Principi fondamentali dell'arte e dell'analisi di un'opera

Materie:Appunti
Categoria:Arte

Voto:

2.5 (2)
Download:814
Data:23.10.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
principi-fondamentali-arte-analisi-opera_1.zip (Dimensione: 7.08 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_principi-fondamentali-dell-arte-e-dell-analisi-di-un-opera.doc     34 Kb



Testo

ARTE
In generale è considerata arte ogni attività umana che servendosi di conoscenze le applichi per raggiungere un determinato fine. In senso più ristretto, qualsiasi forma di attività dell’uomo come riprova o esaltazione del suo talento inventivo e della sua capacità espressiva nel campo estetico; in quest’ultima accezione si allude ad ogni attività che, servendosi della parola, dei suoni, dei mezzi plastico-grafici, dello spettacolo, si propone di realizzare un’idea concepita dalla fantasia e approvata dal gusto che ha per fine la produzione del bello. È da intendersi anche come espressione attraverso la quale le civiltà umane hanno manifestato la loro volontà di comunicare con se stesse e con gli altri, una volontà di conoscere e di farsi conoscere. Si definisce artisti qualsiasi attività che attraverso le immagini cerchi di comunicare sensazioni, emozioni e sentimenti.
ARTE:
- espressione
- comunicazione
- conoscenza
STORIA DELL’ARTE
Disciplina che prende in considerazione i fatti artistici con criteri estetici in relazione ai contesti (storico-geografico-culturale) in cui si affermano e si sviluppano.
Essa è diversa dall’archeologia che raccoglie a prescindere dai criteri estetici, tutte le testimonianze artistiche comprese, utili alla conoscenza delle antiche civiltà.
I CODICI DEL LINGUAGGIO VISIVO
Il segno
Ogni traccia visibile su qualsiasi supporto; esso può essere pittorico, grafico e plastico.
Punto
La più piccola unità del linguaggio visivo, è la traccia lasciata da uno strumento o da un materiale su una superficie; la forma, la dimensione e la consistenza del punto variano a seconda dello strumento, del materiale e del supporto.
La linea
È formata da un’insieme di punti allineati su un’unica direzione; forma disegni o pitture e viene tracciata da uno strumento su una superficie; è un elemento fondamentale del linguaggio visivo. Le linee possono essere di diversi tipi: la linea che concretizza il gesto; la linea che definisce il contorno; la linea che definisce il contorno di oggetti e figure e li separa dallo spazio; la linea espressiva.
Colore
È la materia che ricopre la superficie, realizza figure e cose, riempie le campiture; è un elemento di particolare forza e richiamo, i colori secondari si ottengono mescolando i primari a 2 a 2 (rosso+giallo=arancione; giallo+blu=verde; blu+rosso=viola), i colori complementari sono coppie di colori che non hanno niente in comune perché ogni colore è composto da tinte non presenti nell’altro (giallo primario+viola secondaria composto da rosso+blu), colori neutri o acromatici (bianco,nero); importante è il tono cioè il grado di luminosità di un colore.
Composizione
È un’ insieme ragionato di forme, colori, luci e ombre, materiali e volumi; essa viene studiata e realizzata con grande attenzione dagli artisti e può essere di diversi tipi: simmetrica (speculare a destra e a sinistra), dinamica (costruita secondo linee oblique e curve), statica (costruita secondo linee ortogonali e parallele), asimmetrica (forme non uguali da una parte e dall’altra rispetto all’asse centrale), radiale (quando converge tutto verso un centro comune), ritmica (realizzata con una successione cadenzata di linee, colori, volumi, luci, ombre), modulare (nasce da forme geometriche o libere che si aggregano e si ripetono in maniera non casuale).
Volume
Ogni corpo con 3 dimensioni vale a dire ogni forma che possiede altezza, larghezza, lunghezza; esso è un elemento costitutivo della scultura e dell’architettura, mentre nelle immagini bidimensionali invece il volume è suggerito da espedienti quali il chiaroscuro e la prospettiva.
Spazio
È un’estensione definita o non definita da limiti; questa estensione può essere vuota o occupata da corpi. Nell’architettura ci possono essere due tipi di spazio: interno, cioè quello degli ambienti e delle strutture in cui si entra e si cammina; esterno cioè quello che intercorre tra edificio e edificio, tra una piazza e un edificio ecc…
Luce
Elemento determinante per riconoscere un artista, ha un ruolo compositivo molto importante. Si può distinguere lumen (si basa sul contrasto tra luce ed ombra e si utilizza per modellare le fomre, per esaltarne la plasticità e per definire la chiarezza, la spazialità di un dipinto; è una luce incidente come ad esempio quella ottenuta con il chiaroscuro) e il lustro (accarezza la consistenza di un tessuto; è una luce radente). In pittura si definisce accidentale qualsiasi fonte di luce diversa da quella solare, ad esempio il lume della candela o la luce della luna.
Superficie
In pittura è di supporto il supporto su cui si esegue il dipinto (tele, tavola,parete); in scultura è la “buccia” legata al diverso materiale, una superficie ha una texture, quando il suo aspetto si presenta caratterizzato da una grana o tessitura uniforme e regolare che può essere liscia o ruvida, compatta o porosa.
SCHEDA DI ANALISI
Leggiamo un’opera d’arte
In primo luogo dobbiamo indagare l’opera in se stessa e rispetto al contesto storico e le caratteristiche materiali.
Dati preliminari:
1 l’autore;
2 data o periodo di realizzazione (affresco, tempera, mosaico…); nel caso di un edificio si mette in evidenza la struttura e la tipologia (cattedrale, edificio pubblico, villa), (a pianta centrale, a croce latina);
3 dimensioni
4 la collocazione e la committenza (per esempio una persona che chiede di farsi fare un ritratto).
Descrizione del soggetto
In questa fase si cercherà di approfondire i contenuti relativi al soggetto definendo ad esempio se si tratta di un paesaggio, di un ritratto, di una natura morta ecc… si descriveranno le figure prevalenti del soggetto dandone l’aspetto iconografico.
1 il soggetto: l’opera viene descritta attraverso le figure prevalenti distinguendo anche se si tratta di un’allegoria o di un ritratto o di un paesaggio
2 elementi costitutivi dell’opera: si distinguono gli elementi del soggetto principale dai soggetti secondari; si danno i particolari tra primo piano e sfondo.
3 notizie sul soggetto o sull’evento: tutto ciò che nell’opera si può approfondire dal punto di vista storico relativo all’opera.
4 lettura iconografica: specificare se l’opera è astratta o figurativa se è religiosa o mitologica dando un confronto con opere di iconografia analogica.
La lettura dell’immagine secondo l’analisi degli elementi del linguaggio visivo
Lo stesso soggetto può essere raffigurato più volte nel tempo, per analizzare un’immagine è utile applicare gli elementi della percezione visiva e descrivere con precisione visiva e descrivere il linguaggio dell’artista.
1. il segno legato alle caratteristiche stilistiche dell’artista;
2. il punto spiega l’importanza di questo elemento per definire l’opera;
3. la superficie;
4. colore;
5. volume e spazio;
6. composizione
Individuazione dei valori espressivi dell’autore e cioè del contenuto e dei significati dell’opera:
• far emergere dopo la descrizione il tema prescelto dandone una definizione
• analizzare il linguaggio stilistico decodificando i segni analizzati nella parte precedente
• analizzare i simboli e le eventuali metafore e allegorie

Esempio



  



Come usare