L'arte nel tempo

Materie:Appunti
Categoria:Artistica

Voto:

1.5 (2)
Download:181
Data:13.03.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
arte-tempo_2.zip (Dimensione: 7.65 Kb)
trucheck.it_l-arte-nel-tempo.doc     35 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ARTE GRECA: Ricerca la perfezione, l’assoluto. Per ottenere ciò l’artista elabora delle precise regole che mettono in rapporto il particolare con il generale. Un esempio è dato da Policreto che scrisse un trattato di ”Kanon” dove sono enunciate le regole principali che hanno guidato gli artisti per lungo tempo.
Ponderazione: rapporto tra una parte e l’insieme. La stessa logica guida l’architettura per esempio il Partenone (tempio dedicato alla dea Atena). In architettura vi sono rigide regole che regolano, le proporzioni tra i vari componenti. L’unità di misura è il modulo cioè il raggio della colonna alla sua base. Per il mondo greco, l’arte deve ricercare il bello ideale che si ottiene dal perfetto rapporto tra le varie parti.
ARTE ETRUSCA: Gli etruschi sono il popolo più importante in Italia prima dei romani. Elementi di novità: l’arco, permette di edificare edifici più alti e più solidi. Essi trasmettevano questa tecnica ai romani. Per gli etruschi era importante il mondo oltre la vita, dedicheranno molta cura alle sepolture. Si definiranno l’insieme delle sepolture (necropoli: città dei morti), perché imitano la città dei vivi e le case dei cittadini. Importante è l’interesse per la figura umana.
ARTE ROMANA: Arte: funzionale al potere politico. Si privilegerà l’architettura e l’ingenieria perché adatti a consolidare la grandezza di Roma, costruite: strade, ponti, acquedotti, basiliche e terme. Solo nell’epoca imperiale si darà spazio alla pittura e alla scultura, per esaltare le gesta degli imperatori e per decorare le case dei Patrizi (nobili). Foro: piazza, cuore città, luogo di incontri politici, commerciali, solo svago.
Basilica: si affaccia sul foro. È una pianta rettangolare serve per incontri politici ma soprattutto come tribunale.
Tempio: simile a quello greco ma posto su di un alto basamento.
Anfiteatro: si svolgevano spettacoli cruenti a forma ellittica con una serie di gradinate intorno. È un edificio pesante possibile solo utilizzando l’arco.
Teatro: dimezzato (simile precedente)
Terme: bagni pubblici, frequentati. Piscine con acqua calda, tiepida, fredda con palestre, biblioteche e salette riservate.
I Romani vivevano in due tipi di case: Insulae, Domus. Le prime erano una specie di “condominio” alto anche 6 piani, economico, con poche stanze e senza i servizi. Domus “villette a schiera” comode, efficienti e moderne, con servizi, acqua corrente, fogne e a volte riscaldamento.
SCULTURA: narra di eventi o personaggi realmente esistiti. Ha lo scopo di portare alla conoscenza dei cittadini le gesta di un determinato politico. Da un punto di vista formale essa fornisce le caratteristiche di un equilibrio greco con il realismo etrusco. La pittura riguarda invece gli ambienti privati e in genere serve a creare illusioni spaziali.
ARTE CRISTIANA: Basata sui valori religiosi. All’inizio il cristianesimo si esprime con difficoltà perché costretto alla clandestinità le forme erano simili a quelle romane. I cristiani hanno l’esigenza di costruire degli spazi per i loro riti adottano la basilica facendo delle lievi modifiche. Dopo la caduta dell’impero romano la capitale si sposta prima a Milano, poi a Ravenna dove troviamo i più significativi esempi di paleocristiana.

Esempio



  



Come usare