L'arte bizantina

Materie:Riassunto
Categoria:Arte
Download:743
Data:20.02.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
arte-bizantina_2.zip (Dimensione: 5.2 Kb)
trucheck.it_l-arte-bizantina.doc     26 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

ARTE BIZANTINA
VI secolo: Costantinopoli inizia a mostrare caratteri culturali si pratica la filologia (critica del testo mirante a riportarlo alla sua forma originari)
Architettura: si rinnova grazie alla costruzione di basiliche a pianta centrale con 2 bracci in croce sormontati da una cupola x esempio s Sofia; si trova a Costantinopoli riedificata x volere dell’imperatore d oriente (Giustiniano 532 537) dedicata alla divina sapienza. L interno è a 3 navate è sormontato da una cupola emisferica e questa affiancata da 2 semicupole. In alto si trovano a forma di corona 24 finestre più le altre degli arconi absidi e matronei( corridoi x le donne nelle chiese paleocristiane).

313 la religione cristiana diventa ufficiale.
Religione cristiana a Costantinopoli: religione di palazzo l’imperatore è anche 1 ministro della chiesa. A grande importanza la ripetizione di modi e forme apprese dal passato(etruschi). Le immagini sacre che chiamiamo icone e che si caratterizzano x frontalità gravità e severità (cristo pantocratore) hanno una dimensione mistica che occorre preservare.

730 idolatrica(campagna contro l adorazione delle immagini) impegna l imperatore e l autorità ecclesiastiche fino a determinare una svolta decisiva in ambito artistico: le icone venerate sono messe al bando e si proibisce l adorazione delle immagini e si ammettono solo composizioni astratte( Iconoclastia unico simbolo ammesso è la croce; fine 787 con il consiglio di Nicea).

Ravenna stata capitale nel IV e VI secolo (centro di cultura in occidente) Teodosio divide l impero romano ad Arcadio(oriente con capitale Costantinopoli) Onorio(occidente con capitale Milano 402 ritorna a Ravenna parte + invasioni).
Nel corso dei 2 secoli Ravenna si arricchisce di architetture come galla placidia (edificio funerario, croce latina interamente rivestito di mosaici dell inferno, spoglio all esterno (senso simbolico x indicare il corpo che racchiude l anima ricca e splendente. Tiburio: struttura cubica che racchiude la cupola. Arcatelle : senza apertura chiuse dalla parete.
I mosaici + importanti sono quello della Cupola e il Buon Pastore.

Ravenna Teodorico chiama a Ravenna illustri filosofi e letterati latini e li pone a servizio dello stato (Boezio autore e Cossidro) chiama anche architetti e artisti che fondano: la basilica di

S Apollinare nuovo: difficile la valutazione del suo aspetto originario 3 navate precedute da 1 nartece (ardica). Elementi ornamentali tipici di Costantinopoli(capitelli importati da li). Mosaici:subito modificati nel tempo e alcuni distrutti per motivi teologici.

Palazzo di Teodorico : edificio con eleganti porticati, acatelle e finestre e avente il tipano sovrastante all’ingresso.- tetto costruito di tegole rosse e lascia emergere costruzioni a pianta centrale. Il mosaico più importante è “cristo e la samaritana al pozzo” : non mancano indicazioni di profondità le figure esistono completamente nello spazio e poggiano visibilmente a tterra le pieghe dei panneggi.

Mausoleo di Teodorico compatto e solenne costruito in un periodo anteriore alla sua morte ne riflette la concezione severa della regalità. Costituito di bianca pietra d’istria, due strutture decagonali sovrapposte e sormontate da una cupola. Spoglio con qualche motivo decorativo

Teoria delle vergini: (mosaico) Le sante si mostrano ognuna con una corona in mano e una palma al lato, simboli della gloria e del martirio, i piedi non poggiano a terra.

Basilica di San Vitale: costruita nel periodo di santa sofia. Pianta centrale , esterno semplice, costruito con mattoni, cupola nascosta da un tiburio. All’interno otto grandi pilastri disposti ai vertici di un ottagono regolare sorreggono la cupola e il tamburo nelle cui pareti si aprono grandi finestre.

S Apollinare in classe: interno ampio, slanciato e luminoso, colonne in marmo grigio che poggiano su un plinto quadrangolare e dividono la navata centrale da quelle laterali, con num merose finestre, abside maestoso e rivestito da mosaici. Con due cappellette e prodesi (piccolo ambiente a sinistra dell’abside).

Arte barbarica

Assimilazione dell’arte dei popoli conquistati, unione di elementi propri orientali con quelli latini. Importanza delle linee ininterrotte, motivi fitomorfi (vegetali, frutta) zoomorfi (animali).

Scultura in marmo: “pluteo longobardo con calice e due pavoni”

Evangelario di Teodolinda incastonato di pietre preziose.

Corona ferrea: decorazioni a smalto e rosette sbalzate. E si chiama in questo modo xkè si dice che dentro ci sia il chiodo con cui è stato crocifisso GESù.

Cappella Palatina: consacrata nell’805, luogo di sepoltura di Carlo Magno con pianta centrale ottagonale. Si ispira a S. Vitale.

Esempio



  



Come usare