"L'annunciazione"

Materie:Appunti
Categoria:Arte
Download:194
Data:14.03.2008
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
annunciazione_2.zip (Dimensione: 4.63 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_l-annunciazione-.doc     27.5 Kb



Testo

1^PARTE: ORIGINI E MATERIALI
Autore:Simone Martini e Lippo Memmi
Datazione:1333
Collocazione:Firenze,Uffizi
Dimensioni: 2,65x 3,05 m
Tecnica:tempera su tavola
2^PARTE: DESCRIZIONE FORMALE
Linea: La linea è sinuosa con funzioni principalmente decorative
Colore: Il colore è policromo, per la maggior parte dorato ed è steso omogeneamente sulla superficie, con raffinate sfumature per quanto riguarda le figure rappresentate.
Luce: Non vi è una particolare fonte di luce ma comunque l’illuminazione è diffusa.
Spazio: Nell’opera gli elementi sono collocati secondo una precisione nello spazio. Tuttavia il pavimento e lo sfondo appaiono quasi verticali.
3^PARTE:DESCRIZIONE ICONOLOGICA/ICONOGRAFICA
E FUNZIONI COMUNICATIVE
Descrizione iconografica:Al centro sono rappresentati Maria e l’arcangelo Gabriele: Maria, a destra, è seduta e si ritrae sorpresa dell’apparizione dell’angelo, che l’ha interrotta dalla lettura di un libro, stretto nella mano sinistra, mentre la destra si ritrae anch’essa con tutto il resto corpo, a dare più enfasi all’atto. Il suo vestito è blu e quindi risalta nella composizione .L’angelo quasi si confonde con lo sfondo per la sua veste dorata e con la mano sinistra porge un ramo di ulivo, simbolo di pace, alla vergine .L’altra mano viene alzata, per dare più importanza al fatto che l’arcangelo deve annunciare e per farlo deve quindi parlare .Le ali dell’angelo sono raffinatamente decorate, con un’elegante sfumatura che contribuisce a creare, assieme al panneggio che sembra muoversi, una sorta di atmosfera da fiaba. Tra le due figure principali vi è un vaso di gigli bianchi, mentre nella parte superiore vi è una colomba ed inoltre le parole dell’annuncio sono scritte in rilievo e partono dalla bocca dell’angelo verso Maria. Ai lati della composizione invece vi sono altre due figure sacre: S. Ansano (uno dei patroni di Siena) e Santa Massima (madrina di Ansano).
Descrizione iconologica: Gli elementi che si prestano principalmente ad una descrizione iconolgica sono tre: le ali dell’angelo,l’olivo in mano all’angelo e il giglio. Il primo di questi elementi,le ali, si possono ricondurre alle ali del pavone che rappresenta l’immortalità, in questo caso dell’angelo;il secondo elemento, l’olivo, che è in mano allo stesso angelo, rappresenta la pace che viene portata con quell’annuncio;il terzo elemento, il giglio, potrebbe essere il simbolo della città di Firenze oppure,più probabilmente, rappresenta la castità e la purezza della Madonna.
Funzioni comunicative: Secondo me quest’opera può avere varie funzioni, come per esempio una funzione didattica, cioè attraverso l’opera si cerca di istruire la gente su qualcosa, in questo caso la Bibbia, oppure può avere una funzione devozionale, in quanto è pur sempre un’ opera religiosa, oppure ancora può avere una funzione celebrativa, esaltando il momento dell’annunciazione a Maria da parte dell’arcangelo Gabriele

Matteo Spaziante

Esempio



  


  1. Agbese Giannicchi

    sto cercando informazioni sui caratteri stilistici su Giovan Francesco Romanelli. sostengo l'esame alla facoltà di storia dell'arte. Università di Tor vergata Roma


Come usare