Paul Cézanne

Materie:Tesina
Categoria:Arte

Voto:

2 (2)
Download:256
Data:20.06.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
paul-ezanne_1.zip (Dimensione: 28.19 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_paul-c+     56 Kb



Testo

Cenni biografici su Paul Cézanne
Paul Cézanne nasce nel 1839 ad Aix-en-Provence.
Nel 1858 si iscrive a Giurisprudenza, ma si accorge di non aver attitudine per il diritto e di essere interessato all'arte. Per seguire la sua vocazione, nel 1861 si trasferisce a Parigi, dove frequenta l'Académie Suisse. Cerca, senza successo, di iscriversi all'École des Beaux-Arts.
Incerto sul suo futuro, Cézanne alterna il suo tempo tra Aix e Parigi.
Nella capitale frequenta numerosi artisti, tra cui Pissarro, Renoir, Monet, Sisley e Bazille. Pur non entrando a far parte del gruppo, espone ad alcune mostre degli impressionisti, tra cui la prima del 1874, da Nadar.
La sua partecipazione alla terza, quella del 1877, segna l'inizio del suo isolamento artistico.
Stabilisce un solido rapporto di stima e amicizia con Emile Zola.
Nel 1878 si ritira a dipingere in Provenza. I rari contatti con l'ambiente artistico parigino si riducono all'invio delle sue opere al Salon. Un'operazione inutile, perché vengono sistematicamente respinte.
Sul finire degli anni '70 Cézanne appare sempre meno legato a Manet e agli impressionisti. Comincia a maturare un nuovo stile pittorico attento alla struttura dello spazio e ai volumi degli oggetti.
Negli anni '80 dipinge le prime opere delle serie dedicate all'Estaque, alla Montagne Sainte-Victoire e ai Bagnanti.
Non è un periodo facile. Incompreso e amareggiato per la pubblicazione de L'Oeuvre, nel 1886 rompe l'amicizia con Zola, che era stato tra i suoi primi sostenitori.
Realizza nature morte, ritratti e paesaggi di Provenza.
Il 1895 può essere considerato l'anno della riscossa.
La mostra allestita da Vollard riscuote infatti un gran successo, soprattutto tra gli artisti d'avanguardia. Anche il collezionismo comincia a guardare con sempre maggiore interesse al suo lavoro.
Sul finire del secolo Cézanne si può considerare ormai famoso e "arrivato". Espone al Salon des Indépendants e all'estero.
Nel 1904 il Salon d'Automne gli dedica un'intera sala.
Paul Cézanne muore ad Aix nel 1906.
Nel 1907, a Parigi, viene allestita una grande retrospettiva. La mostra rivela al pubblico la sua enorme statura. La visione delle sue ultime tele ha un impatto enorme su molti giovani artisti. In questo modo spalanca la strada a gran parte della ricerca artistica del '900.
Attività artistica di Paul Cézanne
Paul Cézanne è una delle figure più importanti di tutta la storia della pittura recente.
Muovendo da Pissarro e dall'Impressionismo, se ne discosta gradualmente, per elaborare nella solitudine di Aix-en-Provence una pittura del tutto personale. La sua visione estetica e la particolare tecnica pittorica influenza profondamente molti artisti più giovani, come Pablo Picasso e Georges Braque.
Si può dire che, insieme a Paul Gauguin e Vincent van Gogh, getti le basi per la nascita di molte delle principali correnti del primo '900.
Agli inizi della sua carriera Paul Cézanne è attratto dall'arte di Delacroix, Courbet, Daumier, Manet. I primi dipinti, cupi e romantici, appaiono caratterizzati da un'intensa e drammatica matericità.
L'incontro con Pissarro e gli impressionisti influenza le scelte cromatiche e tecniche, ma non condiziona la sua visione estetica.
I temi sono quelli tipici degli impressionisti: paesaggi, vedute, vasi di fiori. Ad essi si affiancano spesso ritratti e nature morte. Ma, tranne una breve parentesi attorno alla metà degli anni '70, l'atteggiamento di Cézanne nei confronti dei soggetti è sostanzialmente differente da quello dei "provvisori" compagni di strada. Non lo riguarda l'impressione soggettiva e nemmeno la rappresentazione naturalistica degli oggetti. Non si interessa veramente dell'apparenza superficiale delle cose, degli effetti di luce, della riproduzione ottica del colore.
A Cézanne interessa penetrare nella profondità della realtà, rielaborare col pensiero la sua esperienza sensoriale. Cézanne ricerca l'essenza della realtà.
Analizza e riorganizza le forme secondo schemi geometrici fondamentali: il cilindro, il cono, la sfera. Il colore, steso a tratti o a zone compatte, viene adoperato per conferire pienezza e plasticità agli oggetti. Organizza i dipinti sulla base di uno schema compositivo classico. Ma non esita a infrangere la prospettiva e a deformare i piani per accentuare la sensazione di profondità e volume.
La pittura di Cézanne raggiunge il suo apice nelle opere degli ultimi 10 anni. I temi ricorrenti sono ritratti, nature morte (con frutta, brocche, teschi), paesaggi (Château Noir, Montaigne Saint-Victoire), scene di bagnanti.
L'artista dipinge i soggetti dal vero, trascorrendo lungo tempo all'aperto (e la cosa alla fine gli risulta fatale). Ma le immagini che nascono sono il risultato di un procedimento di scomposizione del soggetto e di ricomposizione sulla tela. Nulla potrebbe essere più lontano dall'impressione "visiva" degli impressionisti.
Analisi del soggetto, ricostruzione e sintesi sono principi di basilare importanza per la genesi del Cubismo, e non solo.

Esempio



  



Come usare