariche, che provocano la ionizzazione degli atomi della zona più esterna all’atmosfera terrestre e l’emissione di una luce colorata. Sono visibili solo dai poli

Esempio



  



Come usare