Tabella morfologia dei cereali

Materie:Appunti
Categoria:Agronomia

Voto:

1 (2)
Download:626
Data:06.02.2009
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tabella-morfologia-cereali_1.zip (Dimensione: 5.14 Kb)
trucheck.it_tabella-morfologia-dei-cereali.doc     33 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

MORFOLOGIA

Cereale
Cariosside
Fiore
Foglie/Fusto
Radici
Grano duro
Cariossidi allungate, a sessione più o meno rettangolare. Spezzata presenta una frattura vitrea. Colore che varia dal bianco crema al rosso bruno a seconda delle cultivar.
Infiorescenza detta spiga. L’asse principale (rachide) porta 18-20 spighette formate da due glume esterne che racchiudono 3-8 fiori. Quasi sempre aristate.
Il fusto presenta nodi e internodi. È di 90-60 cm circa. Le foglie sono originate dai nodi e presentano una guaina avvolgente ed una lamina lanceolata. Il loro numero varia da 5 a 8 in base alla cultivar.
Fascicolato, con radici seminali che si generano dall’embrione e radici che si sviluppano dai nodi posti alla base dei culmi quando il frumento ha 3-4 foglie.
Grano tenero
Cariossidi tozze, a sezione allargata e spezzata. Presenta una frattura farinosa.
Infiorescenza detta spiga. L’asse principale (rachide) porta 18-20 spighette formate da due glume esterne che racchiudono 3-8 fiori. Quasi sempre aristate.
Il fusto presenta nodi e internodi. È di 90-60 cm circa. Le foglie sono originate dai nodi e presentano una guaina avvolgente ed una lamina lanceolata. Il loro numero varia da 5 a 8 in base alla cultivar.
Fascicolato, con radici seminali che si generano dall’embrione e radici che si sviluppano dai nodi posti alla base dei culmi quando il frumento ha 3-4 foglie.
Orzo
La maggior parte delle cariossidi è vestita.

Il peso dei mille semi varia da 35 a 45g per i polistici, e da 45 a 55g per i distici. (distici = più grani e più endosperma)
L’infiorescenza è una spiga composta caratterizzata da rachide breve, nei quali nodi sono inserite tre spighette uniflore.
Le foglie, disposte in modo alterno, prendono origine dai nodi sul culmo. Sono prive di peli e molto sviluppate.
L’apparato radicale è fascicolato, formato da radici seminali, che si sviluppano alla germinazione del seme, e radici avventizie, derivanti dai culmi di accestimento che si formano alla base del fusto. Presentano diramazioni laterali contro le malerbe.
Segale
Le cariossidi sono nude, lunghe e strette, con colore variabile da giallo a bruno.
L’infiorescenza è una spiga allungata e sottile.

I minuscoli fiori che compongono la spiga sono ermafroditi e ornati da serie di barbe e da una lunga cresta apicale.
I fusti sono lunghi ed elastici.
L’apparato radicale è molto robusto.
Avena
Le cariossidi a maturazione sono vestite, le glumelle a volte sono ristate, con caratteristica resta ginocchiata, inserita sul dorso della glumella stessa. Il peso dei mille semi è 25-35g. viene sottoposta a moli natura per produrre farina, oppure a schiacciatura per produrre fiocchi.
Infiorescenza a pannocchia con lunghe ramificazioni, che portano numerose spighette con tra fiori, di cui due generalmente fertili.
Le foglie hanno una lamina larga, verde bluastro, con la ligula sviluppatissima.
L’apparato radicale è molto sviluppato.
Mais
Le cariossidi sono disposte in più file su un asse centrale, detto tutolo.

La cariosside è nuda. Per ogni spiga sono presenti da 600 a 900 cariossidi.
È una pianta monoica, ovvero presenta sia i fiori femminili che quelli maschili sulla stessa pianta, benché separati.
Il numero di foglie è variabile da 10 a 18, e sono alterne, inserite una per nodo. Il fusto è carnoso, alto fino a 4 m.
Le radici sono fascicolate e raggiungono 1,5m di profondità.
Riso
La cariosside è composta principalmente da amido. È avvolta dalle glumelle. Il peso dei mille semi varia da 30 a 40g.
L’infiorescenza è una pannocchia con 6-8 ramificazioni, e porta da 100 a 200 semi.
L’altezza del fusto varia da 80 a 140cm, presenta internodi cavi e porta da 10 a 14 foglie ruvide con lunghe ligule.
Le radici sono avventizie ed embrionali. Hanno la caratteristica di produrre dei parenchimi aeriferi che permettono al riso di vivere in ambiente acquatico.

Esempio



  



Come usare