Biancospino

Materie:Appunti
Categoria:Agraria

Voto:

1.5 (2)
Download:258
Data:12.02.2001
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
biancospino_1.zip (Dimensione: 4.17 Kb)
trucheck.it_biancospino.doc     30.5 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

Biancospino

Genere: Crataegus
Specie: monogyna
Famiglia: Rosaceae
Legit: Sara Terreni
Determinavit: Sara Terreni
Località: Casciana Terme (Pi)
Note: Cespuglio o alberello che può raggiungere un’altezza di 5 m; ha chioma ampia e pendente, rami glabri e corteccia liscia di colore variabile dal bruno al grigio, con poche spine. Le foglie sono alterne, con 3 – 5 lobi profondi, appuntiti e divergenti, seghettati anteriormente; la faccia superiore delle foglie è verde scuro, la faccia inferiore verde chiaro o azzurrognola. I fiori sono di colore bianco, talvolta rosati, del diametro di 1 – 1,5 cm, con antere rosse, un solo stilo e 5 petali. I frutti sono drupe rosse sferiche, carnose e farinose. La fioritura avviene fra Maggio e Giugno. Il Biancospino si trova in quasi tutta l’Europa e arriva fino all’Africa Settentrionale e all’Asia Sud Occidentale; al margine dei boschi e in campagna fra i gruppi di alberi. Ha bisogno di terreno profondo e calcareo, argilloso, che può anche essere arido; non sopporta l’umidità eccessiva. Viene piantato per fissare il terreno incolto, specialmente ai margini delle strade. I fiori, le foglie e i frutti, usati in terapie a lungo termine, migliorano l’irrorazione sanguigna delle coronarie, i rapporti di pressione e regolano l’attività cardiaca. Il legno del Biancospino è duro, a grana fine, e si può levigare molto bene. Si usa per fabbricare piccoli oggetti, come bastoni da passeggio, denti di rastrello, manici di attrezzi. È un combustibile ad alto potere calorifico e fornisce buon carbone.

Esempio



  



Come usare